Fatti, commenti, appuntamenti del giorno presi dal taccuino di Mario Sechi

Troppe vacanze, dice Poletti. Poi il Qe che funziona e le Olimpiadi di Renzi

Il ministro del Lavoro dice che tre mesi di vacanza sono troppi per gli studenti. Intanto, Draghi annuncia che il Quantitative easing funziona ma che le riforme restano necessarie. Fatti, commenti, appuntamenti del giorno presi dal taccuino di Mario Sechi.
Troppe vacanze, dice Poletti. Poi il Qe che funziona e le Olimpiadi di Renzi

Il ministro del Lavoro Giuliano Poletti (foto LaPresse)

Martedì 24 marzo 2015. Santa Caterina di Svezia, sposata, vergine e pia

 

Titoli. “Taglio”. E’ quello di Giuliano Poletti, ministro del Lavoro, che si occupa di scuola e taglio delle vacanze. “Tre mesi sono troppi”. Titolo d’apertura di Giornale, Messaggero, Mattino e Gazzettino. Altro? Avanti allegramente in disordine sparso, a ballare il sirtaki dei conti greci (Repubblica e La Stampa) e raccontare di deriva autoritaria che non c’è (Corriere della Sera). #giornatamoscia

 

Banche centrali. Mario Draghi ha detto che il Quantitative Easing funziona, funzionerà e la ripresa ci sarà. Senza riforme? No. Ok, SuperMario, dopo che c’è? E dopo c’è che la Banca centrale europea fa proiezioni: un lavoratore su dieci resterà senza lavoro anche dopo il QE. Attraversiamo l’Atlantico. Quelli della Fed chiacchierano parecchio. Stanno per alzare i tassi? Si. Quando? Non si sa, questo è il problema. Intanto il vicepresidente Stanley Fischer dice che il QE di Draghi darà un forte impulso all’export americano grazie alla crescita europea, nonostante la parità euro dollaro. James Bullard, capo della Fed di Saint Louis, racconta che “bisogna tornare alla normalità” perché i tassi a zero favoriscono la crescita di bolle speculative sugli asset azionari. Bullard parla di “rischi devastanti”.

 

Camera (con vista): esame dell’Aula sulla prescrizione. Vediamo che fa Ncd e quanti emendamenti arrivano.

 

Simposi, convegni, parole. Ecco qui, non poteva mancare. Seminario su Trasparenza e prevenzione della corruzione nelle società pubbliche. Intervengono il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan e il ministro della Pubblica amministrazione Marianna Madia. Ministero Economia, via XX settembre, Sala della Maggioranza. (Ore 15).  Verrà fuori un titolo o no? Mah…

 

Expo, Giubileo… Olimpiadi. Il premier ci punta e in fondo…  quest’anno l’Italia avrà Expo e Giubileo. Due su tre. Tutto è possibile. L’obiettivo olimpico è lontanissimo, 2024, ma Renzi è un leader di longue durée. E i cicli politici italiani variano tra i dieci e i vent’anni. Piani, progetti, idee? Occhio al Senato (Commissione Istruzione) dove oggi c’è un’audizione del Presidente del Coni, Giovanni Malagò, e del Presidente del Comitato promotore per le Olimpiadi Roma 2024 Luca Cordero di Montezemolo. Roma candidata ai Giochi Olimpici del 2024. Una sola certezza: Marino non sarà il sindaco. (Ore 14.30).

 

Colpo d’occhio. Come si finanziano le startup?



[**Video_box_2**]Facebook Times. Il titano dei social media – 1.4 miliardi di utenti – ha avviato contatti con New York Times, National Geographic, BuzzFeed e altri editori per ospitare direttamente in bacheca le notizie. L’accordo con il Nyt è alla firma. Lo scrive il Times... Questo significa un calo di visite sui siti di news a favore del social network. Game over.

 

Bombe. 24 marzo 1999, la Nato bombarda la Yugoslavia. D’Alema, do you remember?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi