In medio oriente la geografia ha ormai preso il sopravvento sulla storia

Lo spettro della Grande Guerra non più per interposta persona

In medio oriente la geografia ha ormai preso il sopravvento sulla storia

Un peshmerga curdo nei pressi di Bashiqah, in Iraq (foto LaPresse)

Che grazie al mattatoio siriano l’Iran di al Quds e dei pasdaran sia enormemente rafforzato è evidente, e Daniele Raineri l’ha appena spiegato qui. Dico dei pasdaran, e del posto prediletto che occupano nel cuore dell’ayatollah supremo Khamenei, perché l’Iran è un gran paese con una sua società civile vivace, colta, castigata e tenuta a freno ma non al punto di cessare d’essere promettente. La stessa promessa vale per la Turchia spaccata a metà, benché la repressione vi abbia raggiunto...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi