Lost in translation (a Madrid)

Storie di pompieri e "attributi". Ma con le lingue, basta abituarsi

Lost in translation (a Madrid)

Foto LaPresse

Con le lingue, basta abituarsi. Certo la prima volta che uno vede passare nel centro di Buenos Aires un grosso camion bianco e rosso con la scritta grande AUTOBOMBA un po’ perplesso rimane. Ma ormai questa la sanno tutti: è un’autopompa, e se ne occupano i benemeriti bomberos, che sono i pompieri. Però c’è un’altra peculiarità castigliana cui faccio fatica a rassegnarmi: il magnifico “Der Mann ohne Eigenschaften” di Musil, “L’uomo senza qualità”, che qui si intitola a volte “El hombre sin cualidades” ma più spesso, mannaggia, “El hombre sin atributos”. La colpa però è dell’italiano contemporaneo, è lui che è caduto in basso fin lì.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • tonio dicembre

    28 Luglio 2017 - 12:12

    un verano montalbaniano

    Report

    Rispondi

Servizi