Dialogo fra una nonna risorgimentista e una nipotina al Gianicolo

Qualche giorno fa, tornando a casa, la nonna le racconta la storia dei giovani del 1849 che morirono combattendo per un mondo più libero e giusto

Dialogo fra una nonna risorgimentista e una nipotina al Gianicolo

Foto di Bruno via Flickr

Cara Annalena, copio qui il resoconto del dialogo fra una nonna risorgimentista e una nipotina di prima, com’è avvenuto a Roma, al Gianicolo. La nipotina frequenta una scuola accanto al monumento di Anita Garibaldi ed è incuriosita dai busti degli uomini di marmo con grandi barbe e baffi di foggia diversa. Qualche giorno fa, tornando a casa, la nonna le racconta la storia dei giovani del 1849 che morirono combattendo per un mondo più libero e giusto. Nipotina: “Io allora stavo su una nuvoletta!” Nonna: “Sì, e anche la tua mamma era su una nuvoletta, ma se fosse stata qui anche lei avrebbe combattuto insieme a questi giovani”. Nipotina (dopo aver guardato la nonna con aria pensierosa): “Meglio una mamma viva che un busto al Gianicolo”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • efis.loi

    28 Febbraio 2017 - 20:08

    Anche la nonna era su una nuvoletta. Come tutti, d'altronde, prima di essere trovati sotto un cavolo o che li portasse la cicogna. Qualcuno ha grande nostalgia di quelle nuvole e ci ritorna spesso con la testa. Forse perché l'agricoltura è in crisi e le cicogne scioperano.

    Report

    Rispondi

Servizi