Castelli di carta in Italia e in Libia

La porcheria lucano-tarantina rimanda direttamente al referendum sulle trivelle. Ma anche alla Libia. Sul modo di intervenire in Libia da parte dell’Italia ci sono ragioni molto forti per dubitare.

La porcheria lucano-tarantina rimanda direttamente al referendum sulle trivelle. Ma anche alla Libia. Sul modo di intervenire in Libia da parte dell’Italia ci sono ragioni molto forti per dubitare. Le ragioni stanno in Libia, dove il governo nazionale è per ora un castello di carta pericolante. Ma stanno anche in Italia, dove il governo nazionale pende da un emendamento petrolifero a licitazione intima. Contro l’Isis, un’Operazione Tempa Rossa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi