Accoglienza

Che si viaggi per conoscere e per solidarizzare, come i giovani studenti, o per sostituire un tetto perduto, come le famiglie dei gommoni, il desiderio più bello è quello, d’essere accolti come se si fosse cittadini della nuova parte di mondo, di sentirsi di casa. Penso alla frase impiegata in Egitto a proposito di Giulio Regeni: “L’hanno trattato come un egiziano”.

Che si viaggi per conoscere e per solidarizzare, come i giovani studenti, o per sostituire un tetto perduto, come le famiglie dei gommoni, il desiderio più bello è quello, d’essere accolti come se si fosse cittadini della nuova parte di mondo, di sentirsi di casa. Penso alla frase impiegata in Egitto a proposito di Giulio Regeni: “L’hanno trattato come un egiziano”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi