Pasqua e la non rinuncia alla primavera

Siccome è Pasqua, vorrei mostrarvi questo vecchio albero mutilato e fasciato – a Roma, sull’Aventino – i cui butti nuovi hanno deciso di riempirsi di frutti.
Pasqua e la non rinuncia alla primavera
Siccome è Pasqua, vorrei mostrarvi questo vecchio albero mutilato e fasciato – a Roma, sull’Aventino – i cui butti nuovi hanno deciso di riempirsi di frutti. E’ una metafora di una quantità di cose. Non importa: mi piace perché è un vecchio albero malato e potato che non rinuncia alla sua primavera.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi