O uomini, o topi

Le notizie sulla siccità californiana stringono i cuori e anche i cervelli.

Le notizie sulla siccità californiana stringono i cuori e anche i cervelli. Sono già morti – alla vigilia dell’estate, quando tutto peggiorerà – 12 milioni e mezzo di alberi. Topi-canguro – essenziali per l’ecosistema – e salmoni sono decimati. C’è chi si indigna contro il buonismo, diciamo così, di chi si allarma per la perdita di foreste e animali. Che nella virulenza della siccità abbia una parte ingente l’intervento umano non è più negato da nessuno. I minimizzatori della voracità antropica si sono attestati anche loro sulla responsabilità umana, anzi sul vero e proprio complotto umano. Solo che per loro la colpa è degli umani ambientalisti, che difendono gli scoiattoli e impediscono di  destinare l’acqua all’agricoltura e all’industria, oltre che ai campi di golf. Aut-aut: o uomini (repubblicani) o topi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi