CERCASI AMORE PER LA FINE DEL MONDO

CERCASI AMORE PER LA FINE DEL MONDO

L’invitata all’ultima cena prima che il meteorite Mathilda distrugga la terra si presenta vestita da Barbie Principessa, diadema e pelliccia candida. “Ho tirato fuori dall’armadio i vestiti e i gioielli che non avevo mai osato indossare”, si scusa con l’assicuratore Steve Carrel (la sua ditta, in vista della catastrofe incombente, promuove chiunque e consente agli impiegati di vestirsi casual anche non di venerdì). Altri colgono l’occasione per sperimentare droghe allucinogene, dare un giorno libero alla donna delle pulizie, bere fino a stramazzare sulla moquette, insultare i genitori come non hanno mai osato fare, convertirsi e cominciare a credere nella vita oltre la morte, sperando che il meteorite distrugga l’Aldiqua e lasci intatto l’Aldilà. La moglie di Steve Carrel se ne fugge per trascorrere gli ultimi giorni con un tizio che secondo lei la ama davvero, appena sente alla radio la notizia che lo shuttle inviato nello spazio per distruggere Mathilda ha fallito l’obiettivo. Eravamo abituati a tragici film sugli ultimi giorni dell’umanità (anche un po’ noiosi, come “Melancholia” di Lars von Trier o “4.44 Last Day on Earth” di Abel Ferrara), “Cercasi amore per la fine del mondo” butta la tragedia in farsa: niente ville o appartamenti dove ci si sfinisce di chiacchiere, molti parcheggi vuoti in città (da evitare se hanno grattacieli nei dintorni: c’è chi parte in vacanza e chi si suicida). Alla faccia attonita di Steve Carrel contrappone il carattere sopra le righe della vicina di casa Keira Knightley: si incontrano perché lei ha dimenticato di consegnargli una lettera spedita dal primo amore. E’ l’espediente da commedia romantica scelto per mettere insieme la coppia che all’inizio non ha nulla da spartire, se non un’automobile e un patto di mutuo soccorso: ti aiuto a cercare l’ex fidanzata, mi aiuti a cercare un aereo per tornare in Inghilterra a riabbracciare i miei. Il film esce fuori tempo massimo, l’ultima fine del mondo l’abbiamo scampata il 21 dicembre scorso. Ma la prossima è prevista per il 2014: possiamo cominciare a stilare la lista delle cose da fare assolutamente prima della scadenza fatidica. A parte l’effetto memorandum, il film ha i suoi alti e bassi: qualche scena divertente e qualche scena già vista, quadretti casalinghi e situazioni on the road, un gruppo di caratteristi più vivace dei protagonisti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi