PRIDE AND GLORY

La tortura non si era mai vista: neonato in fasce, ferro da stiro in mano, compare pronto a chiamare gli assistenti sociali, dicendo “abbiamo trovato un bambino con la faccia sfigurata e bruciature dappertutto”. Uno che si comporta così è davvero cattivo, se indossa una divisa meglio stare alla larga. Quattro uomini del NYPD muoiono ammazzati, Edward Norton – figlio di poliziotto, fratello di poliziotto, cognato di poliziotto – lascia l’ufficio persone scomparse per cercare i colpevoli. Somiglia un po’ a “I padroni della notte” di James Gray (senza Eva Mendes), poi tira fuori un finale meno scontato di quel che l'inizio faceva immaginare.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi