Sciopero di venerdì 27 ottobre: disagi per i trasporti su scala nazionale

Autobus, treni, aerei: sarà una giornata molto complicata per chi deve spostarsi. Da Roma a Milano, passando per Firenze e Genova, orari diversi ma larga partecipazione

Sciopero di venerdì 27 ottobre: disagi per i trasporti su scala nazionale

La stazione Termini di Roma durante lo sciopero di venerdì 16 giugno 2017 (foto LaPresse)

Venerdì 27 ottobre giornata molto complicata per chi deve spostarsi con i mezzi pubblici. Al pari della giornata campale di venerdì 16 giugno, lo sciopero sarà su scala nazionale, come si apprende anche dalla pagina dedicata sul sito del ministero dei Trasporti. In buona sostanza, autobus, treni e anche aerei funzioneranno a singhiozzo. I sindacati Cub, Cobas, Sgb, Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uilt-Uil hanno proclamato lo stato di agitazione “contro il liberismo, privatizzazioni, liberalizzazioni e per cambiare il sistema che genera disuguaglianze salariali, sociali, economiche, di genere e verso i migranti”, si legge testualmente sul sito della Confederazione unitaria di base. Cambiano le sigle sindacali, ma le istanze sono più o meno sempre le stesse: Uiltrasporti, ad esempio, fa sapere che “i lavoratori di Enav sciopereranno per chiedere ad alta voce che i propri diritti siano garantiti” in materia di rinnovo del contratto collettivo, mentre Sgb, il Sindacato generale di base, vorrebbe “abolire la legge Fornero” e garantire la “pensione a 60 anni o con 35 anni di contributi”.

 

In un primo momento lo sciopero doveva essere di 24 ore e la Commissione di Garanzia aveva chiesto la precettazione, poi è arrivata la decisione del Mit di ridurre l’orario da 24 a 4 ore. Quindi il blocco dei treni (Gruppo Fs, Serfer Servizi Ferroviari, Trenord, Nuovo Trasporto Viaggiatori) è dalle 9 alle 13 del 27 ottobre. Stesso orario per il trasporto pubblico locale.


A Roma, dalle 10.30, manifestazione presso il ministero dello Sviluppo Economico. Atac, poi, rende noto che “l'agitazione interesserà bus, tram, metropolitane, ferrovie Roma-Lido, Termini-Centocelle e Roma-Civitacastellana-Viterbo”. Anche Ama Roma aderirà allo sciopero, ma assicura “servizi minimi essenziali e prestazioni indispensabili: Pronto Intervento a ciclo continuo; incenerimento rifiuti ospedalieri; raccolta pile, farmaci e siringhe abbandonate; pulizia mercati; raccolta rifiuti prodotti da Case di cura, Ospedali, Caserme, ecc.”.

 

Alta probabilità di disagi anche per chi dovrà spostarsi in aereo. L'Enav fa riferimento a uno sciopero di 4 ore tra le 13 e le 17. Inoltre si parla di due scioperi locali su Fiumicino e su Brescia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi