Sciopero venerdì 16 giugno: a rischio treni, aerei e trasporto pubblico locale

È stato indetto uno stop di 24 ore per protestare contro le "privatizzazioni in corso": si preannunciano molti disagi, con delle differenze da città a città

Sciopero trasporti

Foto LaPresse

Dopodomani, venerdì 16 giugno, ci sarà uno sciopero di 24 ore dei lavoratori che operano nel trasporto pubblico e privato. Aerei, treni, metro, autobus e mezzi marittimi: lo stop indetto dai sindacati Cub, Sgb, Cobas lavoro privato e Usb presumibilmente provocherà notevoli disagi a chi deve spostarsi. La protesta ha come fondamento le privatizzazioni in corso, una pratica che “si è diffusa pericolosamente e progressivamente, producendo dissesto economico, disoccupazione, minori servizi all'utenza, riduzione preoccupante dei livelli di sicurezza, salari, diritti e tutele dei lavoratori in caduta libera”.

Cominciando dal trasporto pubblico locale, a Milano – si legge – lo sciopero è in programma dalle 8.45 alle 15 e dalle 18 fino al termine del servizio. A Roma, invece, sono stati proclamati due scioperi, rispettivamente di 24 e di 4 ore. Entrambe le agitazioni interesseranno sia la rete Atac (bus, tram, metropolitane e ferrovie Roma-Lido, Roma-Viterbo e Termini-Centocelle) sia le linee periferiche gestite dalla Roma Tpl. Previste comunque le fasce di garanzia: servizio regolare fino alle 8.30 e dalle 17 alle 20. L'agitazione di 4 ore, invece, sarà dalle 11 alle 15. Nella notte tra il 15 e il 16 giugno a rischio le corse delle linee notturne da N1 a N27 e della linea 913. A Firenze sciopero dalle 15.15 alle 19.15 per i bus Ataf, mentre a Bologna ci saranno possibili ripercussioni sui servizi di bus e treni Tper. Verranno garantiti i servizi automobilistici e filoviari Tper urbani, suburbani ed extraurbani dei bacini di Bologna e Ferrara dall’inizio del servizio fino alle 8.30 e dalle 16.30 fino alle 19.30. Garantiti, inoltre, i servizi ferroviari essenziali Tper tra le 6 e le 9 e tra le 18 e le 21 sulle linee della rete Rfi e Fer.

Il trasporto aereo subirà notevoli tagli per tutta la giornata di venerdì. L’Enac, l’ente nazionale dell’aviazione civile, ha diffuso una lista dei voli garantiti: non dovrebbero esserci problemi con i voli previsti tra le 7 e le 10, tra le 18 e le 21 e per alcune tratte intercontinentali o di collegamento con le isole con una sola frequenza giornaliera.

Capitolo treni: il personale di Trenitalia e di Ferrovie dello Stato, fatta eccezione per Piemonte e Valle d’Aosta, di Trenord e di Ntv ha indetto uno stop tra le 21 di domani, giovedì 15 giugno, e le 21 di venerdì 16. Servizi essenziali garantiti tra le 6 e le 9 e tra le 18 e le 21; inoltre saranno mantenuti i collegamenti tra Roma Termini e l’aeroporto di Fiumicino e tra Milano Cadorna e Malpensa, con treni o autobus sostitutivi. Venerdì mattina, infine, verranno cancellati dei collegamenti tra Milano e Ventimiglia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • luigi.desa

    15 Giugno 2017 - 17:05

    La iniziativa privata è libera cantavano i padri costituenti e premurosi immediatamente prima elargivano articoli su sciopero e sindacati per limitare la libertà di impresa. Che dritti !

    Report

    Rispondi

Servizi