L'infortunio di Dybala non è grave: contro il Barcellona ci sarà

L'attaccante della Juventus valuterà con lo staff medico dell'Argentina l'entità dell'infortunio. Filtra ottimismo, ma non è escluso il rientro immediato a Torino. Intanto si lavora al rinnovo: presto la firma

Dybala

Foto LaPresse

Alla fine Paulo Dybala se l'è cavata giusto con un po' di paura: l'infortunio rimediato durante Sampdoria-Juventus di ieri non è nulla di grave. L'indurimento al flessore della coscia sinistra non dovrebbe mettere a rischio la sua presenza nelle partite decisive di aprile, il doppio confronto con il Napoli tra campionato e ritorno della semifinale di Coppa Italia e soprattutto i due incroci di Champions con il Barcellona.

Dopo la sostituzione con Pjaca alla mezz'ora del primo tempo, Dybala ha fatto un po' di stretching in panchina e a fine partita è corso insieme ai compagni a salutare i tifosi. Per non correre rischi l'argentino si è fermato non appena ha sentito dolore, forse ripensando all'infortunio dell'ottobre scorso durante Milan-Juve che lo tenne fuori per un mese e mezzo e probabilmente anche al sovraccarico al soleo sinistro che un anno fa gli fece saltare il ritorno degli ottavi di Champions contro il Bayern Monaco.

Per tornare grande la serie A deve giocare di più all'ora di pranzo

Maurizio Sarri: “Mi fa schifo giocare alle 12.30”. Ma le ragioni tecniche cozzano contro quelle del mercato. E la Fiorentina si stringe attorno a Kalinic, per ritrovare un pizzico dell'orgoglio perduto

Ieri, lasciando Marassi, Dybala ha tranquillizzato tutti spiegando che avrebbe fatto tutti gli esami strumentali necessari in Argentina. L'entità dell'infortunio verrà valutata attentamente con lo staff medico della nazionale, che il 24 e il 28 marzo affronterà rispettivamente Cile e Bolivia per le qualificazioni ai Mondiali. La Joya ci tiene molto a giocare, anche perché la Seleccion attualmente è quinta in classifica, distante una posizione dal quarto posto, l'ultimo per l'accesso diretto a Russia 2018. Non è escluso, però, che Dybala rientri subito a Torino per iniziare il recupero.

Nel frattempo, proseguono sotto traccia le operazioni per il prolungamento e l'adeguamento del contratto. La firma è slittata leggermente solo per qualche fisiologico intoppo burocratico, ma presto l'ex Palermo diventerà uno dei giocatori più pagati della Juventus dopo Higuain: tra fisso e bonus, guadagnerà circa 7 milioni di euro netti a stagione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi