A 101 anni è morto David Rockefeller

Tra i più importanti banchieri del mondo, fu tra i fondatori del gruppo Bilderberg e della Commissione Trilaterale. Grande filantropo, aveva un patrimonio di 3,3 miliardi di dollari

David Rockefeller

David Rockefeller a New York nella sede dell'Onu il 30 novembre 2016 (foto LaPresse)

A 101 anni è morto David Rockefeller. Tra i banchieri più importanti del mondo, si è spento nella sua casa di Pocantico Hilles, nello stato di New York, a causa di un'insufficienza cardiaca. Era l'ultimo nipote di John Rockefeller, il fondatore della compagnia petrolifera Standard Oil. In passato leader di Chase Manhattan Bank, da cui nacque poi la JPMorgan Chase, fu tra i padri del gruppo Bilderberg e della Commissione Trilaterale.

La rivista Forbes lo aveva inserito al 581esimo posto tra le persone più ricche del pianeta e al primo della classifica degli anziani più facoltosi. Il suo patrimonio è stimato in 3,3 miliardi di dollari. È famoso anche per la sua grande filantropia: nel 2006 concesse in eredità al Rockefeller Brothers Fund ben 225 milioni di dollari, mentre nel 2005 100 milioni erano andati al Moma e alla Rockefeller University di New York. È del 2008, invece, il regalo di altri 100 milioni ad Harvard.

Grande collezionista di opere d'arte - ne possedeva circa 15mila – fu una figura controversa anche per i suoi rapporti con diversi esponenti politici mondiali, dall'ex leader cinese Deng Xiaoping a Nelson Mandela, passando per il dittatore cileno Augusto Pinochet e per Saddam Hussein.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi