La libertà di suonare a Tel Aviv

Pure i Rem contro i boicottatori che vorrebbero censurare i Radiohead

La libertà di suonare a Tel Aviv

Il leader dei Rem Michael Stipe (foto LaPresse)

Tutto è iniziato almeno un paio di mesi fa, con il solito aut aut del solito Roger Waters, ormai non più frontman dei Pink Floyd ma piuttosto leader del più redditizio movimento per il boicottaggio di Israele. Aveva detto ai Radiohead: dovete cancellare il vostro concerto a Tel Aviv – concerto previsto per domani. Thom Yorke, leader del gruppo, aveva risposto con un’intervista a Rolling Stone dicendo, in pratica: ci state dando degli ignoranti, ma non lo siamo. Semplicemente, non...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, REGISTRATI e scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi