Il dissidente muto

Come il silenzio di Fico, l’ortodosso napoletano e anti Di Maio, è diventato per i grillini un non-silenzio

Il dissidente muto

Foto LaPresse

Da quando, alla festa dei Cinque stelle di Rimini, è stato detto, sancito e ribadito ai margini del palco che Roberto Fico, deputato e presidente della Vigilanza Rai, è il capo dell’opposizione interna a Cinque stelle, la battuta ha cominciato a circolare nei Palazzi: “Un fantasma si aggira nel M5s: l’opposizione interna”. Il problema, infatti, è che il quarantatreenne napoletano Roberto Fico, da anni parla, sì, e da anni viene considerato un inguaribile “ortodosso” (e qui si apre un sotto-problema:...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • luigi.desa

    02 Ottobre 2017 - 13:01

    Un grillino che parla poco è un dono degli dei.

    Report

    Rispondi

  • carlo.trinchi

    02 Ottobre 2017 - 12:12

    Bel personaggio. Serio, schivo, educato, misurato. Però una parola fuori campo sul canone rai potrebbe dirla e chi meglio di lui, lontano da beghe e compromessi potrebbe dirla e, anzi, aprirci un caso nazionale? Renzi ci ha fottuto con la bolletta elettrica. Lei Fico potrebbe ridarci l'onore togliendoci la scossa o, almeno provarci con argomenti, e sono tanti, a prova di bomba. Onorevole cittadino Fico, lasci perdere Di Maio nel mare tempestoso dove si è definitivamente perso ed affronti temi veri, temi sentiti dal popolo che guarda e giudica dai fatti concreti e non utopistici chi, come lei, si è messo in discussione nel silenzio delle cose da fare che altri, volutamente ed interessatamente non hanno mai portato a compimento. Il canone rai cittadino Fico. Quello si che sarebbe "na cosa grande pe noi". Ci Pensi e ci rifletta e, non ci deluda: agisca.

    Report

    Rispondi

Servizi