Bella la moda ma non al cinema

Tutti gli stilisti sognano di presentarsi con un film a Venezia. Sonno beato in sala con “Woodshock”

Bella la moda ma non al cinema

Kirsten Dunst, Laura e Kate Mulleavy alla prima di "Woodshock"

Conoscendo molto bene l’accrocchio di parole vuote di cui gli uffici stampa della moda infarciscono i comunicati stampa delle nuove collezioni, quelle ricevute sul film “Woodshock” delle sorelle Kate e Laura Mulleavy, sigla creativa di Rodarte presentato alla Mostra del Cinema di Venezia, avrebbero dovuto insospettirmi: “Una desolazione ipnotica dell’isolamento, della paranoia e del dolore che esiste nel mondo interiore dai tratti onirici della protagonista”. Nessuno conosce un mondo interiore che sia fatto di tratti reali, Carl Gustav Jung ci...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi