Il genio bruciato di Basquiat

Pittura e poesia nelle strade di New York, questi erano gli anni Ottanta. A Roma una mostra dedicata all’artista afro-americano inquieto e ribelle, star del mercato, che fu travolto dall’eroina

Il genio bruciato di Basquiat

Artwork by Jean Michel Basquiat, Untitled (A Nation of Fools)

Il genio e la sregolatezza, il successo e gli eccessi, le ossessioni e le follie, la scrittura e la lettura, tanti colori e innumerevoli ombre. Era tutto questo Jean-Michel Basquiat (1960-1988), indimenticabile artista afro-americano, writer e pittore, amico di Andy Warhol e Keith Haring – con cui condivise molte cose, dalle amicizie ai lavori oltre alle tante sostanze stupefacenti che lo fecero andar via troppo presto – fidanzato, per un periodo, anche con Madonna, che proprio in quegli anni aveva...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, REGISTRATI e scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi