Il chip filosofale

Una fabbrichetta di Berkeley sfida Ibm e Google sui super computer del futuro. Visita guidata (da un cervello in fuga senza rimpianti)

Il chip filosofale

Non un granello di polvere nella “clean room” del secondo stabilimento Rigetti, a Fremont, sempre in Silicon Valley, dove si realizzano i microchip di nuova generazione

Berkeley. Ho visto il futuro, sta in una fabbrichetta. Considerata dal Mit una delle 50 aziende più influenti del 2017 (al ventottesimo posto, prima di Tesla), Rigetti (pronuncia righetti, possibilmente con la e aperta, rigaaaadi) è una startup super tecnologica che secondo Wired “sta sfidando Ibm e Google” su uno dei business più promettenti del futuro, quello dei computer quantistici. Premessa: oggi un nostro smartphone ha la potenza di calcolo di un computer militare di cinquant’anni fa. Ma non basta...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, REGISTRATI e scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi