Astice a colazione

Incontro a New York con Nero Wolfe, ma non si parla di lavoro né di orchidee. Solo di cucina e dei vizi degli chef che vanno in tv

Astice a colazione
Goodwin mi sta aspettando su una panchina della 23esima strada all’altezza del Madison Square Park. Mentre mi avvicino controllo se assomiglia alla descrizione di Stout: sopra la trentina, belloccio, espressione sveglia, con l’aria di trovarsi a suo agio nel pub dei minatori come nella sala da pranzo del castello di Windsor. Corrisponde. Sta mangiando quello che mi sembra un hot dog. Quando mi vede ingoia in un lampo l’ultimo boccone e si alza tendendomi la mano. Stretta franca e sorriso...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, REGISTRATI e scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi