Chi è Nino Rizzo Nervo, l’uomo di tv che dalla squadra di Palazzo Chigi tiene d’occhio la tv post renziana

Post democristiano di sinistra come il premier, post uomo Rai come il premier, in buoni rapporti con il Colle come il premier. Un siciliano "cortese, non caciarone, non dirigista" nell'inner circle di Gentiloni, tra new entry e post renziani

Marianna Rizzini

Email:

rizzini@ilfoglio.it

Chi è Nino Rizzo Nervo, l’uomo di tv che dalla squadra di Palazzo Chigi tiene d’occhio la tv post renziana

Nino Rizzo Nervo (foto LaPresse)

"Chiama qualcuno… Chiama Rizzo Nervo". Questa è la frase con cui, di solito, i direttori di giornale si rivolgevano ai cronisti incaricati di scrivere un qualsiasi, cosiddetto “pezzo Rai” negli anni in cui c’era sempre aperto un caso Rai (tipo l’ultimo attrito tra l’allora direttore generale Mauro Masi e Michele Santoro o le adombrate “ingerenze berlusconiane” nei momenti duri del tormentone “Raiset”, con la Rai sospettata di connivenza con il nemico Mediaset via Palazzo Chigi). Qualsiasi cosa fosse successa, qualunque...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, REGISTRATI e scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi