Spartaco, il re degli schiavi

Non solo gladiatori. La costrizione, il lavoro, la lotta per la libertà: dall’antica Roma al ’900. Una mostra all'Ara Pacis

Spartaco, il re degli schiavi
Io sono Spartaco!”. Così proclamavano l’uno dopo l’altro gli schiavi ribelli prigionieri nella famosa scena del kolossal di Stanley Kubrick con Kirk Douglas, sfidando l’offerta di Crasso di risparmiare la vita a tutti se identificavano “il corpo o la persona viva dello schiavo chiamato Spartaco”. Il gladiatore che fece tremare l’Urbe è ora di nuovo preso a simbolo in “Spartaco. Schiavi e padroni a Roma”: mostra in corso all’Ara Pacis fino al 17 settembre, con 250 reperti archeologici, 10 fotografie...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, REGISTRATI e scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi