Jamais l'Islam

La sua vocazione totalitaria è incompatibile con la storia, la laicità e la democrazia della Francia. Le provocazioni di Eric Zemmour

Jamais l'Islam

Musulmani in preghiera (foto LaPresse)

Chi è Zemmour Passa il tempo a pubblicare pamphlet e a difendersi in tribunale dalle accuse di “razzismo” e “islamofobia”. È il nemico pubblico numero uno, eppure Eric Zemmour è ovunque. È un perseguitato che diventa persecutore. Del pensiero unico, delle ideologie, della società orfana. I suoi saggi vendono più dei romanzi del Nobel Patrick Modiano. Anticipiamo un capitolo di “Un quinquennio per nulla”, un bilancio poco edificante della presidenza Hollande (Enrico Damiani Editore, traduzione di Mauro Zanon). Zemmour è il...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi