Il protogrillino

Riforme fallite, imposture, il bluff dell’antimafia. Così Crocetta sta per consegnare il governo della Sicilia ai Cinque stelle

Il protogrillino

Rosario Crocetta, Pd, dal novembre 2012 presidente della regione Sicilia (foto LaPresse)

Dopo ognuna delle sue apparizioni, Beppe Grillo può sorridere felice. Dopo la solita denuncia di uno scandalo nuovo o di seconda mano, un grillino può esultare. A ogni parola di Rosario Crocetta corrisponde un voto in più per il Movimento 5 stelle. A ogni annuncio del governatore siciliano puntualmente risolto in un flop, nuovo consenso per i già lanciatissimi Cinque stelle siciliani. Di fallimento in fallimento, di spot in spot, infatti, il governatore antimafia e antipolitica sta spianando ai pentastellati...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, REGISTRATI e scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi