La leva culturale

Festa a Parigi. Il Beaubourg voluto da Pompidou e disegnato da Piano compie quarant’anni. Nato tra le polemiche, è più in forma che mai

La leva culturale

Il Centro Georges Pompidou, il più rivoluzionario dei musei parigini, fu inaugurato il 31 gennaio 1977. Il presidente, grande collezionista d’arte contemporanea, voleva recuperare il gap con New York

I parigini se la ricordano ancora quella prima pagina del Monde: “Lo stupro di Parigi”. Il quotidiano dell’establishment francese, sempre misurato, si era lasciato trascinare dal malumore diffuso in un certo milieu cultural-mondano, per l’installazione nella capitale del nuovo ed esuberante museo voluto dal presidente della Repubblica, Georges Pompidou. “Sembra una raffineria di petrolio”, dissero i detrattori più accaniti, “è un’officina del gas nel cuore di Parigi”, attaccarono altri. Ma dietro quei soprannomi poco lusinghieri, che celavano l’eterna querelle tra...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, REGISTRATI e scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • carlo schieppati

    13 Marzo 2017 - 12:12

    Alcune classifiche lo metteno nella top ten degli edifici più brutti del mondo. In effetti fa cagare.

    Report

    Rispondi

Servizi