Da Holmes a Schiavone: il detective, guerriero e filosofo che si allena alla morte

Nella letteratura e al cinema, deve tuffarsi tra i gorghi della violenza, e al tempo stesso ogni suo gesto, ogni sguardo esprime una visione del mondo, la lente d’ingrandimento con cui studia la scena del crimine

Da Holmes a Schiavone: il detective, guerriero e filosofo che si allena alla morte

Jude Law (Watson) e Robert Downey Jr. (Holmes), ultime incarnazioni cinematografiche e televisive dei personaggi di Sir Arthur Conan Doyle

“Felice chi vide ciò che è sotto la terra. Sa il termine di una vita, sa un inizio divino” (Pindaro) “Ma in che mondo vive, Marlowe? In questo, ma non l’ho scelto io” (Raymond Chandler)   Un poliziotto di mezz’età rientra a casa tardi, dopo una giornata faticosa o essere stato a letto con una bella donna. Ad aspettarlo sul divano c’è la moglie sorridente. Li osserviamo ridere e cenare, e ci sembra di aver già capito con chi abbiamo...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, REGISTRATI e scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi