Menzogna e privilegio

“Vi spiego perché le bugie inquinano il mercato delle idee”. Parla Pitruzzella, capo dell’Antitrust

Menzogna e privilegio

Giovanni Pitruzzella, qui con il presidente Sergio Mattarella, interviene nel dibattito sul web e le regole dell’informazione (foto LaPresse)

Il mercato delle idee deve restare libero, è la lezione duratura dei costituzionalisti americani, ma la libertà non dà diritto alla menzogna. Non esiste una verità precostituita che possa essere imposta, tuttavia ciò non conferisce a nessuno il privilegio delle bugie. E’ una regola morale fondamentale: chi mente viola la dignità dell’uomo, sosteneva Immanuel Kant. E non solo: manipolare l’informazione o diffondere notizie false crea un’asimmetria perversa che impedisce la concorrenza leale in ogni campo, dallo scambio delle merci a...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi