Merda (e altro) d’artista. Piero Manzoni

La chiuse dentro un barattolo e diventò preziosa. Geniale innovatore, come Andy Warhol. Diede scandalo quando presentò, nel 1961, quella che sarebbe diventata la sua opera più famosa, ancora oggi contesa alle aste. Ma c’erano anche le uova e i panini

Merda (e altro) d’artista. Piero Manzoni
Ma sì, possiamo vantarlo anche noi un Warhol, quasi un vero Andy Warhol. Si chiamava Piero Manzoni e fu artista non meno geniale e innovatore dell’estroverso slovacco-americano. Warhol, morto a cinquantanove anni, il suo talento riuscì a dispiegarlo, Manzoni se ne è andato all’improvviso, nemmeno trentenne, chi sa dove sarebbe potuto arrivare. Sul mercato, Warhol è sempre al top ma Manzoni comincia a salire. A una recente vendita d’asta, a Milano, una sua “Merda d’artista n. 069” L’arte “da mangiare”...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, REGISTRATI e scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • Nambikwara

    Nambikwara

    26 Dicembre 2016 - 15:03

    Ero sicuro, fin da allora, che era una merda d'artista: alle aste dell'asilo i suppose.

    Report

    Rispondi

Servizi