America confidential

Il peana di Trump intonato da Taki Theodoracopulos, il “fascista preferito” di Agnelli che sognava di castigare la destra di Reagan. Chiacchierata mondana a Park Avenue

Aamerica confidential

Donald Trump (qui nel suo attico della Trump Tower in un servizio di People) è il presidente preferito di Theodoracopulos Theodoracopulos dai tempi di Eisenhower

Taki Theodoracopulos racconta le sue avventure riportando i dialoghi con il discorso diretto. Quando s’infervora imita anche le voci e le espressioni, la erre dell’avvocato Agnelli, l’inglese rauco e germanizzante di Kissinger, il tono sguaiato di Trump. Quando la narrazione lo esige, si alza dalla poltrona e mima la scena muovendosi agilmente per la sala, dicendo “io ero qui, lui era lì”, come un regista che conduce l’attore nella sequenza. L’effetto è che una conversazione del 1962 con William Buckley...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, REGISTRATI e scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi