Cosa far leggere a un avversario politico. I consigli di Roberto Maroni

Cosa far leggere a un avversario politico. I consigli di Pier Carlo Padoan

Roberto Maroni (foto LaPresse)

Il Foglio ha condotto un piccolo esperimento: provare a conoscere meglio alcuni protagonisti della vita politica italiana chiedendo loro di consigliare a un avversario tre libri da leggere durante l’estate. In alcuni casi, l’avversario è stato esplicitato. In altri casi, l’avversario è solo figurato. Lo abbiamo chiesto a esponenti di tutti i partiti. Dal Pd a Forza Italia passando per la Lega, Mdp e il Movimento 5 stelle e in molti ci hanno risposto e hanno accettato di stare al gioco. Ecco cosa ci ha risposto il governatore della Lombardia, Roberto Maroni.

 

L'esponente della Lega premette che il suo peggior nemico è “l’essere mediocre”. E a questo essere figurato il governatore della Lombardia suggerisce tre libri, molto diversi tra loro. Il primo: Epicuro, “Lettera sulla felicità”. Il secondo: Fabrizio Carcano, “Il mostro di Milano”, “per non dimenticare che siamo padani”, dice con un sorriso rivolto chissà a chi il governatore. Il terzo è un libro più romantico: “Poesie”, di Emily Dickinson. Maroni cita addirittura una poesia a memoria: “Per fare un prato/ occorrono un trifoglio e un’ape/ un trifoglio e un’ape/ e sogno./ Il sogno basterà/ se le api son poche”.

 

Per i lettori che volessero invece consigliare un libro a un politico da oggi e per qualche giorno si può scrivere qui: libroalpolitico@ilfoglio.it. I migliori consigli saranno pubblicati nei prossimi giorni sul Foglio. Buona lettura.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi