Lega e Pd, rischio sfascismo. Cos'è l'interesse dei bambini?

Al direttore - Sulla divisione delle carriere dei magistrati, più che un articolo del segretario delle Camere penali, mi sarei aspettato una vignetta di Vincino, essendo l’argomento più oggetto di calembour che argomentazioni di buon senso più o meno giuridico. Resta per me, dopo oltre mezzo secolo, la curiosità mai soddisfatta del significato del 4° comma dell’art. 107 Cost. Ribaldo durante l’esame di Diritto costituzionale ne chiesi spiegazione al prof interrogante. Non ricordo la risposta perché probabilmente era una cavolata buttata lì e senza alcun senso. Ancora oggi mi domando il perché di quel 4°comma se i magistrati sono una unica grande famiglia?

Luigi De Santis

 


 

Al direttore - Ok, spiega Stephen Hawking sul Corsera che Trump porterà la terra all'ebollizione e che a causa sua il nostro pianeta diventerà rovente e invivibile come Venere. Può dirci però Stephen Hawking anche nome e cognome di chi ha ridotto così la Stella del mattino?

Ubaldo Casotto

 


 

Al direttore - Propongo lo stato di emergenza sanitaria nella regione Lazio. Anzi, sono molto sorpreso che le autorità sanitarie, ministro e Istituto superiore di sanità, non abbiano già provveduto e che lo stesso presidente della regione Zingaretti ancora non l’abbia richiesto e meglio ancora reclamato. Secondo gli ultimissimi dati del bollettino settimanale del morbillo, alla cui cura provvede (una cura assai curiosa, visto che la distinzione tra casi di morbillo confermati e sospetti è andata a farsi benedire) lo stesso Istituto superiore di sanità, in Italia si sono registrati fino al 2 luglio 3.346 casi di morbillo, dei quali 1.093, quasi un terzo del totale, nel solo Lazio. In Italia l’incidenza del morbillo è attualmente pari a 5,5 casi ogni centomila abitanti, nel Lazio l’incidenza è del 18,6, quasi tre volte e mezzo superiore. Siccome quella nazionale è definita dalle autorità “epidemia”, nel Lazio si può a buona ragione parlare di “grave epidemia”, se non proprio di “gravissima epidemia” di morbillo. Dunque oltre alle misure di profilassi per vaccinare tutta la popolazione laziale ancora non vaccinata, occorrerà provvedere alle misure di vigilanza e controllo di quanti entrano ed escono dalla regione, limitando i movimenti in uscita e quelli stessi in entrata ai soli vaccinati di morbillo. Conto che si provvederà in tal senso, in coerenza con la solerzia con cui si è provveduto alla obbligatorietà dei vaccini.

Roberto Volpi

 


 

Al direttore - Quando il Pd finirà di farci del male?

Filippo Testa

Prima bisogna vedere se esiste ancora il Pd. Dal dibattito sul Ceta capiremo se c’è ancora o no traccia di quel partito. Andare contro il Ceta significa andare contro la globalizzazione. Andare contro la globalizzazione significa inseguire gli sfascisti. Il vero stress test del riformismo Pd sarà questo, altro che alleanze. Alla Camera il testo è passato. Al Senato rischia di essere più difficile. Sarebbe un dramma.

 


 

Al direttore - La frase di Giorgetti e Borghi della Lega “è possibile non uscire dall’euro purché si riscriva Maastricht” si può interpretare nel senso che la revisione del trattato è condizione necessaria ma non sufficiente per rimanere nell’euro. La linea della Lega, anche se naturalmente i vari esponenti la declinano con sfumature diverse, era ed è sempre la stessa. Chi ha orecchie per intendere, intenda. Ma non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire.

Lorenzo Tocco

La Lega ha scelto di competere sul terreno del grillismo. Una ragione in più, per il Cav., per starne lontano. Molto lontano.

 


 

Errata corrige - Nell’articolo pubblicato ieri dal titolo “Emiliano parla di Veneto ma riesuma ‘scheletri’ bancari dalemiani e pugliesi”, in un passaggio, per un caso di omonimia, è stato scritto erroneamente che “ tra i crediti segnalati da Banca d’Italia spiccano quelli a Nicola Fusillo, imprenditore dei centri commerciali e grande elettore di Emiliano”. In realtà i crediti segnalati si riferiscono al gruppo Fusillo-Curci e alla holding Maiora con cui Nicola Fusillo, che è un imprenditore operante nell’edilizia privata, non ha interessi in comune. Ci scusiamo dell’errore con l’interessato e i lettori.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • giantrombetta

    06 Luglio 2017 - 09:09

    Caro direttore, anche lei si chiede se il Pd esiste ancora. Premesso per corretezza che non ho mai votato Pd, confesso di avere salutato con interesse e speranza il tentativo di Renzi di rottamare il passato e costruire a sinistra un grande partito riformatore ispirato alle migliori tradizioni del socialismo democratico europeo, ovviamente aggiornandole al contesto della globalizzazione. A me e' parso chiaro fin dall'inizio dell'avventura renziana che ciò significava, al di là dei proclami, cambiare il Pd, ovvero farne un altro partito non soltanto cambiandone la nomenclatura. Alla luce di quanto e' accaduto e accade mi tormenta il sospetto che siamo noi ad inseguire purtroppo l'isola che non c'è.

    Report

    Rispondi

Servizi