La “svolta buona”. Promosso dal Csm il pm che disse no al teorema della Trattativa

Nel 2012 Paolo Guido non firmò l’avviso di conclusione delle indagini preliminari sulla Trattativa. Ora diventerà procuratore aggiunto di Palermo. Sconfitta l’antimafia chiodata

La “svolta buona”. Promosso dal Csm il pm che disse no al teorema della Trattativa

L'aula bunker del carcere Ucciardone di Palermo dove si svolgono le udienze del processo sulla presunta trattativa (foto LaPresse)

Per carità, il processo sulla presunta Trattativa tra i boss e alcuni apparati dello Stato è ancora in piedi: nell’aula bunker dell’Ucciardone le udienze si susseguono regolarmente e se tutto andrà per il verso giusto a fine anno la Corte di Assise dovrebbe emettere la sentenza. Ma il clima, bisogna pur dirlo, non è più quello di cinque anni fa, quando Antonio Ingroia, procuratore aggiunto e regista della mastodontica inchiesta, richiamava a Palermo giornalisti di ogni genere e qualità per...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

Servizi