Perché dalla Germania arrivano critiche a Renzi e alla politica italiana

La rassegna della stampa internazionale sui principali fatti che riguardano da vicino il nostro paese. Oggi articoli di Sueddeutsche Zeitung, Pais, Bloomberg Business Week, Times

Perché dalla Germania arrivano critiche a Renzi e alla politica italiana

Dalla "Sueddeutsche Zeitung" un cartellino rosso all'ex premier Renzi

Berlino, 26 ott 08:37 - (Agenzia Nova) - L’economia italiana è in ripresa, i crediti bancari inesigibili sono ridotti, gli imprenditori si fanno coraggio. Sono segnali labili, ma sono estremamente importanti, scrive la "Sueddeutsche Zeitung", perché riguardano due annosi problemi italiani: la stagnazione economica di lungo termine e l'incauta concessione del credito dovuta alla penetrazione degli interessi politici locali nel sistema bancario; un problema culminato dopo la crisi finanziaria del 2008 in quello opposto, cioè l'arresto del flusso di credito alle attività produttive. Per la prima volta, però, la ripresa pare arrivare nella vita quotidiana di molti italiani. Il numero dei dipendenti è tornato al livello precedente la crisi del 2008. Fino ad ora l'economia è stata sostenuta perlopiù dalle esportazioni, ma negli ultimi mesi anche i consumi privati hanno esibito segnali di ripresa. Il parlamento sta attualmente discutendo la legge di bilancio per il 2018. Proprio in un momento simile, critica la "Sueddeutsche Zeitung", l'ex premier Matteo Renzi ha scelto di attaccare l’autonomia della Banca d'Italia accusando il governatore uscente, Ignazio Visco, di non aver vigilato a dovere sulle banche che hanno trascinato alla rovina molti risparmiatori. Il populismo, accusa il quotidiano tedesco, ha contagiato anche Renzi e il suo partito. Il leader del Partito democratico tenta di guadagnare consensi elettorali in vista delle prossime elezioni in primavera. Il mandato di Visco scadrà fra pochi giorni dopo sei anni alla guida della Banca centrale. Starà al capo dello Stato su proposta del Primo ministro Gentiloni decidere se confermarlo o nominare un successore. Nel novembre del 2015, ricorda il quotidiano tedesco, il governo di Renzi ha dovuto salvare quattro banche regionali italiane. Tra loro c’era Banca Etruria, che aveva ingannato i suoi correntisti e nel cui Consiglio di amministrazione c’era il padre dell'allora ministro delle Riforme Maria Elena Boschi. Questo conflitto d'interessi ha pesato significativamente sull'immagine del governo di Matteo Renzi. C’è chi pensa, secondo la "Sueddeutsche Zeitung", che la sua sia una resa dei conti. Renzi, conclude il quotidiano, ha intrapreso il tentativo di battere il Movimento cinque stelle con le sue armi, ma questa tattica rischia di rivoltarglisi contro.

Leggi l’articolo del Sueddeutsche Zeitung

La politica minaccia la crescita economica

Berlino, 26 ott 09:44 - (Agenzia Nova) - Maria Cannata, direttrice del dipartimento del debito pubblico del Tesoro, può stare relativamente tranquilla, scrive la "Sueddeutsche Zeitung". La politica della Bce facilita il suo compito, e l'Italia sta finalmente uscendo dalla più grave recessione della sua storia. La crescita economica nel 2017 ha superato le previsioni e le banche hanno ridotto i loro crediti inesigibili di un quarto dall’inizio dell’anno. Nel complesso, il costo del rifinanziamento del debito rimane molto basso, a circa lo 0,75 per cento. Nel 2011, al culmine della crisi, era del 3,61 per cento. Tuttavia l’agenzia Moody’s ha appena punito l’Italia mantenendo un giudizio molto negativo sullo stato di salute dei suoi conti. La crescita sarebbe troppo lenta e il debito pubblico è salito a 2.281 miliardi di euro nel mese di giugno, mentre il rapporto debito Pil è del 133 per cento. Poi c’è l’incertezza delle prossime elezioni, che potrebbero premiare il Movimento 5 Stelle, le cui posizioni anti-establishment ed euroscettiche non godono della simpatia dei mercati. 

Leggi l’articolo del Sueddeutsche Zeitung

Il ritorno in borsa di Monte dei Paschi non è positivo per le casse dello Stato

New York, 26 ott 09:44 - (Agenzia Nova) - Le azioni di banca Monte dei Paschi di Siena (Mps) hanno aperto in rialzo sulla Borsa di Milano dopo dieci mesi di sospensione delle contrattazioni, ma sono rimaste al di sotto del prezzo versato dallo Stato italiano per soccorrere la quarta banca italiana. Le azioni di Mps erano state scambiate per l'ultima volta a Milano nel dicembre dello scorso anno, quando al banca si era dovuta rivolgere a Roma dopo il fallimento di un tentativo di ricapitalizzazione da 5 miliardi di euro. ieri le azioni di Monte dei Paschi hanno aperto a 4,10 euro, e poi sono salite sino a 5,26 euro (più 28 per cento). Quel prezzo, sottolinea però "Bloomberg", si traduce in una perdita netta di 1,3 miliardi di euro per i contribuenti italiani, che attraverso lo Stato controllano la maggioranza della banca senese.

Leggi l’articolo del Bloomberg Business Week

Italia: il fondo americano Cerberus interessato all’acquisti di Alitalia

Parigi, 26 ott 08:37 - (Agenzia Nova) - ”Les Echos” parla dell’interesse mostrato dal fondo di investimenti Ceberus Capital Management nei confronti di Alitalia. Il quotidiano economico spiega che, a differenza di altri “pretendenti” come Lufthansa e Easy Jet, Cerberus si distingue perché “è interessato a un acquisto di Alitalia nella sua totalità a patto che sia completamente ristrutturata”. Il fondo americano sarebbe pronto a mettere su piatto una cifra compreso tra i 100 e i 400 milioni di euro, con il governo italiano che manterrebbe una partecipazione nella compagnia. “Les Echos” giudica “possibile” un acquisto da parte di Cerberus.

Leggi l’articolo dell’Echos

La storia dell'omosessualità sarà insegnata all'Università di Torino in Italia

Londra, 26 ott 08:37 - (Agenzia Nova) - L'Università di Torino offrirà un corso di storia dell'omosessualità, una novità assoluta in un paese a maggioranza cattolico che finora è stato molto lento nel garantire eguali diritti ai gay. Il corso inizierà nel prossimo mese di aprile nell'ambito della facoltà di arti, musica e spettacolo: le 18 lezioni previste si soffermeranno sulla storia colturale dell'omosessualità spaziando dal 18esimo secolo al giorno d'oggi, con particolare attenzione ai movimenti per i diritti dei gay nel 20esimo secolo; il corso sarà tenuto dalla professoressa 43enne Maya De Leo.

Leggi l’articolo del Times


PANORAMA INTERNAZIONALE


 

Germania: Steinmeier descrive le ferite aperte nelle relazioni con la Russia

Mosca, 26 ott 09:44 - (Agenzia Nova) - E' necessario opporsi alla distanze sorte tra Russia e Germania, ha dichiarato il presidente tedesco in apertura dell'incontro con il presidente Putin. Secondo il presidente tedesco, i capi di Stato dovrebbero usare le opportunità per proseguire il dialogo, allo scopo di migliorare le relazioni tra Mosca e Berlino. Steinmeier ha notato che i paesi non possono essere soddisfatti degli attuali rapporti negli ultimi anni. "E' necessario continuare il dialogo, sono necessari tentativi a lungo termine da entrambe le parti", ha dichiarato il presidente tedesco. Russia e Germania devono abbandonare accuse e incomprensioni, così come le divergenze negli ultimi anni in vista di un ripristino della fiducia. Esistono ancora questioni irrisolte nei rapporti tra Russia e Germania, ha ricordato il presidente tedesco. "Siamo di parere unanime sul fatto che allo stato attuale non sì può essere soddisfatti e non si dovrebbe esserlo", ha dichiarato Steinmeier. "Siamo ancora lontani de un rapporto normale. Ci sono ferite aperte e questioni irrisolte, in particolare riguardo l'annessione della Crimea e il conflitto in Ucraina orientale, che continuano ad essere un peso nelle nostre relazioni", ha affermato il presidente della Germania, spiegando: "Sono convinto che di queste riunioni, come quella di oggi, abbiamo bisogno", ha dichiarato Steinmeier. "Queste relazioni sono troppo importanti per permettere una mancanza di dialogo", ha concluso il presidente della Germania. Russia e Germania hanno infatti individuato posizioni comuni sulla necessità di distruggere il terrorismo in Siria, ha affermato a sua volta il presidente Putin. "Abbiamo parlato di temi attuali dell'agenda internazionale. La situazione in Siria è stata discussa nel dettaglio. Sono d'accordo sul fatto che sia necessario ottenere l'eliminazione completa e definitiva dei terroristi sul territorio di questo paese e aumentare gli sforzi per promuovere una soluzione politica", ha chiarito Putin.

Leggi l’articolo del Vlad Time

Berlino: raid della polizia nell’ambiente islamico

Amburgo, 26 ott 09:44 - (Agenzia Nova) - La polizia berlinese ha sequestrato armi e grandi quantità di munizioni durante la notte di mercoledì durante una retata in ambienti islamici. Un 40 enne con la cittadinanza tedesca è stato arrestato, come hanno annunciato la polizia e il procuratore. Il sospetto era indagato da diversi mesi. L’ufficio del Procuratore generale di Berlino ha richiamato a sé l’inchiesta a causa della preoccupazione che le armi sarebbero potute esser utilizzate per attacchi terroristici. Poiché l’uomo dava segni di una “maggiore disponibilità ad agire”, gli investigatori hanno deciso di arrestarlo. Tuttavia non esistevano riscontri concreti su piani di attacco. 

Leggi l’articolo dello Spiegel

Francia: Macron sta preparando un rimaneggiamento del governo

Parigi, 26 ott 09:44 - (Agenzia Nova) - Il presidente Emmanuel Macron starebbe riflettendo in merito a un terzo “rimaneggiamento di governo”. Lo afferma “Le Figaro”, secondo il quale la probabile nomina dell’attuale portavoce del governo, Christophe Castaner, a segretario generale della Republique en marche comporterebbe dei cambiamenti all’interno dello scacchiere dell’esecutivo. Il quotidiano fa alcuni dei possibili nomi che potrebbero sostituire Castaner, sottolineando però che non ci dovrebbero essere grandi cambiamenti. L’unica incognita riguarda il ministro del lavoro, Muriel Penicaud, che nei prossimi giorni potrebbe essere inscritta nel registro degli indagati per l’affaire Business France. Un’eventualità che costringerebbe il governo a modifiche più radicali.

Leggi l’articolo del Figaro

Francia: la lotta al terrorismo della Brigata criminale

Parigi, 26 ott 09:44 - (Agenzia Nova) - Ampio spazio su “Le Figaro” alla lotta al terrorismo condotta dalla Brigata criminale, il servizio della polizia francese che, tra i vari compiti, è incaricata di vigilare sulle azioni dei sospetti radicalizzati islamisti attraverso l’operato si tre sezioni: due “operative” e una “trasversale”. Ogni giorno gli agenti ricevono “decine di segnalazioni sospetti” scrive il giornale. Composta da una sessantina di persone, questo distaccamento collabora attivamente con il reparto responsabile della cybercriminalità. Il quotidiano sottolinea un significativo aumento delle attività negli ultimi 4 anni, con 18 filiere smantellate nel 2014, 25 l’anno seguente e 38 dossier riguardanti foreign fighters depositati nel 2016.

Leggi l’articolo del Figaro

Gran Bretagna, la May chiama al vertice del Partito conservatore il capo della campagna per la Brexit

Londra, 26 ott 09:44 - (Agenzia Nova) - Il primo ministro britannico, Theresa May, intende portare al vertice del Partito conservatore l'uomo che nel 2016 ha condotto alla vittoria la campagna per il referendum sull'uscita della Gran Bretagna dall'Unione Europea, Matthew Elliott: lo rivela oggi giovedì 26 ottobre il quotidiano "The Times", secondo cui le trattative sarebbero già in stato avanzato. Ad Elliot, secondo il "Times", sarebbe stato offerto un ruolo molto importante al Conservative Campaign Headquarters (Il Quartier generale del Partito conservatore, ndr), forse persino la cvice-presidenza del partito. L'obbiettivo che la premier May vorrebbe portare a casa con questa nomina è duplice: da un lato rassicurare i militanti ed i parlamentari più ardentemente pro-Brexit, dall'altro affidare la gestione della "macchina" dei Tory appunto ad un esponente pro-Brexit nella speranza di riportare un pò di disciplina nelle fila di un partito che negli ultimi tempi è in subbuglio proprio sulle scelte strategiche del governo e del paese.

Leggi l’articolo del Times

Spagna: Catalogna, governo Madrid verso l’applicazione dell’articolo 155

Madrid, 26 ott 09:44 - (Agenzia Nova) - Il governo spagnolo considera quasi scontata l’applicazione alla Catalogna dell’articolo 155 della Costituzione dopo che verrà definitivamente approvata domani dal plenum del Senato. Il Consiglio dei ministri sta organizzando una riunione, sempre nella giornata di domani o al massimo in quella di sabato, per approvare metodi, procedure e scadenze da mettere in atto per la rimozione di Carles Puigdemont e dell'intero governo della Generalitat. L’obiettivo è creare una struttura alternativa di governo composta da alti funzionari che assumeranno la gestione quotidiana della Catalogna fino alle nuove elezioni. Lo riferisce oggi il quotidiano spagnolo “El Mundo” che sottolinea come gli alti funzionari del governo di Mariano Rajoy stiano lavorando assiduamente per stabilire i dettagli concreti dell’esecuzione dell’articolo 155.

Leggi l’articolo del Mundo

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi