Il sospiro di sollievo dell'Europa dopo il ballottaggio in Francia

La rassegna della stampa internazionale sui principali fatti che riguardano da vicino il nostro paese. Oggi articoli di Financial Times, Monde, Les Echoes, Telegraph...

Il sospiro di sollievo dell'Europa dopo il ballottaggio in Francia

Foto LaPresse

I leader europei tirano un sospiro di sollievo dopo la vittoria di Macron in Francia

New York, 8 mag 08:30 - (Agenzia Nova) - La vittoria del candidato pro-Ue Emmanuel Macron al secondo turno delle elezioni presidenziali francesi, ieri, ha innescato un immediato sospiro di sollievo della leadership europea, che vede uscire rafforzato dalla prova elettorale il processo di integrazione continentale. Tra i leader politici che si sono affrettati a congratularsi con Macron, oltre al cancelliere tedesco Angela Merkel, il premier belga Charles Michel e il presidente della Commissione europea, Jean Claude Juncker, anche il presidente del Consiglio italiano, Paolo Gentiloni. Secondo Paolo Graziano, politologo dell'Università di Padova interpellato dal "Wall Street Journal", Macron è ostacolato dall'assenza di un partito alle sue spalle; la sua capacità di imprimere una vera accelerazione al processo di integrazione europea dipenderà dall'esito delle elezioni federali in Germania: "il duo Macron-Schulz (Martin Schulz, leader dei Socialdemocratici tedeschi e candidato alla cancelleria, ndr) farebbe davvero la differenza per l'Europa. Se Schulz vincerà sulla base di un'agenda europea, sarà il momento giusto per l'Ue di rilanciare alcune delle sue politiche di integrazione e rivedere le misure di austerità".

Leggi l’articolo del Wall Street Journal

L'Italia sollevata

Parigi, 8 mag 08:30 - (Agenzia Nova) - L'elezione di Emmanuel Macron scongiura per il momento in Italia due minacce che preoccupano il governo di Paolo Gentiloni: lo scrive sul quotidiano economico francese "Les Echos" il commentatore Dominique Seux. Secondo cui la prima minaccia è quella economica: il possibile arrivo all'Eliseo di Marine Le Pen aveva fatto temere il peggio a governo italiano: con una crescita amorfa e le banche ancora deboli, lo Stivale non potrebbe permettersi turbolente su mercati finanziari né tantomeno speculazioni sul futuro dell'euro e dell'Unione Europea. Con il nuovo presidente francese la seconda minaccia a calare di intensità è quella politica: una sconfitta d Macron infatti avrebbe dato un formidabile slancio al Movimento 5 stelle di Beppe Grillo ed alla Lega nord di Matteo Salvini che condividono le tesi sovraniste del Front national di Marine Le Pen. Matteo Renzi ha risposto in francese al tweet di Macron che si congratulava con lui per la vittoria alle primarie del Partito democratico: "Vive la France, vive l'Europe" che cambieremo insieme "En marche/In cammino".

Leggi l’articolo dell’Echos

Barack Obama incontrerà Matteo Renzi in Italia

Parigi, 8 mag 08:30 - (Agenzia Nova) - L'ex presidente Usa Barack Obama oggi lunedì 8 maggio arriverà a Milano per una visita di due giori nel corso nel corso della quale parlerà del clima e della sicurezza alimentare ed incontrerà l'ex capo del governo italiano in un faccia-a-faccia di due ore definito di carattere "privato": "I due dirigenti erano stretti partner quando erano entrambi al governo", ha sottolineato lo staff di Obama, "e sono diventati buoni amici". Renzi qualche giorno fa è stata rieletto alla guida del Partito democratico. Domani martedì 9 maggio Obama sarà l'ospite d'onore della terza edizione della conferenza "Seeds&Chips - The Global Food Innovation Summit" dove ritroverà l'ex cuoco della Casa Bianca Sam Kass, che è stato anche il suo consigliere per le questioni nutrizionali.

Leggi l’articolo del Parisien

Recchi mantiene la presidenza di Telecom Italia

Londra, 8 mag 08:30 - (Agenzia Nova) - Giuseppe Recchi, riferisce il "Financial Times", ha mantenuto la presidenza di Telecom Italia, dopo il rinnovo del consiglio di amministrazione ad opera dell'azionista di maggioranza, il gruppo francese Vivendi, che aveva indicato una lista di dieci nomi, con in testa quello del suo amministratore delegato, Arnaud de Puyfontaine, nominato vicepresidente. La decisione di lasciare Recchi al suo posto è contestuale a quella di offrire concessioni, non ancora specificate, alla Commissione europea, che sta indagando sul controllo di fatto della compagnia italiana da parte di quella francese, titolare di una quota del 24 per cento. È rimasto al vertice anche l'ad, Flavio Cattaneo.

Leggi l’articolo del Financial Times

L'Italia rimpatria le migranti vittime dei trafficanti

Londra, 8 mag 08:30 - (Agenzia Nova) - Il quotidiano britannico "The Times" in visita nel centro di identificazione ed espulsione di Ponte Galeria, a Roma, dove attendono di conoscere la loro sorte anche sessanta donne nigeriane, portate in Italia per essere avviate alla prostituzione. In loro difesa parla il senatore del Partito democratico Luigi Manconi: "Queste donne sono delle vittime e non minacce per lo Stato. Dovrebbero essere collocate in centri protetti dove possano denunciare i loro trafficanti". Nel fine settimana sono arrivate in Italia seimila persone tratte in salvo nel Mar Mediterraneo, dall'inizio dell'anno 37 mila.

Leggi l’articolo del Telegraph

 


PANORAMA INTERNAZIONALE


 

I ministri delle finanze del G7 si incontrano a Bari

Londra, 8 mag 08:30 - (Agenzia Nova) - I ministri delle finanze e i governatori delle banche centrali dei paesi del G7, riferisce il "Financial Times", si riuniranno a Bari venerdì, in vista del vertice di Taormina (Messina) del 26 e 27, per discutere della ripresa dell'economia globale, del rapporto tra disuguaglianza e crescita, della regolamentazione fiscale e finanziaria internazionale e della sicurezza come bene pubblico.

Leggi l’articolo del Financial Times

Circa 6 mila migranti soccorsi in due giorni nel Mediterraneo

Parigi, 8 mag 08:30 - (Agenzia Nova) - Circa 6 mila migranti soccorsi in due giorni in Mediterraneo, tra venerdì 5 e sabato 6 maggio scorsi, nel corso di una quarantina di operazioni coordinate da Roma dalla Guardia costiera italiana. Sono circa 27 mila i migranti arrivati in Italia dall'inizio dell'anno dalle coste della Libia, con un aumento del 30 per cento rispetto all'ano scorso.

Leggi l’articolo del Monde

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • luigi.desa

    08 Maggio 2017 - 17:05

    Ah ,queste donne! Theresa su l'isola è sola soletta e Juncker lazzarone e somaro quale è la sfotte,sebbene lui sia una sorta di impiegato della UE e lei il premier inglese. Marine Le Pen ha terrorizzato l'intera Europa e i 26 giganti - ancora spaventati dal ciclone Trump che per ora pare una brezza autunnale - tutti assieme vicini vicini stretti stretti per farsi coraggio hanno tirato ,eletto Macron, un sospiro di sollievo che è stato proiettato nello spazio e per un istante ha fatto traballare la luna. Eppure io sono convinto che sto Macron con quel suo partito sorto dal nulla somiglia molto al nostro indimenticabile ( intellettuale scrittore commediografo regista e vai , Emmanuele cos'è ?) Guglielmo Giannini solo è stato azzannato dai partiti tradizionali e molto sfortunato senza le chiappone del francese.

    Report

    Rispondi

Servizi