Il populismo del M5s sulla povertà

La rassegna della stampa internazionale sui principali fatti che riguardano da vicino il nostro paese. Oggi articoli di Financial Times, Parisien, Guardian, New York Times

Il populismo del M5s sulla povertà

Foto LaPresse

S&P e Fitch assolti dall'accusa di manipolazione del mercato

Parigi, 31 mar 08:37 - (Agenzia Nova) - Le agenzie internazionali di rating Standard & Poor's e Fitch, accusate di "manipolazione del mercato" per l'abbassamento della valutazione dell'Italia nel 2011 e nel 2012, ieri giovedì 30 marzo sono state assolte da tribunale di Trani; la Procura aveva chiesto una condanna a due anni di reclusione per l'ex presidente di Standard & Poor's, Deven Sharma, a tre anni per quattro dirigenti dell'agenzia statunitense ed a nove mesi per il direttore operativo dell'agenzia britannica Fitch, David Michael Willmoth Riley. Il 12 gennaio 2012 Standard and Poor's aveva abbassato di due livelli la valutazione del debito pubblico italiano a BBB+, dopo averlo già abbassato nel settembre 2011 da A+ ad A, evocando l'instabilità del governo Berlusconi e e sue esitazioni dell'assumere misure di austerità; Fitch a sua volta il 27 gennaio del 2012 aveva abbassato la nota sull'Italia ad A-. Diverse associazioni italiane per la difesa dei diritti dei consumatori si erano costituite parti civili.

Leggi l’articolo del Parisien

I Cinque stelle aprono la strada alle politiche contro la povertà

Londra, 31 mar 08:37 - (Agenzia Nova) - In Italia, riferisce il "Financial Times", la questione di come sostenere i cittadini impoveriti, che sono quattro milioni, è diventata cruciale nello scontro politico, contrapponendo il Movimento 5 stelle, in crescita, al Partito democratico, al governo. L'M5s, che promette un referendum sull'euro e mette in discussione l'appartenenza alla Nato, l'Organizzazione del Trattato dell'Atlantico del Nord, è in testa nei sondaggi, con oltre il trenta per cento dei consensi, e punta al quaranta per ottenere il premio di maggioranza. Il tema della povertà non è il suo unico cavallo di battaglia, ma se vincerà sarà soprattutto per l'appoggio delle fasce deboli, in particolare del Sud.

Leggi l’articolo del Financial Times

Il G7 si mobilita contro il traffico di beni culturali

New York, 31 mar 08:37 - (Agenzia Nova) - I ministri della Cultura del G7 hanno tenuto il loro primo incontro ieri a Firenze, in Italia. Nel corso dell'incontro, i ministri hanno discusso del saccheggio e del traffico di beni archeologici e culturali da parte dei gruppi terroristici, e confermato che i beni trafugati dagli estremisti in paesi come Iraq e Siria stanno cominciando a comparire sul mercato. L'incontro a Firenze si è tenuto all'indomani dell'approvazione da parte dell'Onu di una risoluzione che equipara la distruzione di tesori archeologici e culturali a un crimine di guerra.

Leggi l’articolo del New York Times

Arresti a Venezia dopo intercettazioni riguardanti una bomba al ponte di Rialto

Londra, 31 mar 08:37 - (Agenzia Nova) - La polizia italiana, riferisce la stampa britannica, ha arrestato quattro persone a Venezia in seguito a intercettazioni nelle quali si parlava di una bomba sotto il ponte di Rialto, non si sa ancora se in via ipotetica o come minaccia imminente, e si esprimeva apprezzamento per l'attentato di Londra della scorsa settimana. I presunti terroristi sono tre kosovari e un minore non ancora identificato.

Leggi l’articolo del Guardian

 

PANORAMA INTERNAZIONALE


 

I poteri della Bce sollevano questioni di "legittimazione democratica"

Londra, 31 mar 08:37 - (Agenzia Nova) - Yves Mersch, uno dei sei membri del consiglio esecutivo della Banca centrale europea, in un discorso tenuto a Francoforte, riferisce il "Financial Times", ha difeso il ruolo della Bce nella "troika" delle istituzioni (di cui fanno parte anche la Commissione europea e il Fondo monetario internazionale) che sovrintendono ai salvataggi, dopo i rilievi dell'organizzazione non governativa Transparency International. Ha ammesso, tuttavia, che i nuovi poteri di vigilanza sulle banche acquisiti in seguito alla crisi dell'area dell'euro sono "difficili da conciliare col principio di legittimazione democratica" e ha suggerito che l'ampia discrezionalità di cui l'Eurotower dispone per le decisioni di politica monetaria non dovrebbe essere estesa anche alla supervisione del sistema bancario.

Leggi l’articolo del Financial Times

La Libia chiede all'Ue navi e radar per arginare il traffico di migranti

New York, 31 mar 08:37 - (Agenzia Nova) - Il governo libico di unità nazionale ha chiesto all'Unione Europea la fornitura di navi e radar per arginare più efficacemente il traffico di migranti dalle coste occidentali del paese nordafricano. Lo riferiscono fonti di Bruxelles citate da "Reuters", secondo cui i ministri degli Esteri dell'Ue esamineranno la "lista della spesa" del governo di Tripoli nel corso di un incontro a Lussemburgo, lunedì prossimo.

Leggi l’articolo del New York Times

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi