Perché l'Italia attira investitori nonostante il giudizio delle agenzie di rating

La rassegna della stampa internazionale sui principali fatti che riguardano da vicino il nostro paese. Oggi articoli di Telegraph, Les Echos, Financial Times, New York Times...

Perché l'Italia attira investitori nonostante il giudizio delle agenzie di rating

Foto LaPresse

L'Italia attira gli investitori nonostante la degradazione della sua valutazione

Parigi, 19 gen 08:26 - (Agenzia Nova) - Scommessa riuscita per l'Italia: il governo di Roma ha raccolto senza difficoltà 6 miliardi di euro da obbligazioni a 15 anni; la richiesta degli investitori in effetti ha superato i 21 miliardi di euro. Un appetito che ha permesso al paese di ridurre il rendimento offerto di quasi 20 punti base in rapporto alle stime prima dell'emissione: ora è del 2,53 per cento. La partita era tutt'altro che vinta in partenza: venerdì scorso l'agenzia canadese di valutazioni Dbrs aveva degradato il voto del debito dell'Italia da A a BBB: la notizia aveva provocato un aumento, anche se molto moderato, del costo dei prestiti del paese. E martedì Bruxelles ha inviato una lettera al governo italiano ingiungendogli di correggere il deficit previsto per il 2017 di circa lo 0,2 er cento del Pil, cioè di circa 3,4 miliardi di euro stando ai calcoli fatti da Unicredit; pena il rischio per Roma di veder aprire una procedura di infrazione con eventuali sanzioni.

Leggi l’articolo dell’Echos

Italia: lo Stato controllerà il 70 per cento del Monte dei Paschi

Madrid, 19 gen 08:26 - (Agenzia Nova) - Con un investimenti di circa sei miliardi di euro, l'Italia controllerà quasi il 70 per cento del capitale di Monte dei Paschi. Lo ha comunicato il presente dell'istituto Alessandro Falciai dinanzi alla commissione Finanze del Senato. Ad inizio febbraio, ha aggiunto l'amministratore delegato Mar Morelli, Mps presenterà a Commissione europea e Banca centrale europea un nuovo piano di risanamento dell'ente.

Leggi l’articolo dell’Expansion

Padoan, "il problema dell'Europa è l'Europa"

Londra, 19 gen 08:26 - (Agenzia Nova) - Il ministro italiano dell'Economia e delle finanze, Pier Carlo Padoan, riferisce il quotidiano britannico "The Telegraph", a Davos, in Svizzera, per il Forum economico mondiale, ha avvertito che l'Unione Europea è diventata un "problema" che ha portato alla crescita del populismo e che le sue istituzioni non sono più considerate una soluzione. "In molti se non in tutti i paesi europei c'è la tendenza ad affermare che i nostri problemi siano generati a Bruxelles o a Francoforte", ha sintetizzato il ministro.

Leggi l’articolo del Telegraph

Mediaset: Vivendi di fronte al patriottismo economico italiano

Parigi, 19 gen 08:26 - (Agenzia Nova) - "Se vuoi la pace, prepara la guerra": questo antico motto latino è attribuito dal quotidiano economico francese "Les Echos" alla famiglia Berlusconi che, secondo l'analisi del corrispondente da Roma Olivier Tosseri, si sta preparando ad una nuova possibile offensiva del gruppo multimediale Vivendi per la conquista di Mediaset. In effetti, presentando ieri mercoledì 18 gennaio alla City di Londra il piano industriale della holding di famiglia Fininvest fino al 2020, i Berlusconi hanno voluto mostrare di essere ancora solidamente al comando di Mediaset, sfidando il "patron" di Vivendi, Vincent Bolloré. Per meglio resistere all'invasore francese, il patriarca Silvio Berlusconi ha chiamato a raccolta le sue truppe battendo l'accento sul punto più sensibile dei rapporti tra i due lati delle Alpi: il nazionalismo economico degli italiani, che ultimamente non perdono occasione per denunciare il "saccheggio" dei gioielli di famiglia da parte delle aziende francesi; il ministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda, ricorda Tosseri su "Les Echos", è arrivato a dichiarare che "l'Italia non è un paese per razzie straniere". E così i Berlusconi sperano di costituire un esercito ausiliario di "comitati per l'italianità di Mediaset" costituito dagli azionisti "storici" del gruppo televisivo ed in grado di far raggiungere alla famiglia il 51 per cento del capitale. Diventa dunque sempre più improbabile una guerra-lampo di Vivendi, con il lancio di una OPA totalitari; mentre rischia di essere azzardata una guerra di usura contro la resistenza a oltranza a cui sembrano votati i primi due figli del Cavaliere, Pier Silvio e Marina Berlusconi. Resta la pista di un eventuale armistizio, secondo l'analisi di "Les Echos": ma per il momento, scrive Tosseri, il livello estremamente basso di fiducia che attualmente regna tra i due ex soci rende questa soluzione molto ipotetica.

Leggi l’articolo dell’Echos

Italia, scosse sismiche isolano quattro comuni sepolti dalla neve

Washington, 19 gen 08:26 - (Agenzia Nova) - Una serie di forti scosse sismiche ha colpito il Centro Italia ieri, nella stessa area colpita dal devastante terremoto dello scorso anno. Le scosse hanno isolato diversi paesi già in piena emergenza, perché sepolti sotto oltre un metro di neve. Il premier italiano, Paolo Gentiloni, ha dichiarato che per il momento non si conta alcuna vittima, ma che la situazione è estremamente difficile. Nel corso della giornata i sismologi hanno registrato un centinaio di scosse di assestamento.

Leggi l’articolo del Washington Post

La moda italiana rompe l'assedio ai Trump

Madrid, 19 gen 08:26 - (Agenzia Nova) - Giorgio Armani per mestiere cerca "di vestire belle donne, e Melanie Trump lo è". Se dovesse commissionare un vestito, perché non farlo? Così dicendo, evidenzia il quotidiano spagnolo "Abc", "Re Giorgio" rompe il fronte compatto che la moda internazionale ha creato contro l'ex modella slovena e futura first lady. Oltre alle parole di Armani - che apprezza anche alcuni progressi nel comportamento del presidente eletto -, la signora Trump gode di altri appoggi in Italia, come dimostra il ringraziamento che Dolce & Gabbana le hanno rivolto per aver indossato un loro capo nella cena di capodanno a Palm Beach.

Leggi l’articolo dell’Abc

 


 

PANORAMA INTERNAZIONALE

 

Eurozona: inflazione all'1,1 per cento, il livello più alto da tre anni

Londra, 19 gen 08:26 - (Agenzia Nova) - A dicembre, riferisce il "Financial Times", l'inflazione dell'area dell'euro è salita sopra l'uno per cento – 1,1 secondo gli ultimi dati dell'Eurostat – per la prima volta dal 2013, per effetto del rialzo dei costi energetici. All'interno dell'unione monetaria, tuttavia, la situazione è contrastante: la Germania è all'1,7 per cento mentre l'Italia allo 0,5.

Leggi l’articolo del Financial Times

I leader europei, preoccupati, chiedono udienza a Trump

New York, 19 gen 08:26 - (Agenzia Nova) - I leader europei, preoccupati dall'imprevedibilità del presidente Usa eletto Donald Trump e dai suoi propositi di riavvicinamento alla Russia, tenteranno di confrontarsi direttamente con il prossimo inquilino della Casa Bianca prima che questi possa incontrare il presidente russo Vladimir Putin. Il cancelliere tedesco, Angela Merkel, sta lavorando a un vertice Usa-Ue all'inizio dell'anno, come annunciato dal presidente della commissione Affari esteri del parlamento tedesco, Norbert Roettgen: "Da parte europea sono stati intrapresi sforzi per organizzare un incontro con Trump il prima possibile", ha detto il parlamentare. Jens Stoltenberg, segretario generale della Nato - organizzazione che Trump ha definito "obsoleta" - preme a sua volta per un incontro con il presidente eletto prima di Putin. Il premier britannica Theresa May, invece, contaa di incontrare Trump poghi giorni dopo il suo insediamento alla Casa Bianca, nella giornata di domani.

Leggi l’articolo del New York Times

Merkel si impegna a tenere insieme l'Ue dopo la Brexit

Londra, 19 gen 08:26 - (Agenzia Nova) - La cancelliera della Germania, Angela Merkel, si è impegnata a tenere unita l'Unione Europea nel processo di uscita del Regno Unito e ha ribadito l'indivisibilità delle quattro libertà di movimento – beni, servizi, capitali e persone – alla base del mercato unico. La leader tedesca, riferisce il "Financial Times", ha tenuto una conferenza stampa congiunta col presidente del Consiglio italiano, Paolo Gentiloni, in visita a Berlino, il quale ha espresso fiducia nella possibilità di un accordo con Londra e nella disponibilità dell'Ue a negoziare "con il corretto approccio, che è la solidarietà e l'amicizia con la Gran Bretagna".

Leggi l’articolo del Financial Times

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • Giovanni

    19 Gennaio 2017 - 12:12

    Starei attento alle parole. L'investitore è colui che viene, considera i benefici che un luogo o un paese offre e decide di fare azienda in quel luogo. L'Italia è purtroppo all'ultimo posto in Europa per quanto riguarda gli "investitori esteri" perchè considerato generalmente poco attrattivo dal punto di vista imprenditoriale. Arrivano invece e tanti "compratori esteri" i quali acquistano le nostre aziende e spesso se le portano via fisicamente, giuridicamente o finanziariamente. Per carità tutto legittimo ma non si può certo parlare di investitori in questo caso.

    Report

    Rispondi

Servizi