Perché il referendum italiano è la chiave per capire il futuro dell'Euro

La rassegna della stampa internazionale sui principali fatti che riguardano da vicino il nostro paese. Oggi articoli di New York Times, Financial Times, Rfi, Abc

renzi euro referendum

Il presidente del Consiglio Matteo Renzi (foto LaPresse)

Nel referendum italiano la chiave del futuro dell'euro

Londra, 21 nov 08:46 - (Agenzia Nova) - Dopo il voto del Regno Unito per la Brexit e la vittoria di Donald Trump alle elezioni presidenziali statunitensi, potrebbe aprirsi una nuova crisi dell'area dell'euro: secondo l'editorialista del "Financial Times" Wolfgang Munchau la vittoria del "no" al referendum italiano sulla riforma costituzionale darebbe inizio a una sequenza di eventi che porterebbe a mettere in discussione l'adesione dell'Italia all'area monetaria: il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, si dimetterebbe, col conseguente caos politico, e gli investitori potrebbero concludere che il gioco è finito. Le due cause di fondo, comunque, stanno nelle performance economiche – dall'adozione della moneta unica, nel paese la produttività totale dei fattori è diminuita del cinque per cento, mentre in Francia e Germania è aumentata del dieci – e nell'incapacità dell'Ue di costruire una vera e propria unione economica e bancaria. Anche Cormac Lucey, commentatore economico del settimanale "The Sunday Times", si aspetta, in caso di sconfitta del "sì", una crisi politica che potrebbe mettere a rischio l'eurozona. All'origine dei problemi, a suo parere, c'è il fatto che l'Italia è uno Stato fallito: dal 1999 il suo prodotto interno lordo è cresciuto in termini reali meno del cinque per cento; il tasso di disoccupazione giovanile è poco inferiore al 40 per cento; il sistema bancario è sotto pressione, una situazione peggiorata dalle norme europee sul bail-in. Quattro le ragioni alle radici della crisi dell'area dell'euro: non sono state raggiunte le condizioni per un'area valutaria ottimale; i tassi di interesse non sono adeguati per parti significative dell'area; ciò causa massicci indebitamenti e una drastica riduzione della leva finanziaria; i cicli "boom-bust" hanno drammaticamente peggiorato le cose".

Leggi l’articolo del Financial Times

 

Il Movimento 5 stelle accusato di cyber-disinformazione

Parigi, 21 nov 08:46 - (Agenzia Nova) - Numerose associazioni a difesa dei diritti dell’uomo hanno manifestato a Nizza sabato scorso per l’intensificarsi dei respingimenti dalla Francia verso l’Italia di minori rifugiati non accompagnati, che sono ricondotti al confine italiano quasi quotidianamente. Secondo le associazioni presenti, come Amnesty international e la Lega dei Diritti dell’uomo, “i respingimenti sono illegali”, anche perché, hanno evidenziato, “molti di questi minori hanno fatto richiesta di protezione internazionale sul suolo francese”.

Leggi l’articolo del Rfi

 

Italia, referendum costituzionale: Renzi ottimista nonostante i sondaggi sfavorevoli

New York, 21 nov 08:46 - (Agenzia Nova) - Il primo ministro italiano, Matteo Renzi, ha incassato ieri il sostegno del più rinomato chef italiano, Massimo Bottura, e di 80 tra attori, cantanti, direttori d’orchestra e atleti al suo progetto di riforma della Costituzione italiana, che il 4 dicembre prossimo sarà oggetto di un referendum confermativo da cui potrebbe dipendere la prosecuzione del suo mandato di governo. Renzi si è detto pronto a rassegnare le dimissioni da premier, nel caso i cittadino dovessero bocciare il progetto di riforma costituzionale con cui intende dare maggior governabilità al paese e maggiore rapidità all’iter legislativo. Il premier è tornato a dirsi ottimista in merito alla vittoria del “sì”, nonostante gli ultimi sondaggi effettuati prima del voto diano in vantaggio i contrari alla modifica della Carta fondamentale. A partire da sabato scorso, non è più possibile pubblicare alcun sondaggio in merito agli orientamenti di voto, per evitare influenze indebite sull’esito della consultazione. Venerdì il presidente del Consiglio si è detto convinto che il paese voglia cambiare passo, ma ha anche aggiunto che in caso di vittoria del “No”, la sua maggioranza avvierà una verifica immediata della situazione politica.

Leggi l’articolo del New York Times

 

Ispettori russi monitoreranno le attività militari in Italia

Mosca, 21 nov 08:46 - (Agenzia Nova) - Un gruppo di ispettori russi determinerà il livello delle attività militari in Italia, ha riferito il responsabile del Centro nazionale per la riduzione del rischio nucleare, Sergej Ryzhkov. Secondo le dichiarazioni del funzionario, gli esperti ispezioneranno una superficie di 18 mila chilometri quadrati. "Nel periodo dal 21 al 24 Novembre 2016, nel quadro del Documento di Vienna del 2011 sulle misure per il rafforzamento della fiducia e della sicurezza, il gruppo di esperti russi prevede di effettuare l'ispezione di una determinata area del territorio dell'Italia", ha dichiarato l’ufficiale. Ryzhkov ha aggiunto che gli ispettori della Difesa della Federazione russa visiteranno poligoni di tiro delle forze armate italiane e parteciperanno a briefing delle unità militari.

Leggi l’articolo di Rns

 

 

 

PANORAMA INTERNAZIONALE


 

Difesa: l'Europa vuole emanciparsi dagli Usa

Madrid, 21 nov 08:46 - (Agenzia Nova) - Il quotidiano "Abc" torna a ragionare sulle aspirazioni europee a creare un proprio esercito, o - come dice il titolo dell'articolo - "a emancipare la propria Difesa dagli Stati Uniti". I colloqui avuti nell'ultimo consiglio dei ministri degli Esteri e della Difesa, pur riferiti solo a "missioni non operative", possono segnare "l'inizio di una futura struttura militare europea". L'accelerata è data in primo luogo dall'aumento della instabilità nella periferia dell'Europa, dall'Ucraina alla Libia passando per la Siria. Poi è arrivato il Brexit e infine le aspirazioni isolazioniste del presidente eletto degli Stati Uniti Donald Trump. Al meccanismo di cooperazione rafforzata - e permanente - hanno già detto chiaramente di voler aderire i "quattro paesi più grandi: Germania, Francia, Italia e Spagna".

Leggi l’articolo dell’ Abc

 

Fiat Chrysler e Amazon uniscono le forze per vendere auto online

New York, 21 nov 08:46 - (Agenzia Nova) - Fiat Chrysler Automobiles (Fca) ha annunciato di aver stretto una partnership con il colosso statunitense dell’e-commerce, Amazon, per vendere automobili on-line a prezzi ulteriormente scontati. All’inizio il servizio sarà disponibile soltanto in Italia, dove gli utenti di Amazon potranno acquistare un’automobile con un solo click; le offerte di Amazon saranno limitate a tre modelli prodotti da Fiat: 500, Panda e 500L.

Leggi l’articolo del New York Times

 

Francia, manifestazione a Nizza contro il rinvio di minori rifugiati in Italia

Parigi, 21 nov 08:46 - (Agenzia Nova) - Numerose associazioni a difesa dei diritti dell’uomo hanno manifestato a Nizza sabato scorso per l’intensificarsi dei respingimenti dalla Francia verso l’Italia di minori rifugiati non accompagnati, che sono ricondotti al confine italiano quasi quotidianamente. Secondo le associazioni presenti, come Amnesty international e la Lega dei Diritti dell’uomo, “i respingimenti sono illegali”, anche perché, hanno evidenziato, “molti di questi minori hanno fatto richiesta di protezione internazionale sul suolo francese”.

Leggi l’articolo del Rfi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi