Perché l'Italia fa bene a chiedere un'altra tregua fiscale, secondo il Financial Times

La rassegna della stampa internazionale sui principali fatti che riguardano da vicino il nostro paese. Oggi articoli di Sueddeutsche Zeitung, New York Times, Monde e Vanguardia...
Perché l'Italia fa bene a chiedere un'altra tregua fiscale, secondo il Financial Times

L'Italia chiede un'altra tregua fiscale, e fa bene

Londra, 27 ott 08:34 - (Agenzia Nova) - I rimproveri della Commissione europea agli Stati membri che non rispettano gli obiettivi di bilancio, così come l'incapacità di applicare sanzioni, sono ormai familiari nella politica dell'Ue, osserva un editoriale non firmato del "Financial Times", attribuibile alla direzione. La prassi si sta ripetendo con l'Italia: Bruxelles ha chiesto spiegazioni sulla stima del deficit per il 2017, più alta rispetto agli accordi convenuti. Il presidente del Consiglio italiano, Matteo Renzi, sostiene che l'emergenza rifugiati e il terremoto abbiano fatto sballare il precedente bilancio. Anche se non è così, Roma ha ragione sulla questione di fondo: la politica fiscale, unita alle condizioni monetarie favorevoli, ha aiutato la crescita economica nazionale nel recente passato e dovrebbe continuare a farlo; c'è un notevole margine di manovra da sfruttare.

Leggi l’articolo del Financial Times

 

Gentiloni, l'omicidio di Regeni in Egitto una "ferita aperta" per l'Italia

New York, 27 ott 08:34 - (Agenzia Nova) - Il caso del ricercatore universitario Giulio Regeni, sequestrato e ucciso in Egitto lo scorso febbraio, è una "ferita aperta" per l'Italia. Lo ha dichiarato ieri il ministro degli Esteri italiano, Paolo Gentiloni, spiegando che Roma "non è soddisfatta" della cooperazione del governo egiziano per consegnare alla giustizia i responsabili dell'omicidio. "Abbiamo ricevuto segnali incoraggianti dalle autorità giudiziarie egiziane lo scorso settembre, e i procuratori italiani li hanno interpretati come una volontà di cooperare", ha spiegato Gentiloni durante un intervento all'università Luiss di Roma. Il ministro ha sottolineato che il richiamo dell'ambasciatore italiano al Cairo, lo scorso aprile, "non è avvenuto per caso". Il 28 enne Regeni, che si trovava al Cairo come dottorando per studiare il mondo dell'attivismo politico e sindacale di quel paese, è stato sequestrato lo scorso gennaio, forse dai servizi segreti egiziani. Il suo corpo senza vita, barbaramente torturato, è stato ritrovato dieci giorni dopo la scomparsa.

Leggi l’articolo del New York Times

 

Beppe Grillo prova a far dimenticare i fallimenti del M5S a Roma

Parigi, 27 ott 08:34 - (Agenzia Nova) - L'attore comico Beppe grillo, fondatore del Movimenti 5 stelle (M5s) aveva convocato per martedì 25 ottobre i suoi sostenitori davanti al "Teatro Montecitorio", come i "grillini" chiamano il Parlamento, per un happening politico di cui lui è specialista: sarebbe dovuto essere, scrive sul quotidiano francese "Le Monde" il corrispondente da Roma Jérôme Gautheret, un momento di ritrovata unità del M5s scosso dalla guerra intestina dei suoi aspiranti leader e un'occasione per far dimenticare gli imbarazzi dell'amministrazione del Comune di Roma. Il pretesto era la discussione nell'aula parlamentare di una proposta di legge del M5s che dimezzerebbe gli stipendi dei deputati: insomma un ritorno alle origini della polemica contro la "casta" che è il marchio di fabbrica del movimento; in aula lo stesso Grillo era in tribuna attorniato da una piccola claque vociante, mentre i sostenitori erano stati convocati nella antistante Piazza di Montecitorio. Lo show, preparato da giorni, è però durato poco: i grillini convocati erano poche centinaia, nota il giornalista francese; mentre all'interno della Camera dei Deputati lo stesso Grillo si è subito visto rinfacciare il fallimento del sindaco Virginia Raggi nella gestione del Comune di Roma. Lo stesso giorno la giovane sindaco in un intervento televisivo parlando dell'emergenza spazzatura nella capitale aveva denunciato la presenza sulle strade di una quantità anomala di frigoriferi, evocando a mezza bocca l'ipotesi di un complotto: le sue parole in rete hanno suscitato un'ondata di ilarità. E del resto, come ricorda il giornale francese, sulla questione dei costi della politica proprio alla vigilia della seduta il presidente del Consiglio Matteo Renzi aveva rinfacciato al capogruppo M5s alla Camera, Luigi Di Maio, i rimborsi spese da lui chiesti: 108 mila euro. Insomma, un mezzo fallimento secondo l'opinione del "Monde"; e tuttavia ancora una volta il M5s è riuscito ad imporre la sua agenda politica e secondo i sondaggi resta la prima forza politica del paese.

Leggi l’articolo del Monde

 

Roma, la cospirazione dei frigoriferi

Berlino, 27 ott 08:34 - (Agenzia Nova) - Le teorie del complotto sono un mezzo allettante in politica per distrarre dalla propria incapacità: è quanto sta accadendo, secondo la "Sueddeutsche Zeitung", con la sindaco 38 enne di Roma Virginia Raggi, esponente del Movimento 5 stelle. Il debutto della sindaco al Campidoglio è stato minato da intrighi, difficoltà e dilettantismo. Le ragioni per un po' di sana autocritica, sostiene il quotidiano tedesco, sarebbero numerose, ma Raggi preferisce puntare l'indice contro "misteriosi cospiratori" che starebbero facendo di tutto per screditare lei e il partito di cui è esponente, come ha dichiarato al quotidiano “La Repubblica”. L’ultima mossa di questi cospiratori sarebbe il blocco della raccolta dei rifiuti ingombranti nella capitale. “Tuttavia”, ha dichiarato Raggi, “non ci impediranno di cambiare Roma”. In realtà, sottolinea il quotidiano, la municipalizzata Ama ha interrotto il servizio di smaltimento di vecchi mobili, lavatrici o frigoriferi per qualche motivo sconosciuto oramai da 4 mesi. A quanto sembra, Beppe Grillo, il leader di fatto dei 5 stelle, sta per perdere la pazienza con la Raggi. Se quest’ultima fallisse a Roma, scemerebbero le possibilità di governo a livello nazionale.

Leggi l’articolo del Sueddeutsche Zeitung

 

L'ad di Mps Morelli punta alla stabilità a lungo termine, prevede un lento consolidamento del settore bancario italiano

New York, 27 ott 08:34 - (Agenzia Nova) - L'ad di Monte dei Paschi di Siena, Marco Morelli, prevede che il settore bancario italiano intraprenderà un lento e graduale processo di consolidamento nei prossimi anni, conducendo al contempo il difficile lavoro di consolidamento dei crediti deteriorati. "Il mercato italiano sarà teatro di un ulteriore consolidamento", ha dichiarato ieri Morelli a "Bloomberg Television", che lo ha intervistato a Londra, aggiungendo che "probabilmente il processo impiegherà più tempo del previsto". I regolatori italiani stanno incoraggiando le fusioni per riordinare uno dei settori bancari più frammentati in Europa, mentre il governo conta sulle acquisizioni per rilanciare i prestiti e dunque la crescita economica. Lo scorso anno il governo del premier Matteo Renzi ha approvato proprio a questo fine una riforma delle banche cooperative che ha portato alla fusione di Banco Popolare SC and Banca Popolare di Milano Scarl, da cui nascerà il terzo gruppo bancario italiano. Mps, sottolinea però "Bloomberg", resta la chiave per recuperare la fiducia degli investitori nel settore bancario del Belpaese. Martedì Morelli ha presentato un piano di riordino che prevede un aumento di capitale da 5 miliardi di euro, lo smaltimento di 28 miliardi di crediti deteriorati, il taglio di dipendenti e filiali e il ritorno all'utile entro il 2019. Nell'intervista, l'ad di Mps ha definito il piano "il primo passo per riportare la banca su una traiettoria di stabilità. (...) La mia ambizione - ha detto Morelli - è di puntare alla stabilità a lungo termine. E' questo che il mercato vuole vedere. Al momento non esiste un 'piano B'". il tempo, però, scarseggia: la "luna di miele" di Morelli alla guida della banca più dissestata d'Europa, sottolinea "Bloomberg", è durata lo spazio di sei settimane. Lo ha dimostrato la reazione scomposta degli investitori ieri, quando l'ad ha suggerito che il processo per l'individuazione degli investitori che dovranno sostenere l'aumento di capitale da 5 miliardi di euro è appena cominciato. "Il messaggio è stato deludente, perché è stato poco più di una dichiarazione d'intenti", spiega Emanuele Vizzini, chief investment officer presso Investitori Sgr di Milano. "E' tutto da dimostrare che nell'ambiente attuale la banca possa ottenere l'impegno di un grande investitore, perciò il rischio di esecuzione dell'intero piano resta assai elevato". Nell'intervista concessa ieri a "Bloomberg", Morelli ha replicato a questa obiezione, affermando che l'obiettivo di stabilità a lungo termine di Mps non dipende dall'individuazione di uno o più "anchor investors": "Il nostro business plan poggia su tre pilastri: restaurare una solida posizione commerciale in Italia, gestire il credito in maniera sistematica e assicurare a tutte le persone in Monte dei Paschi che questa è una situazione che verrà gestita in maniera appropriata", ha spiegato Morelli.

Leggi l’articolo del Bloomberg Business Week

 

Esselunga o il miracolo all'italiana

Parigi, 27 ott 08:34 - (Agenzia Nova) - L'apertura del testamento di Bernardo Caprotti è l'occasione per il quotidiano economico francese "Les Echos" di pubblicare un editoriale di Jacques Hubert-Rodier sulla storia di successo rappresentata in Italia dalla catena di supermercati Esselunga e sulla figura di Germana Chiodi, la fedele segretaria esecutiva a cui il fondatore Caprotti ha lasciato gran parte della sua eredità.

Leggi l’articolo dell’Echos

 

 

PANORAMA INTERNAZIONALE


 

Migrazioni, 2016 anno peggiore per le morti nel Mediterraneo

New York, 27 ott 08:34 - (Agenzia Nova) - Almeno 3.800 migranti sono morti dall'inizio del 2016 nel tentativo di attraversare il Mediterraneo, il dato peggiore da quando l'Alto commissariato per i rifugiati dell'Onu (Unhcr) ha iniziato a raccogliere i dati in materia. Lo ha reso noto ieri l'agenzia delle Nazioni Unite con sede a Ginevra, sottolineando che il numero delle vittime è già superiore alle 3.771 del 2015. Ondate di migranti vengono soccorse ogni settimana al largo delle coste libiche e trasportati in Italia: ieri 729 migranti sono sbarcati al porto di Catania, in Sicilia, assieme a nove corpi senza vita recuperati in mare. Tra venerdì e domenica della scorsa settimana la Guardia costiera italiana ha coordinato il salvataggio di oltre 6 mila persone; quasi 155 mila sono giunte in Italia dall'inizio dell'anno, spingendo il primo ministro Matteo Renzi ad avvertire che il paese non potrà sopportare un'emergenza di queste proporzioni anche nel 2017.

Leggi l’articolo del New York Times

 

Spagna: arrestato a Palma di Maiorca un boss della Camorra

Madrid, 27 ott 08:34 - (Agenzia Nova) - La polizia spagnola ha arrestato a Palma di Maiorca un esponente del clan Zazo-Mazzarela della Camorra napoletana, accusato di aver commesso reati fiscali e frodi e di aver pagato tangenti a funzionari del Fisco per agevolare le attività criminali del clan. Come riferito in un comunicato, l'arresto è stato possibile grazie al coordinamento con la rete europea European Network Fugitive Active Search Teams (Enfast) di cui fa parte la polizia spagnola. Il fermo del latitante è avvenuto al termine di un'operazione iniziata il 24 ottobre scorso.

Leggi l’articolo del Vanguardia

 

La Boe vuole i dettagli dell'esposizione delle banche britannica in Deutsche Bank e negli istituti italiani

Londra, 27 ott 08:34 - (Agenzia Nova) - La Banca d'Inghilterra, riferisce il "Financial Times", ha chiesto ai grandi istituti di credito britannici rapporti dettagliati sulla loro esposizione in Deutsche Bank e in alcune banche italiane, in particolare Monte dei Paschi di Siena. Le richieste sono state fatte nelle scorse settimane mediante la Prudential Regulation Authority (Pra), in seguito alla massiccia svendita di titoli di Deutsche e Mps da parte degli investitori.

Leggi l’articolo del Financial Times

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi