L'Italia in allerta dopo l'attentato di Nizza

La rassegna della stampa internazionale sui principali fatti che riguardano da vicino il nostro paese. Oggi articoli di Wall Street Journal, Parisien, Handelsblatt
L'Italia in allerta dopo l'attentato di Nizza

Il governo italiano rafforza i controlli alla frontiera dopo i fatti di Nizza

Mosca, 15 lug - (Agenzia Nova) - Il governo ha deciso di rafforzare i controlli alle frontiere con la Francia dopo l'atto terroristico commesso a Nizza. La polizia controlla ogni auto che entra nel territorio italiano dalla Francia, soprattutto nei passi di montagna e nelle strade secondarie. Secondo quanto riferito dai media locali, sull’autostrada che conduce dalla Costa Azzurra alla Riviera Italiana, è stata condotta un’ispezione parziale di veicoli che attraversano il confine franco-italiano. A Nizza, durante la celebrazione della presa della Bastiglia, un uomo di origini tunisine ha travolto la folla con un camion ed hanno aperto il fuoco contro le persone. I morti sono oltre 80, e decine di feriti.


Italia in allerta dopo l'attentato a Nizza


Rio de Janeiro, 15 lug - (Agenzia Nova) - A seguito dell'attacco terroristico avvenuto a Nizza nella serata di ieri, il cui bilancio provvisorio è di 84 morti e decine di feriti, l'Italia ha emesso lo stato di allerta al confine con la Francia. In particolare il presidente della regione Liguria, Giovanni Toti, ha riferito su Twitter che l'attenzione è "massima" a Ventimiglia. "Shock, dolore e rabbia delle vittime di Nizza. La Liguria è in contatto con il ministero dell'Interno: massima attenzione al confine di Ventimiglia", ha scritto Toti. Dall'altro lato, anche le forze di sicurezza francesi hanno rafforzato le misure di controllo in tutto il territorio, in particolare al confine con l'Italia.


Italia: nessun aiuto di Stato in vista


Berlino, 15 lug - (Agenzia Nova) - L’Italia non ha alcuna chance di ricevere aiuti statali per le sua banche in difficoltà: le regole in materia di responsabilità, infatti, prevedono che azionisti e creditori degli Istituti di credito vengano risparmiati dal sostenere i costi di un’azione di salvataggio, ha dichiarato la commissaria europea alla concorrenza Margarethe Vestager ieri a Bruxelles. “Anche nei casi più gravi, come in Spagna, Grecia e Slovenia, non sono state utilizzate queste deroghe”, ha aggiunto la commissaria. Secondo il ministro delle Finanze tedesco, Wolfgang Schaeuble (Cdu), sarà possibile trovare una soluzione al problema nell’ambito delle regole europee sulla liquidazione degli Istituti di credito più in crisi.


Italia: numero record di poveri da dieci anni


Parigi, 15 lug - (Agenzia Nova) - In Italia nel 2015 più di 4,5 milioni di persone e 1,5 milioni di famiglie vivevano in condizioni di "povertà assoluta": lo ha reso noto ieri giovedì 14 luglio l'Istituto nazionale di statistica, secondo il quale un dato così alto non si era registrato dal 2005; le persone in tali condizioni costituiscono il 7,6 per cento dell'intera popolazione residente italiana.


UniCredit valuta un aumento di capitale per rispettare i parametri della Bce


New York, 15 lug - (Agenzia Nova) - Il presidente di UniCredit, Giuseppe Vita, ha dichiarato che la prima banca italiana dovrà prendere in considerazione un aumento di capitale per soddisfare i requisiti patrimoniali fissati dalla Banca centrale europea (Bce), nonostante le cessioni di asset effettuate questa settimana, che sono valse a UniCredit entrate per circa un miliardo di euro. "Non credo che la Banca centrale europea si accontenterà di quanto abbiamo già fatto", ha detto Vita a margine di un evento a Roma. Il presidente ha spiegato che la dirigenza sta valutando diverse opzioni. "Alcune sono già state intraprese, ne stiamo considerando altre. Dobbiamo guardare alle tempistiche e alla fattibilità delle varie opzioni", ha spiegato il presidente. Il nuovo ad di UniCredit, Jean-Pierre Mustier - che ha assunto la della banca a fine giugno, succedendo a Federico Ghizzoni - è incaricato di presentare un piano di ristrutturazione credibile e di raccogliere sino a 9 miliardi di euro di capitale per ripristinare la fiducia degli investitori.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi