L'M5s è probabilmente un fuoco di paglia ma ha un fascino rischioso, dicono da Londra

La rassegna della stampa internazionale sui principali fatti che riguardano da vicino il nostro paese. Oggi articoli di Independent, Pais, Handelsblatt e New York Times.
L'M5s è probabilmente un fuoco di paglia ma ha un fascino rischioso, dicono da Londra

POLITICA


 

Il fascino rischioso del Movimento 5 stelle

Londra, 21 giu 08:25 - (Agenzia Nova) - La stampa britannica commenta la vittoria del Movimento 5 stelle nelle elezioni amministrative di Roma e di Torino, sottolineando che la capitale ha eletto per la prima volta un sindaco donna, che dalle donne è iniziata una svolta per l'M5S e che il voto ha assestato un duro colpo al presidente del Consiglio, Matteo Renzi, che ha ammesso che l'Italia ha votato per il cambiamento. Il Movimento 5 Stelle si sta trasformando in una potente forza politica, anche se difficile da categorizzare, scrive Maggie Pagano su "The Times", convinta che non si tratti solo di un fuoco di paglia. La maturazione è dovuta in parte al passo indietro del fondatore, Beppe Grillo, che ha lasciato più spazio al giovane Luigi Di Maio. L'Italia, inoltre, è un terreno fertile per il suo malcontento, dovuto alla situazione economica. Il rischio sovrano italiano è stato momentaneamente messo in ombra dalla questione Brexit, ma l'affermazione dell'M5s rimette il paese sui radar dei mercati finanziari e, si spera, sulla strada delle riforme. Le elezioni di domenica, prevede Tony Barber sul "Financial Times", motiveranno gli oppositori di Renzi, inclusi quelli interni al suo Partito democratico, a sconfiggerlo nel referendum costituzionale d'autunno. Se ci riusciranno, aggraveranno l'incertezza di un paese dal sistema politico frammentato, dalla crescita economica stentata e dal settore bancario fragile. Secondo un editoriale non firmato, attribuibile alla direzione, il partito fondato da Grillo è "ancora lontano dal dimostrare di essere un contendente credibile a livello nazionale", soprattutto per le sue "incoerenti politiche economiche": il reddito di cittadinanza, la cui copertura non è chiara; l'ipotesi di un referendum sull'euro; la riduzione delle tasse contestuale all'aumento della spesa pubblica. I prossimi sviluppi dipenderanno dalla prova che gli inesperti Cinque stelle daranno nelle amministrazioni locali, ma soprattutto dalla reazione di Renzi, dalla sua capacità di riprendere l'iniziativa riformista. Che succederebbe, però, si chiede "The Guardian", se Renzi, il cui Pd è incalzato da vicino dall'M5s, vincesse il referendum e perdesse le politiche, con una legge elettorale "prenditutto"?

Leggi l’articolo dell’Economist

 

La sconfitta alle municipali, primo colpo duro per Renzi

Parigi, 21 giu 08:25 - (Agenzia Nova) - "La sconfitta a Roma e Torino non ha circostanze attenuanti. Ma si è trattato di elezioni comunali e non nazionali": Matteo Renzi non cerca scuse per spiegare il trionfo del Movimento 5 stelle (M5s) nella capitale e la sua vittoria senza appello in quello che da 23 anni era un bastione del Partito democratico (Pd). Tuttavia, scrive sul quotidiano economico francese "Les Echos" il corrispondente da Roma Olivier Tosseri, Renzi dovrà trovare delle risposte ad una opposizione che si struttura e si rafforza dopo uno scrutinio che segna la fine del "renzismo" trionfante: aver conservato Milano di fronte ad un centrodestra in piena decomposizione a livello nazionale infatti è una ben magra consolazione. Se perciò le elezioni comunali non avranno conseguenze sulla sopravvivenza del governo Renzi, esse avranno invece importanti ripercussioni sulla vita politica italiana: a cominciare nello stesso Pd, in cui la minoranza già chiede la fine della "arroganza della gestione personale del potere" che avrebbe impedito l'emergere di una nuova classe dirigente a livello locale. Ma la minaccia più pericolosa è quella rappresentata dal M5s, che passa dal rango di principale posizione a quello di sola alternativa al governo: il successo o il fallimento nella gestione di Roma dirà se si tratta di una opposizione credibile oppure no. Ma in attesa di convincere i cittadini, il M5s seduce gli elettori: al turno di ballottaggio i suoi candidati hanno attratto voti trasversali, da destra e da sinistra, catalizzando l'opposizione di tutti gli elettori che dopo il primo turno erano rimasti orfani dei candidati del proprio partito. E' uno scenario catastrofico per il presidente del Consiglio, che potrebbe riprodursi ad ottobre nel referendum sulle riforme costituzionali: Renzi dovrà cambiare molto per scongiurare il crescente rischio di dover lasciare prematuramente la politica.

Leggi l’articolo dell’Echos

 

Quo vadis, Italien?

Berlino, 21 giu 08:25 - (Agenzia Nova) - Il premier italiano Matteo Renzi ha in serbo da lungo tempo un grande progetto politico: riformare il suo Partito Democratico (Pd), liberarlo dalla zavorra della sinistra e portarlo a caccia di voti nel centro politico, dove ci sono ampi spazi elettorali liberati dal declino politico di Silvio Berlusconi e del suo partito Forza Italia. Per volontà di Renzi, scrive l’opinionista Regina Krueger sul quotidiano “Handelsblatt”, il Pd dovrebbe confluire in un nuovo Partito Nazionale, ispirato ai democratici americani. Ma da ieri, il “sogno americano” di Renzi, sembra ancora più remoto: gli elettori, infatti, non hanno dato fiducia al Pd ma al movimento di protesta “5 Stelle”. Le analisi dopo i ballottaggi nei comuni italiani sono univoche: la sconfitta di Renzi nei Consigli comunali di Roma e Torino è da imputare al voto dei cittadini italiani moderati e delusi che hanno appoggiato la formazione emergente. E tra i numerosi astenuti, molti sono proprio elettori del Pd.

Leggi l’articolo dell’Handelsblatt

 

Cattive notizie per l’Europa, questa volta dall’Italia

Berlino, 21 giu 08:25 - (Agenzia Nova) - Per la prima volta nella sua storia, Roma verrà guidata da una donna: la 37enne Virginia Raggi ha conquistato al ballottaggio di domenica un sensazionale 67 per cento. Anche a Torino ha vinto una giovane donna, la 32enne Chiara Appendino, che ha incassato quasi il 55 per cento delle preferenze. Entrambe soni esponenti del Movimento 5 Stelle (M5S), il giovane partito euroscettico ormai emancipatosi dalla figura del comico genovese Beppe Grillo. La capitale italiana e la città nel nord del paese verranno quindi amministrate dal M5S, che si è posto alla ribalta della scena politica italiana. La vittoria del Movimento 5 Stelle rappresenta una sonora sconfitta per il partito del premier Matteo Renzi (Pd). Anche se si tratta delle elezioni comunali, anche se il Pd di Renzi ha vinto a Milano, il messaggio è chiaro: Renzi sta perdendo consensi.

Leggi l’articolo del Die Zeit

 

Italia: il ricambio generazionale è l'elemento chiave del trionfo di Beppe Grillo

Madrid, 21 giu 08:25 - (Agenzia Nova) - I 19 nuovi sindaci del Movimento 5 Stelle (M5S), il partito anticasta italiano co-fondato dal comico Beppe Grillo nel 2009, rispondono allo stesso profilo di Virginia Raggi e Chiara Appendino, le due donne elette domenica scorsa alla carica di sindaco rispettivamente nelle città di Roma e Torino. Sono giovani, laureati con poca esperienza politica, sposati e genitori di bambini piccoli, sottolinea il quotidiano "El Pais". Il "ricambio generazionale" tanto predicato dai vecchi partiti italiani è stato messo in pratica proprio da Grillo attraverso uno slogan che potrebbe sembrare "ingenuo nella politica italiana", spesso machiavellica: "La rivoluzione è essere onesti in un sistema corrotto". Adesso l'Italia ha deciso di dare loro una possibilità.

Leggi l’articolo del Pais

 

 

PANORAMA INTERNAZIONALE


 

L'Unione Europea espande la missione navale al largo della Libia

New York, 21 giu 08:25 - (Agenzia Nova) - L'Unione Europea ha prorogato di un anno la propria operazione navale al largo della libia volta a combattere il traffico di esseri umani attraverso il Mediterraneo e ne ha esteso il mandato: addestrare le forze navali libiche e contrastare il traffico di armi dirette allo Stato islamico. La missione, battezzata Operazione Sophia, ha già "salvato la vita di 16 mila persone", recuperandole a poche miglia dalla costa libica, hanno riferito funzionari europei citati dal "Wall Street Journal". Stando alle Fonti, la missione estesa prenderà formalmente il via alla fine del mese di luglio. L'Ue proseguirà frattanto le discussioni con le autorità libiche e con i governi europei per raccogliere i fondi necessari a finanziare l'operazione. L'Ue si rivolgerà anche alla Nato per discutere eventuali forme di collaborazione. L'Ue ha ricevuto dal governo di unità nazionale libico l'autorizzazione a operare, qualora strettamente necessario, anche all'interno delle acque nazionali libiche.

Leggi l’articolo del Wall Street Journal

 

 

ECONOMIA


 

Perché l'economia italiana è sul punto di crollare

Londra, 21 giu 08:25 - (Agenzia Nova) - Le riforme non hanno dato gli effetti sperati in Italia, scrive sul quotidiano britannico "The Independent" l'esperto di mercati finanziari Satyajit Das. L'economia italiana si è contratta del dieci per cento dal 2007 e ha perso il 15 per cento della capacità industriale; la disoccupazione è al 12-13 per cento, intorno al 40 quella giovanile; consumi e investimenti sono fiacchi; le banche sono alle prese con prestiti non performanti per 150-200 miliardi di euro; il debito dell'economia reale è del 259 per cento del prodotto interno lordo, il 55 per cento in più dal 2007. Al cuore dei problemi c'è la crescita stentata dall'introduzione dell'euro, unita a molte debolezze strutturali: la difficoltà di fare impresa, i costi elevati dell'energia, l'insufficiente spesa per l'istruzione, la burocrazia e la corruzione.

Leggi l’articolo dell’Independent

 

Il Brexit farebbe crollare le esportazioni italiane verso il Regno Unito

New York, 21 giu 08:25 - (Agenzia Nova) - Le esportazioni italiane di beni verso il Regno Unito potrebbero crollare del 7 per cento se i cittadini britannici votassero a favore dell'uscita dall'Unione Europea al referendum di giovedì. A diffondere la previsione è stato il gruppo assicurativo italiano dell'export credit Sace, partecipato dalla Cassa depositi e prestiti. Le aziende esportatrici avvertirebbero gli effetti di un eventuale Brexit a partire dal prossimo anno, quando l'export verso il Regno Unito calerebbe del 3-7 per cento: un calo di fatturato compreso tra 600 milioni e 1,7 miliardi di euro.

Leggi l’articolo del New York Times

 

UniCredit vuole un ex ministro al suo vertice

Berlino, 21 giu 08:25 - (Agenzia Nova) - Secondo una notizia di stampa, l’ex ministro dell’Industria e super-banchiere italiano Corrado Passera sarà il nuovo amministratore delegato di UniCredit. Il manager 61enne potrebbe succedere a Federico Ghizzoni, ha riportato domenica il quotidiano italiano “Il Fatto Quotidiano”, secondo cui venerdì prossimo la prima banca italiana presenterà Passera come suo nuovo amministratore delegato. La casa madre di Hypo-Vereinsbank, tuttavia, non ha voluto rilasciare dichiarazioni e anche Passera non ha espresso la propria posizione al riguardo.

Leggi l’articolo del Handelsblatt

 

 

SOCIETA’


 

L'Università di Cambridge è totalmente impegnata nella ricerca della verità sulla morte di Giulio Regeni

Londra, 21 giu 08:25 - (Agenzia Nova) - Con due lettere pubblicate sul quotidiano britannico "The Guardian", l'Università di Cambridge risponde all'accusa del vice ministro degli Esteri italiano, Mario Giro, di non collaborare adeguatamente alle indagini sull'omicidio di Giulio Regeni. La prima è firmata dal vice chancellor, l'amministratore delegato, Leszek Borysiewicz, che, sottolineando che l'istituzione non è stata ancora contattata dagli inquirenti, assicura il totale impegno per la ricerca della verità, in una vicenda che, oltre a essere una tragedia personale, è un assalto alla libertà accademica. La seconda, sello stesso tenore, reca le firme di decine di docenti.

Leggi l’articolo del Guardian

 

A Roma una catena di baci contro la "Brexit"

Parigi, 21 giu 08:25 - (Agenzia Nova) - Dei manifestanti In Italia si sono riuniti al Colosseo di Roma per formare una catena di baci ed inviare un messagio di amore verso la Gran Bretagna a qualche giorno dal referendum che deciderà se quel paese resterà nell'Unione Europea oppure se ne uscirà. Il quotidiano francese "Le Monde" pubblica su suo sito web un breve video dell'evento di Roma.

Leggi l’articolo del Monde

 

Il sospetto della mafia dietro gli incendi in Sicilia

Londra, 21 giu 08:25 - (Agenzia Nova) - C'è il sospetto della mano della mafia su decine di incendi boschivi scoppiati la scorsa settimana in Sicilia, riferisce il quotidiano britannico "The Independent". Lo ha ipotizzato il presidente della Regione, Rosario Crocetta, accennando, in particolare, a interessi criminali riguardanti la speculazione edilizia. Uno dei metodi usati dai piromani è legare uno straccio imbevuto di benzina alla coda di un gatto e dargli fuoco.

Leggi l’articolo dell’Independent

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi