Il ministro Giannini contro il boicottaggio di Israele

La rassegna della stampa internazionale sui principali fatti che riguardano da vicino il nostro paese. Oggi articoli di Independent, Jerusalem post, Telegraph, Vanguardia
Il ministro Giannini contro il boicottaggio di Israele

POLITICA


 

Ministro Istruzione Giannini: l'Italia prende le distanze dal movimento di boicottaggio contro Israele

Gerusalemme, 6 giu 08:31 - (Agenzia Nova) - L'Italia continua a essere fermamente contraria al movimento di boicottaggio disinvestimento e sanzioni (Bds) nei confronti d'Israele: lo ha dichiarato il ministro dell'Istruzione, dell'università e della ricerca italiano, Stefania Giannini, alla “Jerusalem Post”. Il ministro era in Israele per celebrare la festa della Repubblica Italiana, che si tiene ogni anno il 2 giugno, a un ricevimento nella residenza dell’ambasciatore italiano Francesco Maria Talo. "Sono 70 anni della Repubblica italiana, un punto di svolta della storia e della democrazia italiana", ha detto Giannini. "I nostri padri e le nostre madri hanno deciso di lasciarsi alle spalle il periodo del fascismo e i tempi oscuri della legge razziale; essere qui è un chiaro segno di amicizia in questa occasione sia per Israele, sia per l'Italia", ha aggiunto il ministro. Giannini è stata accompagnata a Israele da una delegazione di oltre 50 accademici per commemorare il 15mo anniversario dell’Accordo intergovernativo italo-israeliano nei settori scientifico, tecnologico e industriale, firmato a Bologna nel 2000 ed entrato in vigore nel 2001.

Leggi l’articolo del Jerusalem post

 

I romani infliggono una punizione populista al Partito democratico

Londra, 6 giu 08:31 - (Agenzia Nova) - La candidata del Movimento 5 Stelle, Virginia Raggi, riferisce la stampa britannica, è in netto vantaggio dopo il primo turno delle elezioni amministrative a Roma. Se vincesse, diventerebbe la prima donna sindaco della capitale italiana. Dopo una serie di scandali di corruzione, gli elettori romani hanno punito severamente il Partito democratico del presidente del Consiglio, Matteo Renzi. Il Pd è in testa ma di poco a Milano, con l'ex commissario dell'Expo, Giuseppe Sala. A Torino, il sindaco democratico uscente, Piero Fassino, è incalzato da un'altra esponente di M5S. A Napoli il Pd non è andato nemmeno al ballottaggio.

Leggi l’articolo del Financial Times

 

Morto Gianluca Buonanno, il controverso eurodeputato multato per il saluto nazista

Londra, 6 giu 08:31 - (Agenzia Nova) - Il quotidiano britannico "The Telegraph" ricorda Gianluca Buonanno, il deputato europeo della Lega Nord morto a cinquant'anni in un incidente stradale. Messaggi di cordoglio sono stati inviati da Geert Wilders, leader del Partito per la libertà olandese, e Marine Le Pen, del Fronte nazionale francese. La morte del politico, noto per le sue posizioni contro l'immigrazione, ha suscitato anche reazioni di cattivo gusto in rete.

Leggi l’articolo del Telegraph

 

 

PANORAMA INTERNAZIONALE


 

L'Italia sa cosa significhi convivere con il "trumpismo"

New York, 6 giu 08:31 - (Agenzia Nova) - L'inarrestabile ascesa politica dell'outsider repubblicano Donald Trump negli Stati Uniti ha lasciato basito l'intero Occidente. C'è però un paese in Europa, scrive l'opinionista Frank Bruni sul "New York Times", che assiste alle spacconate del populista Usa "con un misto di sollievo, e addirittura di soddisfazione". Si tratta dell'Italia, che per quasi due decenni ha convissuto con il berlusconismo - additato soprattutto all'estero come una deriva "buffonesca" della democrazia - e che oggi si rende conto di non essere affatto un caso unico. Bruni cita alcuni professori universitari ed esponenti dell'intellighenzia italiana: secondo la docente universitaria Maria Bruni, gli italiani rivedono in Trump la figura di Berlusconi e pensano: "Ora è il vostro turno". Per il politologo Roberto d'Alimonte, Trump rappresenta per l'Italia e il suo tanto bistrattato sistema democratico una sorta di riscatto: "Forse l'America sta diventando un po' come l'Italia". L'Italia, scrive l'opinionista statunitense, è un punto d'osservazione privilegiato per osservare il trumpismo e l'avanzata dei nazionalismi nell'Occidente anche perché pare esserne, almeno per il momento, straordinariamente immune. L'Italia di oggi, ammette Bruni, "ha certo i suoi problemi", a partire dalle decine di migliaia di migranti che giungono dall'Africa e dall'aspro dibattito sulla riforma dell'assetto costituzionale del paese. Gli italiani, però, sostiene l'opinionista, "sono grati di non essere cittadini della Francia, dove prosegue l'ascesa di Marine Le Pen, o della Grecia, dove sta cadendo tutto a pezzi". Quanto agli Stati Uniti, i cittadini del Belpaese sostengono che Berlusconi fosse una figura assai più mite di Trump, e non si può dar loro torto". Gli italiani, scrive Bruni, guardano all'ascesa dell'outsider repubblicano con vivo interesse; ne sono affascinati, e sono soliti paragonare la sua figura a quella dell'ex premier italiano imprenditore dei media. Si tratta però "di un paragone troppo buono" nei confronti di Trump: come afferma Giuliano Ferrara, citato a sua volta dall'opinionista Usa, il berlusconismo era quasi del tutto privo di inflessioni razzistiche che invece caratterizzano la retorica del candidato repubblicano; al contrario di Trump, inoltre, Berlusconi non è stato mai lontanamente vicino ad esercitare un potere paragonabile a quello del presidente degli Stati Uniti, la carica che Trump aspira a ricoprire. L'Italia, insomma, è affascinata dal fenomeno Trump più che il resto d'Europa; ma ne ha anche paura, conclude Bruni, perché più di altri paesi comprende le implicazioni del possibile insediamento di Trump alla Casa Bianca.

Leggi l’articolo del New York Times

 

Regno Unito: come la Brexit inciderebbe sul turismo

Londra, 6 giu 08:31 - (Agenzia Nova) - Il turismo contribuisce a un undicesimo del prodotto interno lordo del Regno Unito e dà lavoro a tre milioni di persone; il 63 per cento dei turisti proviene dall'Unione Europea; per questo l'impatto dell'eventuale Brexit sul settore è tra i temi del dibattito economico in vista del referendum del 23 giugno. Secondo un sondaggio di Travelzoo, riferito dal quotidiano britannico "The Independent", un terzo degli italiani e degli spagnoli, il trenta per cento dei tedeschi e un quarto dei francesi sarebbero meno propensi a trascorrere le vacanze in Gran Bretagna in caso di uscita dall'Ue.

Leggi l’articolo del Mirror

 

 

ECONOMIA


 

Per evitare una crisi finanziaria dell'area dell'euro l'Italia e la Francia hanno urgente bisogno di riforme strutturali

Londra, 6 giu 08:31 - (Agenzia Nova) - Difficilmente l'aerea dell'euro sopravviverebbe alla crisi del debito di uno dei suoi membri "core", come l'Italia o la Francia; per evitarla, i due paesi hanno un disperato bisogno di riforme strutturali che promuovano la crescita e la competitività, scrive il columnist del quotidiano britannico "The Independent" Satyajit Das. Il presidente del Consiglio italiano, Matteo Renzi, ha tardivamente introdotto cambiamenti nel mercato del lavoro, ma il suo obiettivo principale è la riforma costituzionale, per favorire la governabilità. Il presidente francese, François Hollande, sta cercando di creare un mercato del lavoro a due livelli. Modifiche ai minimi salariali, agli orari e al settore pubblico, restano, però, un tabù in entrambi gli Stati.

Leggi l’articolo dell’Independent

 

Succede in Europa: l'Italia perde miliardi per la contraffazione

Parigi, 6 giu 08:31 - (Agenzia Nova) - I prodotti "Made in Italy" non sono sempre italiani e la contraffazione provoca più danni all'economia italiana che a quelle dei suo partner dell'Ue: è ciò che rivela un rapporto dell'Ufficio dell'Unione Europea per la proprietà intellettuale, che l'anno scorso si è lanciato in uno studio dettagliato dell'impatto della contraffazione sulle entrate fiscali e su posti di lavoro prendono in considerazione i settori manifatturieri dei principali paesi produttori. Ne è emerso che l'Italia, seconda potenza industriale europea, è la più colpita. Solo prendendo in considerazione il settore della moda, dei cosmetici, degli articoli sportivi dei giocattoli, della gioielleria e dell'orologeria, mancano all'appello ogni anno 6 miliardi di euro di vendite e 64 mila posti di lavoro.

Leggi l’articolo dell’Echos

 

I paesi del Mediterraneo limitano la pesca del nasello nel canale di Sicilia

Madrid, 6 giu 08:31 - (Agenzia Nova) - I paesi che si affacciano sul Mediterraneo hanno deciso di limitare la pesca del nasello nel canale di Sicilia, istituendo tre aree protette di circa 1.500 chilometri quadrati. Lo hanno riferito alla stampa fonti della Commissione generale per la pesca nel Mediterraneo dell'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Alimentazione e l'Agricoltura (Fao). Questo organismo interno alla Fao, che ha il compito di garantire una gestione sostenibile della pesca nel Mediterraneo, ha riferito che i rappresentanti dei paesi interessati, riuniti a Malta, hanno deciso di attuare un piano pluriennale per limitare la pesca del nasello bianco e dei gamberetti nel canale di Sicilia. Questo piano prevede la chiusura alla pesca a strascico in tre zone di riproduzione di queste due specie su una superficie di circa 1.500 chilometri quadrati tra Italia, Malta e Tunisia.

Leggi l’articolo del Vanguardia

 

 

SOCIETA’


 

I 18 paesi più corrotti del mondo sviluppato

Londra, 6 giu 08:31 - (Agenzia Nova) - L'Italia, riferisce il quotidiano britannico "The Independent", è il terzo paese più corrotto del mondo sviluppato, secondo la classifica Corruption Perceptions Index compilata da Transparency International. Tra gli Stati membri dell'Ocse, l'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico, il Belpaese è preceduto solo dal Messico e dalla Turchia.

Leggi l’articolo dell’ Independent

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi