Davide Casaleggio e il trono M5s

La rassegna della stampa internazionale sui principali fatti che riguardano da vicino il nostro paese. Oggi articoli di Times, Parisien, Mundo e Financial Times
Davide Casaleggio e il trono M5s

POLITICA


 

Il "potere dietro al trono" di Davide Casaleggio

Londra, 19 mag 08:27 - (Agenzia Nova) - Un esperto di pubblicità online che non rilascia interviste e non si è mai presentato alle elezioni sta emergendo come uno degli uomini più potenti d'Italia dopo aver assunto, tra le polemiche, un ruolo di primo piano nel Movimento 5 Stelle: si tratta, scrive il quotidiano britannico "The Times", di Davide Casaleggio, 40 anni, figlio del defunto Gianroberto, fondatore insieme a Beppe Grillo di quello che è ormai il partito italiano più popolare. Davide è diventato un punto di riferimento nell'M5S in seguito alla morte del padre; ci sarebbe lui dietro la decisione di sospendere il sindaco di Parma, Federico Pizzarotti.

Leggi l’articolo del Times

 

C’è ancora molto da fare per risollevare l’Italia

Berlino, 19 mag 08:27 - (Agenzia Nova) - Dall’inizio dell’anno 2013/2014 in Italia si stanno profilando grandi novità: sono giorni in cui Matteo Renzi, il sindaco di Firenze, chiede una svolta radicale. Poche settimane dopo il rappresentante socialdemocratico italiano sale al potere a Roma. Renzi vuole sbloccare l’Italia con una serie di riforme. Cambiare verso, è il motto di Renzi: linea, metodo e rapidità. Renzi vuole cambiare tutto affinché gli italiani possano tenere il passo nell’era della globalizzazione. Ma sul fronte della competitività l’Italia è ancora un fanalino di coda in Europa, per non parlare dello sviluppo digitale: mancano i fondi per ampliare le cosiddette autostrade dell’informazione, situazione che blocca così anche gli investimenti diretti nella fibra ottica così come nel cloud.

Leggi l’articolo del Sueddeutsche Zeitung

 

Migrazioni: l'Italia propone di costruire centri di identificazione dei rifugiati offshore

Madrid, 19 mag 08:27 - (Agenzia Nova) - Il ministro degli Interni italiano, Angelino Alfano, ieri ha mostrato la sua volontà ad aprire nuovi centri di identificazione dei rifugiati nel paese e ha suggerito che alcuni di questi nuovi punti potrebbero sorgere offshore attraverso strutture galleggianti. "C'è una disponibilità assoluta da parte nostra ad aprire nuovi hotspot, perché ci conviene e lo decideremo in base alle esigenze", ha affermato Alfano nel corso di una cerimonia a Roma, durate la quale ha fatto un bilancio della sua gestione. Il ministro ha aggiunto di aver proposto all'Unione Europea (Ue) la creazione di centri di identificazione "galleggianti" e che la Commissione europea "ha dato un parere sostanzialmente favorevole", anche se ha osservato "alcuni punti critici" che saranno valutati. Con questo sistema, ha sottolineato il ministro, si potrà istituire un sistema di rimpatrio degli immigrati "ancora più efficace".

Leggi l’articolo del Mundo

 

 

PANORAMA INTERNAZIONALE


 

L'Africa favorevole al piano italiano sui migranti, a determinate condizioni

Parigi, 19 mag 08:27 - (Agenzia Nova) - I paesi africani riuniti a Roma per la conferenza Italia-Africa che si è svolta ieri, mercoledì 18 maggio, hanno dato il loro sostegno agli sforzi internazionali per stabilizzare la Libia ed a quelli per frenare il flusso di migranti verso l'Europa, ma al contempo si sono espressi contro l'idea di una "fortezza Europa". La stabilizzazione della Libia, da cui partono la stragrande maggioranza dei migranti che arrivano sulle coste dell'Italia, è una delle priorità del governo italiano; ma aldilà di questo, il presidente del Consiglio Matteo Renzi ha lanciato la proposta di un vasto piano, battezzato "Migration compact", per regolare il fusso di migranti provenienti dall'Africa Sub-Sahariana: il piano prevede di investire, possibilmente attraverso l'emissione di obbligazioni europee, in progetti di sviluppo e cooperazione per aiutare i paesi di origine a frenare il flusso di migranti. Questo progetto ha raccolto un "largo consenso" in seno all'Unione Europea ed "anche numerose voci africane sono favorevoli" ha detto il capo della diplomazia italiana Paolo Gentiloni; il quale ha aggiunto che sta lavorando affinché il vertice Ue di giugno riesca a prendere decisioni concrete su dei ""progetti specifici in 7-8 paesi africani, quelli più coinvolti nel fenomeno migratorio": l'Italia cioè vorrebbe un impegno finanziario europeo ben superiore agli 1,8 miliardi di fondi stanziati dal vertice Ue-Africa di La Valletta, a Malta. I paesi africani a loro volta hanno affermato la necessità di mantenere aperti i canali di emigrazione legale verso l'Europa, sottolineando l'importanza delle rimesse degli immigrati per lo sviluppo delle loro economie; e, come a Malta, hanno ribadito la loro contrarietà all'idea di una "fortezza Europa".

Leggi l’articolo del Parisien

 

Libia: l'Unione Africana appoggia il governo di "unità nazionale"

Parigi, 19 mag 08:27 - (Agenzia Nova) - All'apertura della conferenza Italia-Africa organizzata a Roma, ieri mercoledì 18 maggio l'Unione africana (Oua) ha formalmente annunciato il suo appoggio al governo libico di "unità nazionale" sostenuto dalle Nazioni Unite e dai paesi occidentali, ed è favorevole al suo riarmo: lo ha dichiarato Moussa Faki Mahamat, ministro degli Esteri del Ciad che attualmente detiene la presidenza dell'Oua.

Leggi l’articolo dell’Echos

 

Gli europei che sperano nella Brexit

Londra, 19 mag 08:27 - (Agenzia Nova) - Mentre i leader degli Stati membri dell'Unione Europea si esprimono generalmente contro l'uscita del Regno Unito, in diversi paesi ci sono forze politiche euroscettiche che sarebbero felici della Brexit, riferisce il quotidiano britannico "The Guardian": il Fronte nazionale in Francia, Alternativa per la Germania, il Partito della libertà in Austria, i partiti nazionalisti del Gruppo di Visegrád (Polonia, Ungheria, Slovacchia e Repubblica Ceca), Interesse fiammingo in Belgio, il Partito per la libertà in Olanda, piccoli partiti di sinistra in Scandinavia, il Movimento 5 Stelle e la Lega Nord in Italia.

Leggi l’articolo del Guardian

 

 

ECONOMIA


 

La virtù della flessibilità

Londra, 19 mag 08:27 - (Agenzia Nova) - È un momento delicato a Bruxelles: quello della revisione dei bilanci nazionali. L'Italia ha ottenuto dalla Commissione europea la fleessibilità che voleva, mentre la Spagna e il Portogallo un anno in più per tornare in regola ed evitare multe, anche se Mariano Rajoy, intervistato dal "Financial Times", dichiara che taglierà le tasse se resterà primo ministro dopo le elezioni del mese prossimo. Secondo l'editorialista Martin Sandbu, i commenti finora si sono concentrati soprattutto sugli aspetti politici, mentre è mancata un'analisi sulla possibilità che un'interpretazione delle norme più duttile possa aiutare a conseguire l'obiettivo. Bisogna considerare, in particolare, che dal trattato di Maastricht del 1992 il contesto finanziario è molto cambiato, soprattutto per due fattori: l'abbassamento dei tassi di interesse e l'allungamento della scadenza media del debito pubblico.

Leggi l’articolo del Financial Times

 

Bnp Paribas riduce del 5 per cento il personale di investment banking nel Regno Unito

Madrid, 19 mag 08:27 - (Agenzia Nova) - Il gruppo bancario francese Bnp Paribas licenzierà il 5 per cento della sua forza lavoro dall'unità di investment banking nel Regno Unito nel corso del 2016. E' quanto hanno riferito alcune fonti rivelando i piani di riduzione dei costi nelle unità in cui le entrate sono crollate e che sono colpite da una regolamentazione più severa. Le stesse fonti hanno indicato che la banca ridurrà la propria forza lavoro anche in Italia, mentre l'aumenterà in Spagna, Portogallo, Irlanda e Polonia. Bnp Paribas ha già annunciato che ridurrà di circa un miliardo di euro il costo della sua attività di investimento al di fuori della Francia nei prossimi tre anni.

Leggi l’articolo dell’Expansion

 

 

SOCIETA’


 

Italia, aperta un'inchiesta su scommesse sospette

Parigi, 19 mag 08:27 - (Agenzia Nova) - La Federazione italiana giuoco calcio (Figc) ed il Comitati olimpico nazionale (Coni) hanno aperto un'inchiesta su delle scomemsse sospette intorno all'incontro Napoli-Frosinone: l'inchiesta è partita dalle segnalazioni di tre società di scommesse sportive insospettite da una inusuale quantità di piccole puntate sulla possibile espulsione di un giocatore del Frosinone. Il centrocampista della squadra ciociara Mirko Gori era stato espulso al 13mo minuto del primo tempo della partita vinta dal Napoli 4 a 0.

Leggi l’articolo del Figaro

 

Washington restituisce a Roma una storica lettera di Cristoforo Colombo

Parigi, 19 mag 08:27 - (Agenzia Nova) - Il governo Usa ieri mercoledì 18 maggio ha restituito all'Italia la storica lettera con cui nel 1493 Cristoforo Colombo annunciava e desciveva la scoperta dell'America. La lettera era stata rubata a Firenze durante la Seconda guerra mondiale ed è stata ritrovata nella bibioteca del Congresso Usa.

Leggi l’articolo del Parisien

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi