Quelle strane indagini italiane. Il caso Deutsche Bank visto dalla Germania

La rassegna della stampa internazionale sui principali fatti che riguardano da vicino il nostro paese. Oggi articoli di Spiegel, New York Times, Tribune e Financial Times.
Quelle strane indagini italiane. Il caso Deutsche Bank visto dalla Germania

PANORAMA INTERNAZIONALE

 

Strane indagini in Italia: come Deutsche Bank avrebbe fatto cadere Berlusconi

Berlino, 11 mag 08:27 - (Agenzia Nova) - Prima o poi tutto viene alla luce, anche la verità. E a volte anche qualcosa di più. E' questo il caso, secondo il periodico tedesco "Spiegel", dell'indagine avviata dalla procura di Trani ai danni di Deutsche Bank. Secondo i magistrati, le gravi tensioni sul debito pubblico italiano che hanno costretto l’ex premier italiano Silvio Berlusconi, nel 2011, sarebbero frutto di un complotto del mondo finanziario internazionale. Questa, perlomeno, è la posizione del Palazzo di Giustizia di Trani ed è questo il motivo per cui la procura sta indagando sulle grandi agenzie di rating come Fitch e Standard & Poor’s. Nelle indagini è ora coinvolta anche la banca di Francoforte, la cui sede italiana è stata perquisita, il governatore Flavio Valeri ascoltato come testimone, gli atti sequestrati. L’ex premier italiano Romano Prodi è nella lista delle persone che saranno ascoltate, così come l’ex ministro delle Finanze Giulio Tremonti.

Leggi l’articolo dello Spiegel

 

 

POLITICA

 

Italia: Matteo Renzi in difficoltà politica

Parigi, 11 mag 08:27 - (Agenzia Nova) - L'estate si annuncia delicata per Matteo Renzi: ieri martedì 10 maggio un sondaggio condotto dall'istituto Index Research per la rete televisiva "La7" ha rilevato per la prima volta il Movimento 5 stelle (M5s) del comico Beppe Grillo in vantaggio sul Partito democratico (Pd) di centrosinistra guidato dal presidente del Consiglio; il M5s godrebbe a livello nazionale del 28,4 per cento delle intenzioni di voto contro il 28 netto per il Pd. Certo, nota l'analista politico Romaric Godin sul quotidiano economico francese "La Tribune", lo scarto è abbondantemente inferiore alla percentuale di errore statistico; ma resta il fatto che dopo il picco del 42 per cento dei voti ottenuti dal Pd alle elezioni europee del 2014, il partito ha registrato un continuo calo nei sondaggi. In base alla nuova legge elettorale, sembra ormai tramontare la speranza di Renzi di conquistare la maggioranza assoluta già al primo turno del futuro scrutinio parlamentare e si profila la necessità di andare ad un voto di ballottaggio. Le recenti rilevazioni statistiche di opinione inoltre sono particolarmente preoccupanti per il governo in vista dei due prossimi appuntamenti elettorali: le elezioni municipali nella più grandi città italiane e a giugno ed il referendum ad ottobre sulle riforme costituzionali a cui premier ha apertamente legato il proprio avvenire politico. A cosa è dovuto dunque questa sconfessione delle politiche di Renzi? Nonostante i suoi continui tweet ottimistici, gli italiani faticano a vedere gli effetti concreti della ripresa economica: per la gente la crisi non è ancora finita ed il trionfalismo del premier finisce per indispettire. Inoltre nel paese si fa strada una sfiducia nei confronti della politica in generale che non è limitata dalla sola Italia ma che si sta espandendo in tutta Europa: l'effetto potrebbe essere un aumento al 34 per cento delle astensioni alle elezioni politiche, che penalizzerebbe soprattutto il Pd. A questo si aggiunge una crescita del risentimento nei confronti dell'Unione Europea, lascito avvelenato del modo in cui le pressioni internazionali e finanziarie nel 2011 costrinsero Berlusconi alle dimissioni, sostituito dal governo Mont di infausta memoria. Di tutti questi sentimenti di malmostosa insoddisfazione sembra potersi avvantaggiare solo il M5s, che mostra una forte capacità di attirare lo scontento. In conclusione, secondo l'analisi di Godin sulla "Tribune", Renzi deve reagire al più presto per riprendere l'iniziativa, altrimenti il suo fiasco politico potrebbe mettere l'Ue davanti ad una nuova sfida: un'Italia governata dal Movimenti 5 stelle.

Leggi l’articolo della Tribune

 

Israele: l'ambasciatore designato per l'Italia rinuncia all’incarico dopo il riaffiorare dei commenti sulla moglie di Netanyahu

Tel Aviv, 11 mag 08:27 - (Agenzia Nova) - Fiamma Nirenstein, ex parlamentare del Pdl, ha annunciato la rinuncia alla sua candidatura come ambasciatore israeliano a Roma. La decisione di Nirenstein arriva tre settimane dopo le rivelazioni del quotidiano “Haaretz” in merito ai durissimi commenti espressi in passato dalla giornalista italiana nei confronti di Sara Netanyahu, moglie del primo ministro Benjamin Netanyahu. “Haaretz” ha anche rivelato che il primo ministro italiano Matteo Renzi aveva inviato messaggi all'ufficio del primo ministro a Gerusalemme affermando che avrebbe preferito che Netanyahu nominasse qualcun altro. Poche settimane fa fonti di Palazzo Chigi hanno seccamente smentito queste indiscrezioni.

Leggi l’articolo di Haaretz

 

 

ECONOMIA

 

L'Ue prosegue le discussioni sui limiti alla detenzione di debito sovrano da parte delle banche

New York, 11 mag 08:27 - (Agenzia Nova) - L'Ue prosegue le trattative sui limiti alla detenzione bancaria di obbligazioni sovrane, a dispetto dell'opposizione di alcuni paesi, come l'Italia, secondo cui misure in tal senso avrebbero gravi ripercussioni sul mercato delle obbligazioni sovrane e la stabilità degli istituti finanziari. In un documento adottato come base per le trattative, la presidenza di turno olandese dell'Unione ha affermato che le autorità comunitarie potrebbero intervenire a livello regolamentare prima che sia possibile adottare decisioni a livello globale. Ad oggi i regolamenti europei considerano le obbligazioni di Stato come prodotti privi di rischio, e le banche possono dunque acquistarne e detenerne senza alcun limite. La Germania sostiene che limitare l'esposizione delle banche alle obbligazioni sovrane ne rafforzerebbe i bilanci e ridurrebbe a lungo termine il rischio sistemico di insolvenza che grava sui contribuenti.

Leggi l’articolo del New York Times

 

Bce: stress test per altre quattro banche

Londra, 11 mag 08:27 - (Agenzia Nova) - La Banca centrale europea sottoporrà agli stress test altre quattro banche quest'anno, ampliando il numero degli istituti che considera di importanza sistemica. La valutazione, riferisce il "Financial Times", riguarderà la divisione irlandese di Citibank, la slovena Abanka, l'italiana Mediolanum e la lettone Rietumu Banka. Secondo un commento del quotidiano "The Guardian", la situazione del credito italiano, i cui prestiti non performanti ammontano a 360 miliardi di euro, costituisce una minaccia alla stabilità dell'Unione Europea tanto quanto la Brexit o la Grexit.

Leggi l’articolo del Financial Times

 

Abertis acquista due autostrade in Italia per 594 milioni di euro

Madrid, 11 mag 08:27 - (Agenzia Nova) - Il gruppo spagnolo Abertis ha acquisito per 594 milioni di euro due autostrade italiane, la A-4 (Brescia-Padova) e la A-31 (autostrada della Valdastico). L'azienda ha raggiunto un accordo con Intesa, Astaldi e la famiglia Tabacchi per l'acquisto delle due società che controllano il 51,4 per cento del gruppo industriale italiano A4 holding, le cui attività principali riguardano le due autostrade. Con questa operazione Abertis consoliderà la cifra di circa 610 milioni di ricavi e 200 milioni di euro di Ebitda annuo, come ha annunciato la stessa azienda un comunicato. Il gruppo spagnolo di gestione autostradale spiega nella nota che l'acquisizione verrà pagata a gennaio 2023, mentre cinque milioni di euro saranno versati al momento della chiusura della transazione, prevista nei prossimi mesi. L'accordo, tuttavia, è soggetto all'approvazione, da parte del governo italiano, del progetto di espansione della A-31, "un piano di importanza strategica per il paese".

Leggi l’articolo del Pais

 

Berlusconi in trattative per la vendita del Milan a investitori cinesi

Londra, 11 mag 08:27 - (Agenzia Nova) - Fininvest, la holding cui fa capo l'impero mediatico di Silvio Berlusconi, ha avviato una fase di trattative esclusive, di durata non specificata, con investitori cinesi, di cui non sono stati resi noti i nomi, per la vendita della società di calcio Milan. Lo riferisce il "Financial Times". C'è già stato un precedente tentativo di vendere una partecipazione nel club a potenziali acquirenti in Asia, dove il pubblico del calcio è in aumento, ma non è andato a buon fine per divergenze sul prezzo e sulla governance.

Leggi l’articolo del Financial Times

 

 

SOCIETA’

 

Smantellata cellula terroristica in Italia

Madrid, 11 mag 08:27 - (Agenzia Nova) - Due presunti terroristi di nazionalità afgana sono stati arrestati a Bari con l'accusa di far parte di una cellula terroristica legata a Daesh e Al Qaeda composta da cinque persone. Un altro uomo afgano è ricercato a Milano, e altri due sarebbero partiti per l'Afghanistan. Stavano progettando attentati in centri commerciali, porti, aeroporti e alberghi. Nella memoria dei loro telefoni cellulari gli investigatori hanno trovato i video di alcune ispezioni dettagliate di possibili obiettivi per i loro attacchi, tra cui l'aeroporto di Bari, un hotel di Londra, e le immagini del Colosseo e del Circo Massimo a Roma. Inoltre, i sospetti disponevano di materiale di indottrinamento al fondamentalismo islamico. I pubblici ministeri Giuseppe Drago e Roberto Rossi li accusano di "preparare azioni terroristiche contro governi, forze militari, istituzioni, organizzazioni internazionali, cittadini e altri obiettivi civili. L'organizzazione aveva a disposizione armi". La cellula terroristica aveva creato "una rete di supporto logistico per Daesh, per compiere atti violenti con finalità di terrorismo internazionale in Italia e in altri paesi", come Francia, Belgio e Inghilterra. Uno dei presunti terroristi, Hakim Nasiri, 23 anni, era stato fotografato nel settembre 2015 con il sindaco di Bari in una manifestazione organizzata in tutta Italia, per sostenere la solidarietà e l'integrazione degli immigrati. L'altro arrestato, Gulistan Ahmadzai, che usufruiva della protezione umanitaria dal 2011, è anche accusato di favorire l'immigrazione clandestina.

Leggi l’articolo dell’Abc

 

Migranti: l'Italia fatica a garantire 1.500 posti nei centri di ritenzione

Parigi, 11 mag 08:27 - (Agenzia Nova) - Il governo italiano intende rispettare l'impegno di garantire almeno 1.500 posti nei Centri di identificazione e di espulsione (Cie) degli immigrati clandestini, ma si tratta di una ardua sfida per il ministero dell'Interno: lo ha dichiarato davanti ad una commissione parlamentare il capo del Dipartimento per le libertà civili e per l'immigrazione, Mario Morcone: negli ultimi tempi la penisola ha conosciuto un aumento esponenziale del numero degli immigrati rimasti nel paese oltre la durata del loro visto oppure a cui è stato negato lo status di rifugiato; d'altro lato l'Italia ha pochi mezzi per espellerli, a causa della scarsa collaborazione da parte dei paesi di origine dei clandestini e gli stessi Cei vengono regolarmente devastati dai clandestini che ospitano.

Leggi l’articolo del Figaro

 

Italia-Giappone, il principe Akishino a Roma per i 150 anni delle relazioni bilaterali

Tokyo, 11 mag 08:27 - (Agenzia Nova) - Il principe Akishino, secondogenito dell'imperatore Akihito, è giunto a Roma ieri sera accompagnato dalla moglie, per una serie di impegni ufficiali legati alle celebrazioni dei 150 anni di relazioni diplomatiche bilaterali tra Italia e Giappone. Oggi il principe ha in programma un incontro con il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, mentre domani si recherà in visita alla Santa Sede. Stando all'ufficio stampa della Casa imperiale, Akihito visiterà anche le città di Firenze e Milano. Il quotidiano giapponese "Asahi" riferisce dell'apertura a Tokyo di una mostra che celebra il 150mo anniversario delle relazioni con l'Italia, e che esporrà documenti ufficiali della Missione Iwakura, la prima missione diplomatica inviata dal Giappone Meiji negli Stati Uniti e in Europa.

Leggi l’articolo del Sankei shimbun

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi