Perché gli speculatori scommettono contro le banche italiane

La rassegna della stampa internazionale sui principali fatti che riguardano da vicino il nostro paese. Oggi articoli di Handelsblatt, Expansion, Chicago Tribune e Abc.
Perché gli speculatori scommettono contro le banche italiane

ECONOMIA


 

Gli speculatori scommettono contro le banche italiane

Berlino, 13 gen 08:27 - (Agenzia Nova) - Il divieto di scommettere al ribasso sul crollo delle quotazioni di Monte dei Paschi di Siena e Carige ha aiutato solo per un breve lasso di tempo le due banche italiane in crisi. Le azioni di Mps sono crollate del 3,8 per cento sulla borsa di Milano arrivando al valore minimo di 0,8905 euro. Le quotazioni di Carige, invece, hanno perso il 2,8 per cento: con un valore di 0,8665, il titolo Carige ha registrato il suo quinto crollo consecutivo. L'autorità di sorveglianza italiana sulla borsa, Consob, aveva in precedenza vietato la vendita allo scoperto dei titoli dei due Istituti.

Leggi l’articolo del Handelsblatt

 

Italia: Pop Milano e Banca Popolare discutono la fusione

Parigi, 13 gen 08:27 - (Agenzia Nova) - Le banche cooperative italiane Banca Popolare di Milano (Bpm) e Banco Popolare hanno avviato delle discussioni con l'obbiettivo di concludere entro marzo un accordo di fusione che darebbe vita al nuovo "numero tre" del settore creditizio nella Penisola: lo si è appreso martedì 12 gennaio da fonti che il quotidiano economico francese "Les Echos" definisce "informate sui negoziati". Se i contatti avranno successo, si tratterà della prima fusione conclusa dopo l'approvazione lo scorso anno da parte del Parlamento della riforma del settore delle banche mutualistiche, che intende favorire il consolidamento di questo settore assai frammentato in Italia.

Leggi l’articolo dell’Echos

 

 

POLITICA


 

Italia: il premier Renzi affida il suo futuro politico ad un referendum

Rio de Janeiro, 13 gen 08:27 - (Agenzia Nova) - L'Italia dovrebbe tornare alle urne per le elezioni parlamentari soltanto nel 2018, ma già nel 2016 un importante referendum promette di animare la politica nel paese e definire il futuro del primo ministro Matteo Renzi. La riforma costituzionale avviata dal governo di Roma, con la quale il premier vuole mettere fine al bicameralismo perfetto, sta per essere approvata definitivamente in parlamento. Una volta passato il testo, Renzi dovrà convocare un referendum il prossimo mese di ottobre per consentire ai cittadini di decidere se la riforma costituzionale entrerà in vigore oppure no. Il premier ha promesso di dimettersi se la riforma verrà respinta alle urne. "Nel mese di aprile inizierò la campagna referendaria, continuando a governare il paese. Non credo che sarà semplice e lo dico, se perderò il referendum non solo andrò a casa, ma smetterò di fare politica", ha dichiarato il primo ministro in una intervista al quotidiano "La Repubblica". Per il premier di centro-sinistra, l'obiettivo non è quello di trasformare il referendum sulla riforma costituzionale in un referendum sul suo mandato, ma di adottare il principio della "responsabilità di chi governa".

Leggi l’articolo del Jornal do Brasil

 

La stella nera del Sud

Berlino, 13 gen 08:27 - (Agenzia Nova) - A Quarto, una piccola cittadina a Nord di Napoli che conta 40 mila abitanti, si sta svolgendo un dramma politico ormai diventato di interesse nazionale. Al centro di questo dramma, riportato a grandi titoli da tutti i quotidiani italiani, c'è l'avvocato Rosa Capuozzo, il sindaco che ha tentato in tutti i modi di non rassegnare le dimissioni dopo le accuse di contatti con la mafia. Quando lo scorso giugno Capuozzo ha vinto le elezioni comunali, la sua vittoria è stata vista come un segno di un nuovo inizio: in passato, infatti, l'amministrazione comunale della città era stata più volte sciolta per mafia. Ma recenti intercettazioni telefoniche dimostrerebbero che un consigliere comunale, Giovanni De Robbio, ha avuto contatti con la camorra per conquistare voti a favore del Movimento 5 Stelle. Sul quotidiano "La Repubblica", facendo riferimento al Movimento dell'ex comico Beppe Grillo, Roberto Saviano scrive: "Il teatrino attorno alle dimissioni di Capuozzo rischia di diventare una macchia indelebile, una sesta stella nera che oscura tutte le altre".

Leggi l’articolo del Sueddeutsche Zeitung

 

Italia: M5s espelle sindaco di Quarto per non aver denunciato i ricatti della mafia

Madrid, 13 gen 08:27 - (Agenzia Nova) - Il Movimento 5 Stelle (M5s), guidato dal comico italiano Beppe Grillo, ha annunciato l'espulsione del sindaco di Quarto (provincia di Napoli), Rosa Capuozzo, colpevole di non aver segnalato i presunti ricatti ricevuti dalla mafia, mettendo così in discussione la posizione del partito contro la criminalità organizzata. Lo stesso leader del partito, Beppe Grillo, ha annunciato l'inizio del processo per espellere la donna dal movimento, perché "è dovere di un sindaco dell'M5s riferire immediatamente e senza esitazione alle autorità qualsiasi ricatto o minaccia ricevute". Quarto è dal luglio dello scorso anno l'unico comune della regione Campania amministrato dall'M5s. Nella zona coesistono diversi clan mafiosi che si contendono il controllo del territorio e negli ultimi anni il consiglio comunale è stato sciolto due volte per infiltrazioni mafiose. Il sindaco Capuozzo al momento non è né indagato né accusato, ma è stato duramente criticato in quanto, secondo le indagini della Procura di Napoli, non avrebbe denunciato alle autorità i ricatti ricevuti da uno dei suoi consiglieri dell'M5s, Giovanni De Robbio, già dimessosi dal partito e indagato per tentata estorsione.

Leggi l’articolo dell’Abc

 

 

PANORAMA INTERNAZIONALE


 

Saipem in corsa per realizzare il progetto Nord Stream 2

Chicago, 13 gen 08:27 - (Agenzia Nova) - Saipem appare il candidato più probabile alla realizzazione del gasdotto Nord Stream 2 grazie alla sua esperienza nella realizzazione di infrastrutture simili, secondo fonti anonime citate da “Bloomberg”. Stando alle fonti, Saipem progetta di presentare un'offerta per la realizzazione dell'infrastruttura da 9,9 miliardi di euro sin dalla cancellazione del progetto South Stream nel Mar Nero, due anni fa. Una delle due fonti citate dall'agenzia statunitense, un funzionario russo, afferma che l'azienda italiana di servizi per il settore petrolifero ha già avviato trattative col colosso del gas russo Gazprom Il progetto Nord Stream, che garantirebbe l'approvvigionamento del gas russo alla Germania aggirando l'Ucraina, ha suscitato critiche e divisioni all'interno dell'Unione Europea perché non colpito dalle sanzioni imposte a Mosca dopo l'annessione dell'Ucraina, contrariamente a progetti analoghi che avrebbero dovuto beneficiare l'Europa Meridionale.

Leggi l’articolo del Chicago Tribune

 

 

SOCIETA’


 

Associazioni dei consumatori italiane denunciano McDonald's alla Commissione europea

Madrid, 13 gen 08:27 - (Agenzia Nova) - Un gruppo di associazioni dei consumatori italiane ha denunciato McDonald's davanti alla Comunità europea per presunto abuso di posizione dominante in Europa, una denuncia che l'esecutivo Ue studierà al più presto, come riferito da fonti di Bruxelles. In particolare, le tre associazioni Codacons, Movimento Difesa Cittadino e Cittadinanzattiva, supportati dal Sindacato internazionale degli impiegati di servizio (Seiu), accusano McDonald's di "abusi della sua posizione dominante nel mercato dei fast-food nel continente, con pratiche distorsive della concorrenza che danneggiano sia i concessionari dei franchising sia i consumatori". Il gruppo di associazioni sollecitano la Commissione europea ad adottare provvedimenti contro i "contratti restrittivi e illegali" che la multinazionale imporrebbe ai concessionari di franchising. Se la Commissione riconoscerà come fondate le denunce presentate dalle associazioni italiane, McDonald's potrebbero dover pagare una multa fino al 10 per cento del suo fatturato globale annuo, che è stato di 9 miliardi nel 2014, e adottare ulteriori misure per porre fine alle presunte pratiche illegali.

Leggi l’articolo dell’Expansion

 

La moda maschile italiana sostenuta dagli Sati Uniti

Parigi, 13 gen 08:27 - (Agenzia Nova) - A Firenze la Fortezza da Basso ridiventa quella dell'eleganza mascolina con la 89esima edizione di Pitti Uomo, il grande Salone italiano della moda maschile: una fortezza assediata ma che resiste nonostante il crollo del mercato russo (- 25 per cento), il rallentamento dei paesi emergenti ed il persistente calo della domanda interna (- 2,1 per cento). Secondo i dati forniti da Sistema Moda Italia, la crescita delle vendite della moda uomo è stata dell'1,8 per cento nel 2015, dopo l'1,2 del 2014, contribuendo con 9 miliardi di euro al fatturato del made in Italy che l'anno scorso è stato di 74 miliardi: all'origine di queste cifre meno cattive del previsto c'è l'aumento del 2,4 per cento delle esportazioni; e la locomotiva sono gli Stati Uniti, dove la moda italiana ha aumentato le vendite del 16,2 per cento sopravanzando nettamente i mercati europei (Francia, Germania, Svizzera, Regno Unito).

Leggi l’articolo dell’Echos

 

Firenze, la donna statunitense forse strangolata con una corda

New York, 13 gen 08:27 - (Agenzia Nova) - Ashley Olsen, la statunitense 35 enne trovata senza vita lo scorso fine settimana nel suo appartamento a Firenze, sarebbe stata strangolata con un oggetto, forse una corda. E' quanto è emerso dalla prima autopsia effettuata dagli inquirenti italiani sul cadavere della donna, che però non ha accertato in via definitiva se la donna ha subito violenza prima di essere uccisa.

Leggi l’articolo del New York Times

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi