L'assalto di Renzi a Merkel

La rassegna della stampa internazionale sui principali fatti che riguardano da vicino il nostro paese. Oggi articoli di New York Times, Financial Times, Abc e Handelsblatt.
L'assalto di Renzi a Merkel

POLITICA


 

Europa: Matteo Renzi attacca la leadership della Merkel

Madrid, 21 dic 08:28 - (Agenzia Nova) - Il primo ministro italiano Matteo Renzi, scrive il quotidiano spagnolo "Abc", è stato protagonista di una delle discussioni più accese mai viste in seno al Consiglio europeo. Il capo del governo di Roma ha attaccato direttamente la cancelliera tedesca Angela Merkel, accusandola di utilizzare la sua posizione preminente in Europa per "imporre decisioni che beneficiano soltanto la Germania". I temi in questione sono stati prima l'unione bancaria europea, poi i piani delle aziende tedesche per ampliare il gasdotto del mare del Nord a scapito del progetto proposto per il Mediterraneo (Southstream) e infine il salvataggio della Grecia con il quale, ha accusato Renzi, una compagnia tedesca ha ottenuto il controllo degli aeroporti ellenici. Il confronto, che ha diviso l'Unione Europea (Ue), è stata la vera novità del vertice di Bruxelles. L'incontro della scorsa settimana si è concluso "senza alcuna decisione concreta sui problemi più urgenti" che i leader avevano in agenda, ma con le "pesanti parole pronunciate dal premier italiano" nei confronti della Merkel. La stessa Cancelliera ha ammesso al termine della riunione che c'è stato un "vivace scambio di idee" e nella conferenza stampa ha anche inviato un "messaggio" al collega italiano facendo intendere che a Renzi dà fastidio quando le cose non vanno secondo i suoi piani.

Leggi l’articolo di Abc

 

L'Italia lancerà la riforma della banche cooperative all'inizio del 2016

New York, 21 dic 08:28 - (Agenzia Nova) - L'Italia intende approvare le misure di rafforzamento di centinaia di piccole banche cooperative all'inizio del prossimo anno, ha annunciato il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan. Il governo del primo ministro Matteo Renzi ha varato quest'anno una riforma che obbliga le principali banche di credito cooperativo in società per azioni. “L'idea di fondo è che le banche continuino ad essere forti nel loro cortile di casa, ma acquistino anche la capacità di costruire economie di scala e quotare le loro azioni sul mercato”, ha spiegato il ministro in una intervista al quotidiano “La Stampa”.

Leggi l’articolo del New York Times

 

Boschi sopravvive alla mozione di sfiducia

Londra, 21 dic 08:28 - (Agenzia Nova) - Maria Elena Boschi, ministra per le Riforme e alleata chiave del presidente del Consiglio italiano, Matteo Renzi, è sopravvissuta, riferisce il "Financial Times", alla mozione di sfiducia, presentata alla Camera dei deputati dal Movimento 5 stelle per la vicenda di Banca Etruria, una delle quattro salvate dal governo, della quale suo padre è stato presidente: 129 i voti contro di lei, 370 quelli a favore. Simbolo della carica dei giovani contro la vecchia guardia, l'esponente del Partito democratico, osserva il quotidiano britannico "The Guardian", è rimasta coinvolta in una storia che sa di passato.

Leggi l’articolo del Financial Times

 

 

ECONOMIA


 

Renzi, "l'Italia crescerà dell'1,5 per cento nel 2016"

Rio de Janeiro, 21 dic 08:28 - (Agenzia Nova) - Il primo ministro italiano, Matteo Renzi ha affermato ieri che il paese ha superato la crisi economica e potrebbe registrare una crescita superiore all’1,5 per cento nel 2016. Il premier ha indicato che la crescita verrà favorita dalla nuova Legge di stabilità varata dal governo. "L'anno 2015 si chiude con risultati migliori rispetto al 2014, ma non sono ancora soddisfatto", ha dichiarato Renzi in un'intervista televisiva. "I segnali di ripresa ci sono e le cose andranno ancora meglio nel 2016", ha indicato il premier. Anche il ministro dell'Economia, Pier Carlo Padoan, ha elogiato la Legge di stabilità, dicendo che è "coerente con gli obiettivi pluriennali di consolidamento dei bilanci pubblici". "Credo che dal 2016, il debito pubblico scenderà dopo otto anni di crescita, rafforzando la credibilità internazionale e interna del nostro paese", ha affermato Padoan.

Leggi l’articolo del Jornal do Brasil

 

L'Italia non riesce a ridurre il deficit pubblico

Berlino, 21 dic 08:28 - (Agenzia Nova) - Il prossimo anno il disavanzo pubblico italiano sarà più alto del previsto: anziché pari al 2,2 per cento del pil, il deficit di bilancio italiano ammonterà al 2,4 per cento, ha comunicato ieri l'Ufficio del premier Matteo Renzi. Poco prima, in una seduta notturna, il Parlamento aveva approvato a grande maggioranza una finanziaria che oltre all'abolizione dell'impopolare tassa sulla prima casa, prevede anche più fondi per la polizia e per la difesa dal terrorismo. La cosiddetta legge di stabilità passerà molto probabilmente anche al Senato entro giovedì.

Leggi l’articolo del Handelsblatt

 

Il governatore di Bankitalia chiede di temperare le norme comunitarie sui salvataggi bancari

New York, 21 dic 08:28 - (Agenzia Nova) - Il governatore della Banca d'Italia, Ignazio Visco, ha dichiarato ieri che le regole europee sui salvataggi bancari dovrebbero essere applicate con “ragionevolezza”, dopo le polemiche legate al fallimento e al salvataggio di quattro piccole banche locali che ha lasciato sul lastrico migliaia di piccoli investitori. Il governo italiano ha stanziato 3,6 miliardi di euro lo scorso novembre per il salvataggio di Banca Marche, Banca Etruria, CariChieti e DariFe. I risparmiatori che avevano acquistato azioni e obbligazioni degli istituti hanno rimediato perdite pesantissime, con conseguenti critiche mosse al governo e alla Banca d'Italia, accusata di essere venuta meno al suo ruolo di supervisione e vigilanza. Visco ha respinto le accuse, attribuendo parte della responsabilità ai regolamenti europei tesi a non caricare sui contribuenti il costo dei salvataggi bancari: “L'Europa sta lentamente cominciando a comprendere quali possano essere le conseguenze concrete di questi regolamenti”, ha detto visto a “La Repubblica”, precisando che le decisioni di Bruxelles in materia erano mosse da “buone intenzioni”.

Leggi l’articolo del New York Times

 

 

SOCIETA’


 

Bini Smaghi e la gestione del patrimonio culturale italiano

Londra, 21 dic 08:28 - (Agenzia Nova) - Il "Financial Times" intervista Lorenzo Bini Smaghi, presidente di Société Générale ed ex membro del consiglio esecutivo della Banca centrale europea, nella sua dimora rinascimentale di famiglia vicino Firenze, Villa I Tattoli. Il banchiere, che ha studiato e lavorato prevalentemente all'estero e ha uno sguardo spesso critico sul suo paese, parla dell'eredità culturale, sostenendo che il doversi occupare dei gloriosi lasciti del passato può avere un effetto controproducente, limitando la libertà; ciò, a suo parere, contribuisce a spiegare il conservatorismo dell'Europa, che invece ha bisogno di essere più dinamica.

Leggi l’articolo del Financial Times

 

Italia: ex sindaco di Roma imputato per corruzione

Rio de Janeiro, 21 dic 08:28 - (Agenzia Nova) - L'ex sindaco di Roma Gianni Alemanno (2008-2013) è imputato nel processo "Mafia Capitale", che ha portato alla luce una rete di corruzione e associazione mafiosa nell'amministrazione della capitale italiana. Alemanno è accusato, in particolare, di corruzione e finanziamento illecito, secondo la Procura di Roma, per aver ricevuto 125 mila euro in tangenti tra il 2012 e il 2014 per compiere "atti contrari ai doveri d'ufficio". Il denaro sarebbe stato versato alla Fondazione Nuova Italia, presieduta dall'ex sindaco, da Massimo Carminati e Salvatore Buzzi, presunti capi della rete criminale. La prima udienza del processo a carico di Alemanno è stata fissata per il 23 marzo 2016.

Leggi l’articolo del Jornal do Brasil

 

 

PANORAMA INTERNAZIONALE


 

Tusk si unisce a Renzi contro la Germania sul progetto Nord Stream 2

Londra, 21 dic 08:28 - (Agenzia Nova) - Anche Donald Tusk, presidente del Consiglio europeo, ha criticato la partecipazione della Germania al progetto di gasdotto Nord Stream 2, sostenendo che va contro l'obiettivo dell'Unione di ridurre la dipendenza energetica dalla Russia. Critiche sono già state espresse, ricorda il "Financial Times", dall'Italia e da diversi Stati membri dell'Europa orientale. Il presidente del Consiglio italiano, Matteo Renzi, ha accusato Berlino di ipocrisia per il modo in cui salvaguarda i suoi interessi mentre altri paesi subiscono le conseguenze delle sanzioni contro Mosca.

Leggi l’articolo del Financial Times

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi