Renzi a Cuba e il saluto nazista di Buonanno a Merkel

La rassegna della stampa internazionale sui principali fatti che riguardano da vicino il nostro paese. Oggi articoli di Figaro, New York Times, Guardian e Abc
Renzi a Cuba e il saluto nazista di Buonanno a Merkel

POLITICA


 

Cuba: Matteo Renzi in visita ufficiale

Parigi, 29 ott 08:32 - (Agenzia Nova) - Matteo Renzi ha iniziato mercoledì 28 ottobre una visita ufficiale a Cuba, la prima di un capo di governo italiano, con l'obbiettivo di dare un colpo di acceleratore agli scambi commerciali con l'isola che è in fase di avvicinamento all'Unione Europea ed agli Stati Uniti. In questa ultima tappa di una tourné che l'ha portato in Cile, in Perù ed in Colombia, Renzi è accompagnato da una importante delegazione di imprenditori e di investitori. In giornata si è incontrato con il presidente cubano Raul Castro, che Renzi aveva già incontrato a Roma nello scorso mese di maggio.

Leggi l’articolo del Figaro

 

Felipe VI in italia, "possiamo tornare ad essere leader in campo scientifico"

Madrid, 29 ott 08:32 - (Agenzia Nova) - Il re di Spagna Filippo VI e suo padre Don Juan Carlos hanno partecipato per la prima volta assieme a un evento pubblico all'estero. I due sovrani hanno preso parte al X Meeting Cotec Europa, tenutosi a Roma, al quale hanno partecipato anche il presidente della Repubblica italiana, Sergio Mattarela, e il presidente del Portogallo, Anibal Cavaco Silva. L'iniziativa Cotec è nata per volontà dello stesso Don Juan Carlos 25 anni fa. Si tratta di una fondazione di origine imprenditoriale creata con la missione di contribuire allo sviluppo della Spagna, incoraggiando l'innovazione tecnologica. L'Italia vi ha aderito nel 2002 e l'anno successivo è stata la volta del Portogallo. Così è nata Cotec Europa. Nel campo dell'innovazione, Filippo VI ha lanciato un "obiettivo molto ambizioso: guidare un modello di innovazione che sta emergendo in tutto il mondo, soprattutto tra i giovani. Una nuova forma di innovazione che dà maggior risalto ai valori umanistici". Il sovrano spagnolo ha poi sottolineato che "dobbiamo adattarci il prima possibile al nuovo paradigma dell'innovazione". Il re di Spagna ha citato i tratti distintivi di questo modello di innovazione: "più collaborativo, più sociale, più aperto, più in linea con la cultura e lo stile di vita tipico dei paesi dell'Europa meridionale. E' proprio dal nostro modo di essere che si apre una nuova finestra di opportunità", ha spiegato Filippo VI. Da parte sua, il presidente italiano Sergio Mattarella ha affermato che i tre paesi del Cotec "si sono lasciati alle spalle la crisi" e ora le aziende e le istituzioni devono lavorare insieme per combattere la disoccupazione, soprattutto quella giovanile.

Leggi l’articolo di Abc

 

Il governo italiano sostiene il governatore di Bankitalia indagato per corruzione

New York, 29 ott 08:32 - (Agenzia Nova) - Il ministro dell'Economia italiano, Pier Carlo Padoan, ha espresso ieri un convinto sostegno al governatore della Banca d'Italia Ignazio Visco, indagato per corruzione in relazione al collasso e alla successiva vendita di Banca Popolare di Spoleto (Bps). “La revoca del governatore della Banca d'Italia sarebbe possibile solo nel caso fosse ritenuto colpevole di gravi inadempienze, e questa vicenda non fornisce alcun indizio in tal senso”, ha dichiarato il ministro durante un'interrogazione parlamentare sulla vicenda.

Leggi l’articolo del New York Times

 

Il parlamentare europeo Gianluca Buonanno fa il saluto nazista durante un dibattito con Angela Merkel

Londra, 29 ott 08:32 - (Agenzia Nova) - Il Parlamento europeo, riferisce il quotidiano britannico "The Independent", ha sanzionato Gianluca Buonanno per aver aver fatto il saluto nazista in un dibattito alla presenza della cancelliera della Germania, Angela Merkel, e aver indossato una maglietta col volto della leader tedesca con dei baffi alla Hitler. Il parlamentare della Lega Nord dovrà pagare una multa di 3.060 euro e scontare una sospensione dall'aula di dieci giorni.

Leggi l’articolo dell’Independent

 

 

ECONOMIA


 

Italia: la fiducia di imprese e consumatori ai massimi da anni

New York, 29 ott 08:32 - (Agenzia Nova) - La fiducia di imprese e consumatori italiani ha toccato i massimi da diversi anni a questa parte nel mese di ottobre, stando ai dati pubblicati ieri dall'Istituto nazionale di statistica (Istat). Nei mesi scorsi i dati erano stati controversi, con un calo della produzione industriale e degli ordinativi alla fine dell'estate; questo mese, però, l'indicatore della fiducia del settore manifatturiero è passato da 104,4 a 105,9 punti, battendo le stime e toccando i massimi da febbraio 2008. Il governatore della Banca d'Italia, Ignazio Visco, ha dichiarato che i sondaggi condotti dalla banca centrale certificano un ottimismo legato a prospettive di crescita della domanda, che dovrebbe incoraggiare il tanto atteso aumento degli investimenti. L'indice composito curato dall'Istat, che combina manifattura, vendita al dettaglio, costruzioni e servizi, ha toccato i massimi da ottobre 2007; l'indice della fiducia dei consumatori ha fatto ancora meglio, toccando il livello più elevato da febbraio 2002.

Leggi l’articolo del New York Times

 

La Francia non è più il primo produttore mondiale di vino

Parigi, 29 ott 08:32 - (Agenzia Nova) - Alla fine le vendemmie francesi sono state più abbondanti del previsto: mentre a settembre si prevedeva una erosione della produzione di vino nel 2015, l’Organizzazione internazionale della vite e del vino (Oiv) ora certifica un aumento dell'1 per cento sulla base dei dati diffusi mercoledì 28 ottobre i buoni dati tuttavia non sono sufficienti a conservare alla Francia il titolo di primo produttore mondiale di vino, che quest'anno viene riconquistato dall’Italia.

Leggi l’articolo del Monde

 

 

SOCIETA’


 

Lampedusa attende ancora il suo "hot spot"

Parigi, 29 ott 08:32 - (Agenzia Nova) - Il Centro di accoglienza di Lampedusa: è dove sono passati tutti i circa 300 mila migranti sbarcati su quest'isola negli ultimi anni, prima di essere smistati verso altre destinazioni. Alla fine di ottobre, è completamente vuoto l'impianto che dalla metà dello scorso mese di settembre sarebbe già dovuto diventare il primo "hot spot" italiano: un "centro di registrazione" dei migranti nel gergo ufficiale, un "centro di selezione" per le agenzie umanitarie. Alla prefettura di Agrigento (Sicilia), che ha autorità su Lampedusa, si parla di una apertura per la metà di novembre, "se tutto va bene"; il ministero dell'Interno italiano afferma che quattro "hot spot" saranno presto in funzione in Italia, senza tuttavia precisare alcuna data. Rispondendo ad Angela Merkel ed a François Hollande, che avevano ingiunto al governo italiano di creare "al più presto" questi centri di prima identificazione, Matteo Renzi aveva dichiarato che non se ne sarebbe fatto niente finché non fosse cominciata la redistribuzione negli altri paesi europei dei migranti presenti in Italia. La collera degli italiani non si è spenta: le partenze sarebbero dovute avvenire al ritmo di 80 al giorno, ma alla fine di ottobre solo 90 persone hanno lasciato il paese, cittadini eritrei e siriani inviati in Finlandia ed in Svezia. "Gli hot spot saranno completamente operativi quando la redistribuzione dei migranti sarà arrivata a pieno regime", afferma il ministro dell'Interno italiano, Angelino Alfano. "A questo ritmo", commenta il sindaco di Lampedusa Giuseppina Nicolini, "ci vorranno venti anni per selezionare i migranti". Un'opinione condivisa dagli abitanti dell'isola: "Non cambierà niente", si sente ripetere "Si continuerà ad accogliere i migranti e sarà sempre impossibile distinguere i rifugiati dai profughi per motivi economici; quanto poi a pensare di rimandarli nei loro paesi, è una pia illusione".

Leggi l’articolo del Figaro

 

La paura del cancro fa perdere agli italiani il gusto del prosciutto e del salame

Londra, 29 ott 08:32 - (Agenzia Nova) - Le macellerie italiane, riferisce il quotidiano britannico "The Times", hanno registrato un calo delle vendite del venti per cento questa settimana, in seguito all'inserimento delle carni rosse e lavorate nella lista degli alimenti cancerogeni dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms). I consumatori hanno optato per la meno costosa carne bianca. Secondo Roberto Moncalvo, presidente di Coldiretti, il settore, che vale 32 miliardi di euro e impiega 180 mila lavoratori, è a rischio.

Leggi l’articolo del Times

 

L'Italia rifiuta di estradare il tunisino sospettato dell'attentato al Museo del Bardo

New York, 29 ott 08:32 - (Agenzia Nova) - La magistratura italiana ha negato ieri l'estradizione del 22enne Abdel Majid Touil, tunisino giunto clandestinamente in Italia e sospettato d'essere coinvolto nell'attentato al Museo del Bardo di Tunisi dello scorso marzo, motivando la decisione col timore che l'uomo possa subire nel suo paese una condanna a morte. Il governo tunisino aveva richiesto l'estradizione di Touil mesi fa, dopo il suo arresto da parte delle autorità italiane. Tra le altre cose, il tunisino è accusato d'aver condotto rapimenti a mano armato ed aver reclutato terroristi che hanno partecipato all'attentato del marzo scorso, costato la vita a 20 persone. Lo scorso maggio il ministro dell'Interno italiano, Angelino Alfano, aveva dichiarato che al suo arrivo in Italia su un barcone, il 17 febbraio scorso, le autorità italiane non avevano alcun elemento che lo collegasse ad attività terroristiche. Touil era stato identificato e aveva ricevuto un foglio di via, che però aveva ignorato rimanendo clandestinamente in Italia.

Leggi l’articolo del Wall Street Journal

 

Succede in Europa: i matrimoni omosessuali contratti all'estero non saranno riconosciuti in Italia

Parigi, 29 ott 08:32 - (Agenzia Nova) - Il contratto di unione civile per le coppie omosessuali è la prossima riforma che Matteo Renzi vorrebbe far adottare entro la fine dell'anno, anche per rispondere alla sentenza con cui la Corte europea dei diritti dell'uomo il 21 luglio scorso aveva ingiunto a Roma di offrire "un quadro giuridico specifico per riconoscere e proteggere le unioni tra persone dello stesso sesso". Ma intanto la cattolicissima Italia, benché lo sia sempre di meno, non sta prendendo la strada del matrimonio gay: alla sentenza dei giudici di Strasburgo ha risposto ora quella del Consiglio di Stato italiano. I matrimoni omosessuali contratti all'estero non possono essere riconosciuti nella Penisola: devono quindi essere annullate le trascrizioni nei registri comunali decise su iniziativa dei sindaci di città Roma, Milano, Bologna o Napoli. Questa sentenza ha fatto immediatamente esplodere le polemiche sulla imparzialità del Consiglio di Stato: il collegio di cinque giudici che ha preso la decisione è diretto da un membro dell’Opus Dei e uno di loro si definisce persino "cattolico" sul suo profilo Twitter. Il dibattito lacera profondamente tutti i partiti, e non è affatto sicuro che Renzi riesca a far adottare una legge sulle unioni civili così rapidamente come è riuscito a fare per le altre sue riforme.

Leggi l’articolo dell’Echos

 

 

PANORAMA INTERNAZIONALE


 

Germania: il nuovo centro

Berlino, 29 ott 09:28 - (Agenzia Nova) - Due giorni a Mosca. Il ministro tedesco dell'Economia vuole sfruttarli per rinvigorire i rapporti tra Germania e Russia. Mercoledì sera Sigmar Gabriel ha incontrato anche il presidente russo Vladimir Putin. L'agenda di questi due giorni nella capitale russa è stata decisa completamente dal vicecancelliere: grandi palcoscenici e grandi temi, lontani dal tran tran della quotidianità berlinese, dove da settimane non si fa che parlare di crisi dei profughi. A livello internazionale il ministro Gabriel ha compiuto un'opera pionieristica per l'economia tedesca, scrive il quotidiano "Handelsblatt": Iran, Arabia Saudita, Qatar, naturalmente Cina e anche Stati Uniti. L'impegno di Gabriel per il mondo economico è qualcosa di più di un semplice adempimento dei compiti da ministro: fa parte di una sua visione globale. Il segretario dell'Spd vuole dare al suo partito un nuovo profilo: da mesi, infatti, Gabriel sta cercando di avvicinare l'Spd al mondo economico e di renderlo più attraente per "il centro della società". Il suo obiettivo è un'economia sociale di mercato corretta ed ecologica che coinvolga gli imprenditori senza scoraggiarli. Per arrivare a questo, Gabriel si presenta come l'"Erhard rosso" (Ludwig Erhard, ideatore dell'economia sociale di mercato, ndr): l'uomo dell'Spd che parla con manager, imprenditori, strateghi delle Start-up, ingegneri e operai specializzati. Gabriel ha ormai da tempo istituzionalizzato il dialogo della Sinistra con il mondo economico.

Leggi l’articolo dell’Handelsblatt

 

Regno Unito: Cameron contro un accordo con l'Ue "in stile norvegese"

Londra, 29 ott 09:28 - (Agenzia Nova) - Il primo ministro del Regno Unito, David Cameron, ha dichiarato che si batterà contro i sostenitori di un accordo con l'Unione Europea "in stile norvegese". Parlando prima del Northern Future Forum di Reykjavik, in Islanda, il premier, riferisce la stampa nazionale, ha sottolineato che bisogna essere molto chiari sulle conseguenze di un assetto analogo a quello della Norvegia, che paga un contributo pro capite pari a quello britannico, accoglie un numero di migranti pro capite doppio, ma non ha un posto al tavolo delle decisioni. Un editoriale non firmato del quotidiano "The Guardian", concorda con le argomentazioni contro l'opzione norvegese, ma esorta il capo del governo a passare dalla critica a una campagna positiva per la permanenza nell'Ue. Anche per l'editoriale di "The Times" entrambi i fronti devono presentare una visione chiara del futuro della Gran Bretagna. L'attacco di Cameron agli euroscettici non convince, invece, il commentatore di "The Telegraph" Asa Bennett, per il quale la rinuncia alla minaccia della Brexit indebolisce la posizione negoziale a Bruxelles. Su "The Independent", l'ex leader liberaldemocratico Nick Clegg spiega perché respingere il modello norvegese, ma anche quello svizzero e ogni altra formula di rapporto esterno con l'Ue. Sul tema della Brexit "The Guardian" segnala anche l'intervento degli Stati Uniti, il cui rappresentante per il Commercio, Michael Froman, ha avvertito he il Regno Unito fuori dall'Ue sarebbe soggetto alle stesse tariffe e barriere della Cina, del Brasile o dell'India.

Leggi l’articolo del Guardian

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi