Ora Enel e Greenpeace, un tempo nemici, vanno molto d'accordo

La rassegna della stampa internazionale sui principali fatti che riguardano da vicino il nostro paese. Oggi articoli di Financial Times, New York Times, Tercera e Guardian
Ora Enel e Greenpeace, un tempo nemici, vanno molto d'accordo

POLITICA


 

Il premier italiano Matteo Renzi inizia oggi la sua visita ufficiale in America Latina

Santiago del Cile, 23 ott 08:34 - (Agenzia Nova) - Il primo ministro italiano Matteo Renzi sta attraversando una congiuntura politica favorevole. Superando una serie di ostacoli esterni e aver resistito alle pressioni interne al suo partito, è riuscito a far emergere l'Italia dalla crisi e dalla stagnazione nella quale si trovava da più di un decennio. In questo contesto favorevole, il premier italiano inizia oggi in Cile la sua prima visita di Stato in America Latina, che prevede anche tappe in Perù, Colombia e Cuba. Renzi, che resterà in Sudamerica fino al 29 ottobre e sarà accompagnato da 40 imprenditori, terrà oggi un incontro con la presidente cilena Michelle Bachelet. Il primo ministro italiano firmerà inoltre l'accordo che mette fine alla doppia imposizione tra Italia e Cile. Inoltre, inaugurerà una serie di progetti nel campo delle energia rinnovabile promossi dal gruppo italiano Enel, come il parco eolico Taltal, la centrale fotovoltaica Lalackama e l'impianto ibrido di Ollage. Inoltre sarà posta la prima pietra della centrale geotermica Cerro Pabellon, pioniera in Sudamerica in questo settore. Secondo gli analisti, il clima economico della regione ha influenzato Renzi nella scelta dei paesi da visitare. Argentina e Brasile, che stanno attraversando un momento economico molto difficile, non compaiono infatti tra le destinazioni del viaggio del premier.

Leggi l’articolo della Tercera

 

Italia, un terzo dei dipendenti pubblici di San Remo indagati per assenteismo

New York, 23 ott 08:34 - (Agenzia Nova) - Più di un terzo dei dipendenti del Comune di San Remo, in Liguria, sono sotto indagine per gravi pratiche di assenteismo. Gli inquirenti hanno filmato dal 2013 almeno 195 dipendenti del comune mentre si facevano timbrare il cartellino dalle coniugi o da colleghi compiacenti. In un caso, uno dei dipendenti era solito praticare la canoa in orario di lavoro e testimoniare le sue imprese sui social media, non mancando di farsi addirittura accreditare gli straordinari. 75 degli indagati hanno ricevuto l'avviso di conclusione delle indagini, 35 si trovano già agli arresti domiciliari e per altri 71 è scattata la denuncia penale a piede libero.

Leggi l’articolo del New York Times

 

 

ECONOMIA


 

Draghi indica che la Bce è pronta a espandere l'alleggerimento quantitativo

Londra, 23 ott 08:34 - (Agenzia Nova) - La Banca centrale europea, riferisce il "Financial Times", ha lasciato intendere che potrebbe espandere il suo programma di alleggerimento quantitativo da 1.100 miliardi di euro a dicembre e tagliare il tasso di deposito nel caso in cui il rallentamento dei mercati emergenti minacciasse la ripresa dell'eurozona. Il presidente della Bce, Mario Draghi, ha dichiarato che le misure di politica monetaria potrebbero essere "riesaminate" nel consiglio del 3 dicembre. In seguito alle sue parole, l'euro si è deprezzato dell'1,67 per cento rispetto al dollaro, scendendo a 1,116.

Leggi l’articolo del Financial Times

 

Le grandi banche dell'eurozona dovranno accantonare ulteriori riserve di capitale

New York, 23 ott 08:34 - (Agenzia Nova) - La Single Resolution Board si prepara a varare a partire dal prossimo gennaio nuovi requisiti per le 120 banche europee sotto la sua supervisione. In particolare, l'agenzia deciderà caso per caso il requisito minimo di liquidità nell'eventualità di un bail-in (mrel): “Per le banche più grandi, il mrel ammonterà probabilmente all'8 per cento o più” del capitale, ha annunciato Elke Koenig, direttore dell'agenzia. Alle banche di rilevanza sistemica, come Deutsche Bank, SocGen e Bnp Paribas, sarà richiesto inoltre un ulteriore “cuscinetto” di bond per l'assorbimento delle perdite previsti dalle norme globali per i 30 principali istituti di credito del mondo.

Leggi l’articolo del New York Times

 

La Cdp italiana, arma di Renzi per sostenere la crescita

Parigi, 23 ott 08:34 - (Agenzia Nova) - La Cassa Depositi e Prestiti (Cdp) è l'arma di Matteo Renzi nella sua battaglia per il rilancio economico dell'Italia. La sua potenza di fuoco non è trascurabile: 350 miliardi di euro di attivi e 2,2 miliardi di euro di risultato net, per un patrimonio netto di 20 miliardi di euro nel 2014. Segno della sua importanza nelle sue politiche, il primo ministro italiano ha piazzato i suoi uomini già l'anno scorso, anticipando il rinnovamento dei dirigenti dell'ente pubblico controllato all'80,1 per cento dal ministero dell'Economia ed al 18,4 da diverse fondazioni bancarie italiane: Claudio Costamagna, ex banchiere d'affari di Goldman Sachs, è stato nominato alla testa della Cdp in luglio. Invece il nuovo piano di quella che ormai è diventata una vera e propria "banca nazionale per lo sviluppo" sarà reso noto a dicembre, con l'obbiettivo di sostenere ancora di più le esportazioni italiane. Per l'economista Stefano Gatti dell'Università Bocconi di Milan, citato dal quotidiano economico francese "Les Echos", il piano punterà soprattutto a rafforzare le infrastrutture: "Sia quelle fisiche, come i porti, le strade e le ferrovie, che il piano di investimenti necessario a creare una rete internet ad altissima velocità". Per farlo, la Cdp può contare sul Fondo strategico italiano (Fsi), di cui detiene l'80 per cento del capitale, ma anche sulle sue partecipazioni nei campioni dell'economia italiana: il 24 per cento di Eni, il 29 per cento di Snam o ancora il 30 per cento di Terna. La Cdp sarà quindi in prima linea nella messa in opera del piano Juncker, al quale l'Italia contribuirà per 8 miliardi di euro: si tratta di investimenti di cui il paese ha dolorosamente bisogno, a cominciare proprio dalle infrastrutture, scrive su "Les Echos" il corrispondente da Roma Olivier Tosseri. Se infatti le infrastrutture fossero al livello della Germania, in particolare nei trasporti, secondo un recente rapporto della Confcommercio il Pil italiano aumenterebbe di 42 miliardi di euro, cioè del 2,8 per cento.

Leggi l’articolo dell’Echos

 

Dieselgate: Volkswagen afferma che in Italia potrebbero esserci quasi 710 mila casi di motori diesel truccati

Madrid, 23 ott 08:34 - (Agenzia Nova) - Lo scorso primo ottobre la società automobilistica Volkswagen aveva quantificato in 648.458 i veicoli in Italia con motori dotati del software in grado di alterare i dati sulle emissioni di Co2, uno scandalo portato alla luce negli Stati Uniti a settembre. Tuttavia, ieri il gruppo tedesco ha ammesso che i casi di auto "truccate", cioè con motore diesel Ea 189, potrebbero salire in Italia a 709.712. La differenza tra i due dati si spiega, giustifica la Volkswagen, col fatto che ora nel conteggio sono stati inclusi "tutti i veicoli con motore Ea 189, indipendentemente dal loro livello di emissioni".

Leggi l’articolo del Vanguardia

 

 

SOCIETA’


 

Gli ex nemici Greenpeace ed Enel insieme nella spinta verso l'energia a bassa emissione di anidride carbonica

Londra, 23 ott 08:34 - (Agenzia Nova) - Solo un anno anno fa Enel e Greenpeace si scontravano in tribunale sull'inquinamento delle centrali a carbone; ora la compagnia elettrica italiana e l'organizzazione ambientalista sono dalla stessa parte. Il nuovo amministratore delegato, Francesco Starace, intervistato dal quotidiano britannico "The Guardian", spiega che per le utility c'è una strada a senso unico, che porta verso l'energia a bassa emissione di anidride carbonica, e che la compagnia, investendo nell'eolico e nel solare, può ambire a diventare il primo vero colosso energetico verde.

Leggi l’articolo del Guardian

 

Polemiche a Venezia sulle navi da crociera e a Roma sul Colosseo quadrato

Londra, 23 ott 08:34 - (Agenzia Nova) - Si riaccende la polemica sul transito delle grandi navi da crociera nella laguna di Venezia, che mette a rischio la città d'arte, patrimonio dell'umanità Unesco. L'occasione, riferisce il quotidiano britannico "The Telegraph", è una mostra fotografica di Gianni Berengo Gardin. Le immagini in bianco e nero del maestro sono "come un pugno nello stomaco", ha commentato Giulia Maria Crespi, presidente onoraria del Fondo ambiente italiano (Fai). A Roma, invece, riporta "The Guardian", si sono scatenate le critiche contro Fendi per la scelta di finanziare il restauro del Palazzo della civiltà italiana, tra i simboli dell'era fascista.

Leggi gli articoli di Telegraph e Guardian

 

 

PANORAMA INTERNAZIONALE


 

17 paesi europei firmano un accordo per la prevenzione del terrorismo

New York, 23 ott 08:34 - (Agenzia Nova) - I principali paesi europei hanno sottoscritto ieri a Riga, in Estonia, un accordo per il rafforzamento delle politiche di contrasto al terrorismo, con l'obiettivo primario di arrestare l'esodo di giovani islamici europei che si uniscono ai ranghi dello Stato islamico e di altre organizzazioni estremiste. 17 paesi, tra cui Regno Unito, Francia, Germania, Italia e Spagna, hanno concordato di adottare le misure previste dalla convenzione di Varsavia del Consiglio d'Europa del 2005. La convenzione prevede in particolare l'istituzione di reti e contatti per “il rapido scambio d'informazioni”.

Leggi l’articolo del New York Times

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi