Perché l'Italia è diventata il luogo ideale dove investire

La rassegna della stampa internazionale sui principali fatti che riguardano da vicino il nostro paese. Oggi articoli di New York Times, Jornal do Brasil, Independent e Vanguardia.
Perché l'Italia è diventata il luogo ideale dove investire
POLITICA

 

G7, il premier italiano Matteo Renzi chiede all'Europa maggiore impegno sul fronte dell'immigrazione

New York, 9 giu 08:31 - (Agenzia Nova) - Il primo ministro italiano Matteo Renzi, in Germania per il vertice dei leader del G7, ha chiesto ai suoi partner dell'Unione Europea di muoversi con più decisione e rapidità per far fronte al flusso di migliaia di migranti che ogni settimana salpano dal Nordafrica ed approdano in Italia. La scorsa settimana la Commissione europea ha proposto un piano di emergenza per la distribuzione tra i vari paesi dell'Ue di 40 mila richiedenti asilo siriani ed eritrei: una misura tutt'al più simbolica, che si è comunque scontrata con l'aperta ostilità di tanti paesi europei. Renzi ha dichiarato che i 26 mila rifugiati oggi in Italia che verrebbero trasferiti nell'ambito del piano sono una cifra “insufficiente”, e ha chiesto di lavorare per un intervento comunitario più deciso durante il summit europeo del 25 e 26 giugno prossimi.

Leggi l’articolo del New York Times

 

Italia: Renzi incoraggia il dibattito sul modello europeo

Madrid, 9 giu 08:31 - (Agenzia Nova) - Il primo ministro italiano Matteo Renzi ieri ha definito "opportuno" incoraggiare il dibattito sul modello europeo nel contesto dei cambiamenti che vanno dalla crisi in Grecia all'ascesa del modello "anti-sistema" del partito Podemos in Spagna. Renzi, riferisce "La Vanguardia", ha parlato durante la conferenza stampa tenutasi al termine del vertice dei leader del G7 (Stati Uniti, Germania, Francia, Canada, Giappone, Italia e Regno Unito), che ha avuto inizio domenica in Germania. "E' un momento molto interessante. E' un buon momento per discutere il modello europeo", ha affermato il primo ministro e leader del centro-sinistra italiano. Renzi ha poi sottolineato che in molti paesi dell'Unione Europei ci sono elementi che mettono in discussione la struttura e l'articolazione attuale del blocco, tra questi il referendum promesso dal primo ministro britannico David Cameron nel Regno Unito circa la permanenza del paese all'interno dell'Ue, la drammatica situazione in Grecia, l'ascesa del Fronte Nazionale in Francia, la recente vittoria delle forze nazionaliste in Polonia, le elezioni in Portogallo e anche l'ascesa di Podemos in Spagna.

Leggi l’articolo del Vanguardia

 

Le regioni italiane del Nord rifiutano di accogliere altri migranti

Londra, 9 giu 08:31 - (Agenzia Nova) - L'arrivo nell'ultimo fine settimana di altre migliaia di migranti nel sud Italia ha riacceso le polemiche tra il governo centrale e le regioni settentrionali, riferisce il quotidiano britannico "The Independent". Il ministro dell'Interno, Angelino Alfano, ha annunciato che molti dei nuovi arrivati saranno distribuiti in Lombardia, Veneto e Piemonte. Il presidente della Lombardia, Roberto Maroni, ha minacciato di revocare i finanziamenti ai comuni che accetteranno altri immigrati.

Leggi l’articolo dell’Independent

 

 

ECONOMIA


 

L'Italia impiegherà 12 anni per recuperare il pil pre-crisi

Rio de Janeiro, 9 giu 08:31 - (Agenzia Nova) - L'Italia impiegherà 12 anni per recuperare il suo prodotto interno lordo (pil) e portarlo ai livelli pre-crisi. È la conclusione di uno studio pubblicato ieri dalla Confederazione generale delle imprese, delle attività professionali e del lavoro autonomo in Italia (Confcommercio). Secondo il rapporto, solamente nel 2027 il paese raggiungerà di nuovo il pil pro capite che aveva nel 2007. I consumi privati pre-crisi saranno recuperati solo nel 2030 e il reddito familiare nel 2034. "La rapida attivazione di riforme strutturali deve essere consolidato attraverso un clima favorevole di fiducia e una credibilità politica-fiscale che possa consentire al paese di vincere questa sfida", spiega Confcommercio. Secondo la confederazione, gli scarsi risultati provengono da una politica che "penalizza" le imprese e "riduce la competitività".

Leggi l’articolo del Jornal do Brasil

 

Gli investitori a lungo termine dovrebbero guardare all'Italia

New York, 9 giu 08:31 - (Agenzia Nova) - Il Chief Investment Official di La Investment Management, James Bevan, ha discusso le opportunità a disposizione degli investitori a lungo termine: “L'Italia – ha spiegato Beyan – è nel mezzo di un viaggio, sta migliorando rapidamente e vi sono fantastiche opportunità”, come “Mediaset, Ubi, Intesa Sanpaolo e Pirelli”.

Leggi l’articolo del Bloomberg Business Week

 

 

SOCIETA'


 

Pechino ha ostacolato le indagini dell'Italia sul riciclaggio di denaro delle comunità cinesi

Washington, 9 giu 08:31 - (Agenzia Nova) - Negli scorsi anni l'Italia ha assistito con amarezza a un fenomeno peculiare: mentre da un lato l'economia italiana precipitava nel baratro della crisi, le imprese chiudevano e il tessuto produttivo si desertificava, dall'altro le comunità cinesi prosperavano e si espandevano, spesso soppiantando le attività degli italiani in settori importanti come il tessile. L'ostentata opulenza dei cinesi, però, non trovava né trova alcun riscontro delle loro dichiarazioni fiscali. “Cosa fanno coi soldi, se li mangiano?” Chiede sardonicamente il viceprocuratore di Firenze, Pietro Suchan. La prevedibile risposta alla domanda del procuratore è giunta al termine di quattro anni di di indagini da parte della Guardia di Finanza. Le autorità giudiziarie e di polizia tributaria italiana hanno scoperto che oltre 4,5 miliardi di euro originati dalla prostituzione, dallo sfruttamento del lavoro, dall'evasione fiscale e da altre pratiche illecite delle comunità cinesi in Italia sono stati inviati clandestinamente in Cina in meno di un quadriennio, perlopiù impiegando servizi privati di trasferimento del denaro. Oltre la metà di questi fondi – scrive la “Washington Post”, che dedica un articolo alla vicenda – sono passati attraverso una delle maggiori banche di Stato cinesi, la Bank of China, che ne ha ricavato oltre 785 mila euro in commissioni di trasferimento. E il governo cinese – che pure chiede la collaborazione dell'Occidente per combattere i propri evasori fiscali – non ha fatto nulla per assistere le indagini italiane. Si tratta di una condotta consolidata, scrive il quotidiano Usa: “Nonostante gli stretti legami economici con l'Occidente, la scarsa cooperazione, i sistemi legali incompatibili e le leggi sulla segretezza della Cina hanno consentito ai criminali (cinesi, ndr) di globalizzarsi più efficacemente dei sistemi legali destinati a combatterli”. Gli investigatori italiani, a dispetto dei loro sforzi, non sono riusciti a ottenere contatti ufficiali con le autorità giudiziarie e di polizia cinesi, spiega Suchan, che ha guidato le investigazioni. E così, per stessa ammissione del procuratore, “è stato scoperto solo il 50 per cento della verità” sul macroscopico, sistematico e generalizzato quadro di evasione e riciclaggio di denaro da parte delle comunità cinesi. Il ministero degli Esteri cinese - scrive il quotidiano Usa - ha replicato con una "nota farsesca", sostenendo che Pechino non sapeva nulla delle indagini in corso in Italia. Eppure, una delle compagnie di import-export cinesi coinvolte nelle indagini, Wenzhou Cereal Oils and Foodstuff Foreign Trade Corporation, è di proprietà proprio del governo cinese; l'azienda è accusata, tra le altre cose, dell'esportazione di generi alimentari contraffatti, anche verso gli Usa. Le indagini condotte negli Stati Uniti, che delineano i contorni della stessa collaborazione illecita tra aziende e sistema bancario cinese, si sono scontrate con lo stesso “muro” da parte delle autorità cinesi. Pechino, poi, difende coi denti il segreto bancario, che considera una questione di sovranità nazionale. I pericoli derivanti dalla totale assenza di cooperazione delle autorità cinesi si fanno via via più evidenti con la progressiva globalizzazione degli attori economici di quel apese: basti pensare che soltanto negli Usa, le compagnie cinesi hanno investito 46 miliardi di dollari a partire dal 2000, per la maggior parte nell'ultimo quinquennio; anche le banche cinesi si sono espanse, aprendo filiali all'estero e acquistando quote di banche straniere. Sullo sfondo di queste dinamiche, conclude il quotidiano, “è in corso una silenziosa battaglia su quali regole vadano applicate” agli attori economici cinesi.

Leggi l’articolo del Washington Post

 

Roma, due suore bloccate tre giorni in un ascensore

Bruxelles, 9 giu 08:31 - (Agenzia Nova) - Due suore sono rimaste bloccate per tre giorni, senza poter mangiare né bere, nell'ascensore di un istituto religioso di Roma a causa di un problema elettrico avvenuto venerdì pomeriggio, quando nell'edificio non c'era già più nessuno. Lunedì mattina le ha scoperte una donna di servizio e le due suore sono state soccorse e trasportate in ospedale in stato di shock e di disidratazione. Le due religiose sono una cittadina irlandese ed una neozelandese.

Leggi l’articolo del Soir

 

Just Eat compra due takeaway italiani

Londra, 9 giu 08:31 - (Agenzia Nova) - Just Eat, l'operatore britannico del takeaway online, ha ingoiato due concorrenti italiani: Cliccaemangia.it di Milano e Delivexex.it di Roma. Le acquisizioni, riferisce il quotidiano "The Times", rafforzeranno la sua leadersip nei due maggiori mercati in Italia, aggiungendo al suo portfolio centinaia di ristoranti e migliaia di clienti.

Leggi l’articolo del Times

 

 

PANORAMA INTERNAZIONALE


 

G7: Occidente compatto contro Putin

Berlino, 9 giu 08:31 - (Agenzia Nova) - Il Summit G7 di Elmau è stato poco sensazionale ma riuscito: di fronte a Russia e Grecia l'Occidente rimane fermo. E sulla difesa del clima, la cancelliera ha addirittura portato gli Usa sulla sua linea. "Abbiamo parlato moltissimo della Russia", ha spiegato Merkel nella sua conferenza stampa finale. La Russia di Vladimir Putin assente per la seconda volta dall'annessione della Crimea non era presente al G7, non è più considerata un partner assente ma un "focolaio di tensioni". Merkel, tuttavia, non sarebbe stata così chiara se non avesse avuto il sostegno degli altri partecipanti al Summit. Questo, forse, è il vero messaggio di questo vertice: l'Occidente rimane compatto. Neanche il premier italiano Matteo Renzi, che questa settimana ha accolto Putin a Roma, non ha intrapreso alcun tentativo di ammorbidire le sanzioni contro Mosca. Il presidente del Consiglio europeo Donald Tusk ha addirittura prospettato un inasprimento delle sanzioni.

Leggi l'articolo del Die Welt 

  

I leader del G7 concordano l'eliminazione graduale dei combustibili fossili

Londra, 9 giu 08:31 - (Agenzia Nova) - I leader del G7 riuniti nel vertice ospitato dalla Germania hanno concordato per la prima volta obiettivi definiti a lungo termine sulla riduzione delle emissioni di anidride carbonica. Entro il 2050, riferisce il "Financial Times", le sette potenze – Stati Uniti, Germania, Francia, Regno Unito, Giappone, Canada e Italia – ridurranno i gas serra tra il 40 e il 70 per cento rispetto ai livelli del 2010.

Leggi l’articolo del Financial Times

 

Terrorismo: Riunione straordinaria del G5 + 5 a Tunisi per discutere la minaccia jihadista

Madrid, 9 giu 08:31 - (Agenzia Nova) - Il G5+5, che riunisce cinque paesi dell'Europa meridionale e cinque del Nord Africa, terrà una riunione straordinaria sul tema della difesa oggi a Tunisi per valutare sia i progressi del jihadismo nella regione, in particolare in Libia, che la crescente immigrazione illegale nel Mediterraneo. Fonti diplomatiche europee hanno confermato all'agenzia di stampa "Efe" che la riunione è stata convocata d'urgenza da parte della Francia e coinvolgerà anche i ministri della difesa di Italia, Malta, Portogallo e Spagna. Inoltre, saranno presenti i ministri di Marocco, Algeria, Mauritania e Tunisia, oltre a un inviato del governo libico con sede a Tobruk, riconosciuto a livello internazionale. "E' un incontro dal contenuto altamente politico nel quale si affronterà la situazione della sicurezza nel Mediterraneo" hanno spiegato le fonti.

Leggi l’articolo de La Vanguardia

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi