Renzi tra regionali e calo della disoccupazione

La rassegna della stampa internazionale sui principali fatti che riguardano da vicino il nostro paese. Oggi articoli di New York Times, Jornal do Brasil, Washington Post e Les Echos.
Renzi tra regionali e calo della disoccupazione

POLITICA


 

I risultati delle elezioni regionali indeboliranno le riforme di Renzi?

Londra, 4 giu 08:30 - (Agenzia Nova) - Il Partito democratico di Matteo Renzi ha avuto un risultato deludente nelle ultime elezioni regionali. In un podcast del "Financial Times" l'editorialista Gideon Rachman e altri osservatori discutono del futuro del progetto riformista del presidente del Consiglio italiano: se sia in crisi e quali sarebbero le conseguenze per il resto d'Europa.

Leggi l'articolo del Financial Times

 

Renzi si intesta il calo della disoccupazione in Italia

Parigi, 4 giu 08:30 - (Agenzia Nova) - La disoccupazione è diminuita più del previsto in Italia nel mese di aprile, un risultato subito accolto con favore dal presidente del Consiglio Matteo Renzi, che considera il dato come la prova dell'efficacia della sua politica di riforme. Il tasso di disoccupazione in aprile è sceso al 12,4 per cento e quello del mese di marzo è stato rivisto al ribasso dl 13 al 12,6 per cento: lo affermano i dati ufficiali pubblicati mercoledì dall'Istat. In aprile sono stati creati 159 mila nuovi posti di lavoro, in aumento dello 0,7 per cento rispetto al mese precedente: un livello che l'Italia non ha conosciuto dalla fine del 2012. "Avanti con le riforme, più decisive che mai" ha scritto Renzi sul suo account Twitter dopo questo nuovo segno della modesta ripresa della terza economia della zona euro.

Leggi l'articolo dell'Echos

 

Italia: il governatore della Lombardia potrebbe essere indagato

Rio de Janeiro, 4 giu 08:30 - (Agenzia Nova) - Il procuratore Eugenio Fusco ha chiesto ieri il rinvio a giudizio del governatore della Lombardia, Roberto Maroni, per irregolarità riguardanti Expo Milano 2015. Secondo l'accusa, il politico della Lega Nord ha esercitato "pressioni" a favore di due ex funzionarie del tempi in cui Maroni era ministro degli interni in Italia (2008-2011), Mara Carluccio e Maria Grazia Paturzo. Per l'accusa, il governatore non era riuscito a collocare le due ex-collaboratrici all'interno della sua squadra di governo della Lombardia poiché tali ammissioni sono soggette ai controlli della Corte dei conti delle regioni. Perciò, Maroni e il suo capo di Gabinetto avrebbe fatto pressioni sui dirigenti Expo e il centro studi Eupolis affinché assumesserp le due donne. In caso di condanna, anche se in primo grado, Maroni potrebbe persino essere sospeso dalla carica. Se la sentenza sarà definitiva, il governatore sarà ineleggibile per sei anni.

Leggi l'articolo del Jornal do Brasil

 

 

ECONOMIA


 

Per il mercato azionario italiano l'euforia è più contagiosa della Grecia

New York, 4 giu 08:30 - (Agenzia Nova) - Il mercato azionario italiano, che dalla crisi del 2008 ha perso il 70 per cento della sua capitalizzazione, ha premuto sull'acceleratore all'inizio dell'anno: da gennaio l'indice Ftse Mib ha guadagnato il 24 per cento, e secondo gli esperti citati da “Bloomberg”, esistono ampi margini per una decisa prosecuzione del trend rialzista nei prossimi mesi. Gli stimoli della banca centrale europea e l'impronta riformista del governo guidato dal premier Matteo Renzi alimentano un ottimismo che è più forte dei timori di un contagio da parte della Grecia.

Leggi l'articolo del Bloomberg Business Week

 

Eurozona, la disoccupazione cala all'11,1 per cento ad aprile

New York, 4 giu 08:30 - (Agenzia Nova) - Il tasso di disoccupazione nell'area dell'euro è calato all'11,1 per cento nel mese di aprile, come confermato dai dati ufficiali diffusi da Eurostat nella giornata di ieri. Si consolida dunque la tendenza lievemente positiva registrata a partire dal 2013, quando il tasso di disoccupazione dell'area della moneta unica aveva raggiunto un valore superiore al 12 per cento. L'eurozona non registrava una disoccupazione dell'11,1 per cento dal mese di marzo 2012. Incidere ulteriormente sul pur sempre elevato tasso di disoccupazione richiederà però ulteriori sforzi riformatori da parte dei paesi dell'euro, e in particolare da parte di Francia e Italia.

Leggi l'articolo del New York Times

 

Prima seduta tiepida per Zanetti

Bruxelles, 4 giu 08:30 - (Agenzia Nova) - Il torrefattore italiano Massimo Zanetti Beverage (Segafredo) mercoledì ha fatto il suo ingresso alla Borsa di Milano, accolto tiepidamente dagli investitori. Il titolo, piazzato al prezzo di 11,6 euro per azione cioè al livello più basso della forchetta prevista inizialmente, è calato leggermente nei primi scambi prima di ripartire per chiudere a 11,63 euro.

Leggi l'articolo dell'Echo

 

 

SOCIETA'


 

Stati Uniti, due turisti italiani morti in un incidente stradale

Washington, 4 giu 08:30 - (Agenzia Nova) - Un autobus che trasportava una comitiva di turisti italiani partita da New York e diretta alle Cascate del Niagara è rimasto coinvolto in un grave incidente stradale con un camion ieri mattina, sull'autostrada della Pennsylvania. Lo schianto ha causato la morte del conducente dell'autobus e di due turisti italiani; altre quattro persone sono state ricoverate in gravissime condizioni. L'autoarticolato che ha investito l'autobus stava viaggiando lungo l'autostrada, e per ragioni ancora da chiarire ha oltrepassato la linea spartitraffico invadendo la corsia opposta.

Leggi l'articolo del Washington Post

 

Italia: rappresentante ministero della Giustizia, "è inaccettabile rivedere l'estradizione di Pizzolato"

Rio de Janeiro, 4 giu 08:30 - (Agenzia Nova) - Il Tribunale amministrativo regionale del Lazio (Tar) ha analizzato e giudicato ieri, a Roma, il ricorso presentato dalla difesa dell'ex direttore marketing del Banco do Brasil, Henrique Pizzolato, per impedire la sua estradizione in Brasile. L'esito dell'udienza, però, sarà pubblicato solo in un documento ufficiale che sarà diffuso in giornata. L'avvocato e rappresentante del ministero della Giustizia italiano, Giuseppe Alvenzio, ha definito inammissibile la possibilità di revisione della decisione della giustizia italiana su Pizzolato. "E' inaccettabile. La Corte di Cassazione ha già esaminato il caso e ha preso la sua decisione. Adesso non si può mettere in discussione il caso in un tribunale amministrativo", ha spiegato Alvenzio. Se la Corte regionale dovesse accogliere il ricorso dell'ex direttore della banca brasiliana, l'avvocato ha riferito che sarà presentato un nuovo ricorso. Secondo l'opinionista del quotidiano "Folha de Sao Paulo", Graciliano Rocha, sarebbe "molto più facile imbarcare Josè Maria Marin (presidente della Confederazione brasiliana di Calcio - Cbf, ndr) e altri sei dirigenti Fifa verso una prigione degli Stati Uniti" che "estradare Henrique Pizzolato dall'Italia per compiere la condanna per il caso Mensalao in Brasile". Tra decisioni e ripensamenti il "romanzo" dell'ex dirigente bancario va avanti da 16 mesi, il "doppio del tempo" che solitamente richiedono i più intricati casi di estradizione tra Svizzera e Stati Uniti.

Leggi l'articolo del Globo

 

 

PANORAMA INTERNAZIONALE


 

Il fronte euroscettico avanza in tutta europa

Berlino, 4 giu 08:30 - (Agenzia Nova) - la crisi dei debiti sovrani non è l'unico fattore alla base dell'ascesa degli euroscettici e dei partiti anti-europei: in Francia e in Gran Bretagna, scrive l'opinionista Klaus-Dieter Frankenberger sul quotidiano "Frankfurter Allgemeine Zeitung", diverse forze politiche stanno lavorando da molto a questo scenario. E' evidente che la crisi in molti paesi ha fatto sì che gli elettori si allontanassero dai partiti tradizionali e che prendessero in considerazione l'offerta degli euroscettici, sia a destra che a sinistra. In Spagna, Francia e Italia questi gruppi hanno riscosso un notevole successo elettorale, per non parlare della Grecia. Secondo un sondaggio condotto di recente in Europa, in questi quattro Stati europei la maggior parte dei cittadini giudica positivamente l'ascesa dei partiti politici euroscettici.

Leggi l'articolo del Frankfurter Allgemeine Zeitung

 

I ministri degli Esteri di Regno Unito, Italia e Ue incontrano i rappresentanti del governo libico di Tobruk

New York, 4 giu 08:30 - (Agenzia Nova) - I responsabili della politica estera di Italia, Regno Unito ed Unione Europea hanno incontrato ieri a Bruxelles il ministro degli Esteri del governo libico di Tobruk, riconosciuto come legittimo dalla comunità internazionale, per fare il punto sui difficili negoziati tesi a istituire un governo di unità nazionale e per discutere possibili soluzioni alla gravissima crisi dei flussi migratori attraverso il Mediterraneo. Lo ha riferito ieri la Commissione europea. All'incontro hanno preso parte il ministro degli Esteri italiano Paolo Gentiloni, il segretario di Stato per gli affari esteri britannico Philip Hammond e l'altra rappresentante per la politica estera dell'Ue Federica Mogherini, oltre al loro omologo libico Mohamed Dayri.

Leggi l'articolo del New York Times

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi