Tra regionali ed economia la partita di Renzi per rinnovare la sua leadership

La rassegna della stampa internazionale sui principali fatti che riguardano da vicino il nostro paese. Oggi articoli di Pais, Monde, Independent e Wall Street Journal.
Tra regionali ed economia la partita di Renzi per rinnovare la sua leadership

POLITICA


 

Italia: le regionali sono la partita "nazionale" per il futuro di Matteo Renzi

Berlino, 1 giu 08:32 - (Agenzia Nova) - Sono stati giorni concitati, anche per gli spettatori. La posta in gioco è molto alta: nelle scorse settimane Matteo Renzi ha parlato da tutti i palcoscenici elettorali, ha rilasciato interviste a tutti i canali televisivi locali tra la Puglia e la Liguria, ha partecipato ai talk show e twittato, ha visitato stabilimenti produttivi, ha creato nuovi slogan. In alcuni giorni il premier italiano si è spostato in così tanti posti che molti gli hanno attribuito il dono dell'ubiquità. Le elezioni regionali sono una "partita" nazionale che certificheranno la tenuta del premier sull'elettorato italiano e soprattutto sul suo stesso partito.

Leggi l'articolo del Sueddeutsche Zeitung

 

Italia: regionali, Renzi punta sull'economia per rinnovare la propria leadership

Madrid, 1 giu 08:32 - (Agenzia Nova) - Le due parole d'ordine della politica italiana sono "impresentabile" e "vendetta". A 48 ore dalla elezione di ieri in sette regioni e un migliaio di municipi, la commissione antimafia ha diffuso una lista di 17 candidati che, per legge, sono "impresentabili" alle elezioni a causa delle condanne penali a loro carico. Tra questi emerge Vincenzo de Luca, la scommessa del premier Matteo Renzi per la regione Campania. Renzi, che spera di fare leva sui dati economici forti (giovedì scorso l'Istat ha confermato i migliori dati sull'economia in quattro anni) attribuisce tale elenco ad una "vendetta" della vecchia guardia del Partito democratico (Pd).

Leggi l'articolo del Pais


 
La Lega utilizza l'afflusso di migranti per mettere alla prova Renzi

Londra, 1 giu 08:32 - (Agenzia Nova) - La Lega Nord, partito anti-immigrazione e anti-euro, spera di diventare la prima forza di opposizione dopo le elezioni regionali di ieri. Il suo leader, Matteo Salvini, riferisce il quotidiano britannico "The Times", punta a diventare il numero uno del centro-destra nel caso in cui i voti della Lega superassero quelli di Forza Italia.

Leggi l'articolo del Telegraph

 

Matteo Renzi contestato nelle urne in Italia

Parigi, 1 giu 08:32 - (Agenzia Nova) - Il Partito democratico (Pd) di Matteo Renzi è stato contestato nelle urne domenica in occasione delle elezioni regionali in Italia, segnate dalle percentuali elevate del Movimento 5 stelle e della Lega Nord, due formazioni contrarie ciascuna alla propria maniera all'elite politica italiana. Sette delle 20 regioni del paese erano in gioco per questo primo test elettorale di peso dopo un anno dall'arrivo al potere del giovane presidente del Consiglio Renzi. Il centro sinistra è avanti in cinque regioni, ma questo risultato è meno largo del previsto: dovrebbe facilmente conservare la Toscana, le Marche e le Puglie secondo le proiezioni effettuate a partire dai primi risultati; in Umbria dovrebbe ottenere un leggero vantaggio, benché sia uno dei suoi bastioni; dovrebbe invece perdere la Liguria, dove si presentava una lista di estrema sinistra ostile alle politiche di Renzi. Il centro sinistra dovrebbe anche strappare la Campania al centrodestra, nonostante le accuse di corruzione contro il suo candidato, Vincenzo De Luca. La Lega Nord, ostile all'immigrazione ed al trasferimento di ricchezza verso il sud del paese, sembra aver riportato una vittoria schiacciante in Veneto, uno dei suoi feudi, estendendo la sua base tradizionale sotto la guida di Matteo Salvini. Sommando i diversi risultati locali, il Pd otterrebbe il 22,6 per cento dei voti, cioè nettamente meno del 41 per cento raccolto nelle europee del 2014 in tutta Italia. Il Movimento 5 stelle sarebbe arrivato secondo con il 19,6 per cento mentre la Lega Nord, con il 12,9 per cento, sottrae simbolicamente a Forza Italia di Silvio Berlusconi (10,3 per cento) lo status di prima formazione della destra. Lo scrutinio è stato segnato da una astensione in aumento: la partecipazione al voto è stata compresa tra il 49 ed il 56 per cento alle regionali; mentre è stata del 64 per cento alle elezioni municipali che si sono svolte contemporaneamente in molti comuni: in media si tratta di punti percentuali meno degli ultimi scrutini simili nel 2010. Questi risultati potrebbero annunciare giorni difficili in Parlamento per Matteo Renzi, che tenta di far adottare le riforme del mercato del lavoro e della scuola contestate dai sindacati, dai suoi avversari politici ed anche dalla sinistra del suo stesso partito. E sembrano fare eco a quelli registrati una settimana fa in Spagna con l'avanzata del movimento anti-austerità di Podemos, proprio mentre l'Italia, terza economia della zona euro, sembra emergere da tre anni di recessione.
Leggi l'articolo del Monde

 

Renzi e Valls fanno fronte comune per rilanciare gli investimenti in Europa

Parigi, 1 giu 08:32 - (Agenzia Nova) - Alla vigilia delle elezioni regionali in Italia, il presidente del Consiglio ha ricevuto a Trento il primo ministro francese, Manuel Valls, in occasione del Festival dell'economia fondato da Tito Boeri, attuale presidente dell'Inps. Il duo è ormai ben rodato: quasi un anno dopo aver promesso in un incontro a Bologna di "sbloccare l'Europa", i due giovani statisti hanno ribadito di voler "cambiare le politiche europee" ed hanno mostrato la loro convergenza sulla necessità di rilanciare gli investimenti, mettendo da parte le divergenze tattiche sulle "quote migratorie". Renzi e Valls hanno anche rivendicato il loro riformismo social-democratico, rigettando il "conservatorismo" della sinistra tradizionale.

Leggi l'articolo dell'Echos

 

 

ECONOMIA


 

Padoan: la crisi greca non frenerà il ritorno alla crescita dell'Italia

New York, 1 giu 08:32 - (Agenzia Nova) - Il ministro dell'Economia italiano, Pier Carlo Padoan, ha dichiarato che la Penisola è in grado di reggere le ricadute sui mercati della crisi finanziaria greca, ed ha assicurato che la lieve ripresa conseguita dal paese nel primo trimestre dell'anno non verrà annullata dalla “situazione greca”. “L'Italia è un paese solido”, ha assicurato Padoan ai giornalisti venerdì, durante la riunione dei ministri del G7 a Dresda, in Germania. Proprio venerdì scorso l'Istat ha confermato che tra gennaio e marzo di quest'anno il pil italiano è cresciuto dello 0,3 per cento, dopo tre anni di contrazione. Il ministro italiano, però, ha sollecitato un a accelerazione dei negoziati con la Grecia: “Siamo ancora lontani da un accordo, e il tempo sta per scadere”, ha avvertito Padoan.

Leggi l'articolo del Bloomberg Business Week

 

Fiat Chrysler preme sui concorrenti per un consolidamento del settore

New York, 1 giu 08:32 - (Agenzia Nova) - Fiat Chrysler ha contattato General Motors (Gm) ed altri costruttori di automobili per promuovere la causa di un ulteriore consolidamento del settore. Lo ha dichiarato il presidente del gruppo italo-statunitense, John Elkann, nel corso di una conferenza stampa a Torino. Confermando un articolo del “New York Times” circa una lettera inviata dall'Ad Sergio Marchionne al suo omologo di Gm Mary Barra, per perorare la causa di un legame tra le due aziende, Elkann ha dichiarato che “L'email a General Motors non è stata l'unica. (…) Non si tratta di una conversazione singola”. Marchionne sostiene da mesi la necessità di operare un ulteriore consolidamento del settore per ridurre l'eccesso di produzione, specie in Europa,eliminare le sovrapposizioni in termini di Know-how e incrementare la profittabilità.

Leggi l'articolo del Wall Street Journal

 

 

SOCIETA'


 

Immigrazione: Italia salva 4.500 naufraghi nelle ultime 24 ore nelle acque della Sicilia

Madrid, 1 giu 08:32 - (Agenzia Nova) - Più di 4.500 persone soccorse in sole 24 ore e più di 38 mila finora quest'anno; diciassette corpi trovati sul fondo di un barcone; bambini, adulti e anche un siriano di 98 anni aiutati in extremis dalle dalle autorità italiane, mentre erano alla deriva nel Canale di Sicilia: l'Italia, contro la resistenza di molti paesi al piano presentato dalla Commissione europea per una ripartizione equa dei richiedenti asilo, ha lanciato una nuova richiesta di aiuto. "Il nostro appello va nuovamente all'Europa e all'intera comunità internazionale - ha dichiarato il ministro dell'Interno Angelino Alfano - affinché facciano quello che finora nessuno ha fatto: pacificare la Libia. Se questo non verrà fatto - ha aggiunto - sarà impossibile fermare gli sbarchi di immigrati. E né la Sicilia né l'Italia possono continuare a soffrire il costo delle bombe sganciate sulla Libia per destabilizzare il regime e poi il silenzio internazionale". Un appello, quello di Alfano, che è stato condiviso anche dal primo ministro italiano, Matteo Renzi, che è tornato a "tirare le orecchie" ai suoi partner europei: "Non ho alcun dubbio sul fatto che tutti i paesi europei possono fare di più", ha affermato.

Leggi l'articolo del Pais

 

Italia: su internet circolano voci sulla concessione della grazia a Cesare Battisti

Rio de Janeiro, 1 giu 08:32 - (Agenzia Nova) - Sabato scorso è circolata su alcuni siti italiani la falsa notizia secondo cui il presidente della Repubblica Italiana, Sergio Mattarella, sarebbe intenzionato a concedere la grazia all'ex membro delle Brigate Rosse Cesare Battisti, condannato all'ergastolo in Italia ma fuggito in Francia e Messico e infine arrestato in Brasile nel 2007. Lo riferisce "Jornal do Brasil". Non è nota l'origine delle indiscrezioni, tuttavia il Palazzo del Quirinale si è affrettato a smentire categoricamente l'informazione e a qualificarla come un "imbroglio". "La firma della notizia della grazia a Cesare Battisti (...) è ben lungi dalle intenzioni del presidente Mattarella," ha dichiarato il consigliere per la Comunicazione del capo dello Stato, Giovanni Grasso.

Leggi l'articolo del Jornal do Brasil

 

Come parcheggiare in Italia: auto a nolo, permessi e parcheggi

Londra, 1 giu 08:32 - (Agenzia Nova) - La sezione "Viaggi" del quotidiano britannico "The Independent" avverte i turisti intenzionati a recarsi in Italia dei molti problemi legati al traffico e al parcheggio nella capitale. Le strade di Roma, secondo il giornale, somigliano a un'anarchica installazione artistica; seguire gli usi locali può portare a una multa o alla rimozione dell'auto: particolarmente insidiose sono le zone a traffico limitato (Ztl).

Leggi l'articolo dell'Independent

 

 

PANORAMA INTERNAZIONALE


 

Crisi Grecia, Bruxelles e Atene verso l'ultimo atto

New York, 1 giu 08:32 - (Agenzia Nova) - L'epilogo dello snervante confronto tra il governo di Atene e i suoi creditori internazionali sul fronte del debito pubblico greco si sta avvicinando ad un epilogo, scrive “Bloomberg”, e gli interlocutori della Grecia, che pure hanno continuato a concederle aiuti d'emergenza sino a questo momento, non paiono intenzionati a moderare le richieste di riforma connesse all'avvio di un nuovo piano di salvataggio. Questo mese il governo greco ha ripagato quasi 1,6 miliardi di euro al Fondo monetario internazionale impiegando a tal fine fondi Sdr elargiti dallo stesso Fmi; questo mese, però, Atene dovrà far fronte a una nuova scadenza, e si concluderà anche il pacchetto di salvataggio dell'Unione Europea. Il premier greco Alexis Tsipras ha scritto sul quotidiano francese “Le Monde” che lo scontro coi partner europei non è responsabilità dell'intransigenza di Atene, ma Bruxelles sottolinea la refrattarietà del governo ellenico ad adottare le misure di riforma e riordino del budget richieste dai creditori per dare una parvenza di solvibilità ai prestiti elargiti a quel paese. Oggi Tsipras discuterà direttamente col presidente francese Francois Hollande e con la cancelliera tedesca Angela Merkel. Nel suo articolo sul quotidiano Le Monde, il premier greco ha avvertito che il raggiungimento di un accordo è vitale per l'Europa: “Se qualcuno pensa o vuole credere che la decisione riguarda solo la grecia, sta commettendo un grave errore”, ha scritto Tsipras: “Suggerisco una rilettura del capolavoro di Hemingway 'Per chi suona la campana'”.

Leggi l'articolo del Bloomberg Business Week

 

Sei gruppi europei dell'energia cercano il sostegno dell'Onu su un sistema di prezzi per l'anidride carbonica

Londra, 1 giu 08:32 - (Agenzia Nova) - Sei delle maggiori compagnie europee di idrocarburi si sono associate, per la prima volta, nel chiedere alle Nazioni Unite di consentire loro di contribuire a elaborare un piano contro il riscaldamento globale. Si tratta dell'anglo-olandese Royal Dutch Shell, delle britanniche Bp e Bg, della francese Total, della norvegese Statoil e dell'italiana Eni. In una lettera al "Financial Times" gli amministratori delegati hanno illustrato le loro proposte per la riduzione delle emissioni di anidride carbonica, incentrate sull'uso del gas naturale al posto del carbone nella generazione di elettricità.

Leggi l'articolo del Financial Times

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi